Skip to main content

Torino è una città regale. La sua bellezza difatti è data da quell’aspetto solenne che non ha mai perso, i suoi palazzi e residenze, le case antiche, quegli scorci di affreschi che si vedono nei palazzi passando da certe strade. Che ci si diriga per un viaggio di giorno oppure la si voglia esplorare anche la notte, vediamo quali sono 10 cose da vedere assolutamente a Torino prima di andar via.

I musei principali e i palazzi regali

Ce ne sono tanti, di musei, in città. Alcuni sono particolarmente famosi, come il Museo Egizio, che si è contraddistinto a livello internazionale per essere il secondo museo sulla storia e cultura egizia al mondo per dimensioni. Altri, invece, come il MAO, sono più di nicchia, ma ugualmente splendidi: nel museo d’Arte Orientale potrete infatti trovare centinaia di manufatti appartenenti al mondo asiatico che non vi sognereste mai di vedere in Italia.

Ma Torino non è soltanto musei sul resto del mondo. I palazzi che più predominano su Torino e la fanno riconoscere tra le altre città italiane sono anche degli importanti musei. È il caso del Museo di Palazzo Reale, che possiede diverse variazioni di percorso, con la possibilità ad esempio di fare dei piccoli tour gratuiti nelle cucine.

O anche Palazzo Madama, il “castello” di piazza Castello, che prende il nome dalle madame reali che lì vi hanno vissuto. Oggi ospita il Museo Civico d’Arte Antica, ma vi è anche la possibilità di far visita al fossato di piazza Castello, oggi un giardino, proponendo un punto di vista molto divertente sui luoghi in cui ci si trova.

Altri musei da vedere a Torino:

  • Palazzo Carignano e il suo Museo del Risorgimento
  • Museo diffuso della Resistenza
  • La GAM, Galleria d’Arte Moderna
  • Museo Pietro Micca e dell’Assedio di Torino
  • Il MAUTO, Museo dell’Automobile
  • Museo Lavazza
  • Museo del Carcere Le Nuove
  • CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia
  • Museo di Antropologia Criminale
  • Pinacoteca Agnelli
  • Museo di Arti Decorative e Fondazione Accorsi-Ometto
Per ora la Mole Antonelliana è illuminata con alcuni dei numeri della serie numerica di Fibonacci

Per ora la Mole Antonelliana è illuminata con alcuni dei numeri della serie numerica di Fibonacci

La Mole Antonelliana e il Museo del Cinema

Tra le cose da vedere a Torino anche la Mole Antonelliana, edificio progettato da Antonelli che è diventato il simbolo di Torino e della sua skyline. Al suo interno si potrà trovare il Museo del Cinema, che grazie alla particolare conformazione dell’edificio ha una forma concentrica decisamente particolare.

Volendo, prendendo un ascensore si può anche arrivare in cima alla Mole: ma attenzione a non farlo quando non si è ancora laureati, si dice che porti sfortuna!

La Gran Madre è una delle chiese più belle e particolari, oltre che una delle 10 cose da vedere a Torino

La Gran Madre è una delle chiese più belle e particolari, oltre che una delle 10 cose da vedere a Torino

10 cose da vedere a Torino: il Duomo e le incantevoli chiese del centro storico

Il Duomo di Torino non è così imponente come quelli di altre città. Soprattutto perché in qualsiasi guida non è mai inserito al primo posto, in contrapposizione ad altri luoghi, come può essere anche Milano. Ciò non vuol dire, però, che non sia splendido. È l’unica chiesa rinascimentale della città, e nel ‘600 è stato ampliato con la cosiddetta Cappella della Sindone, dove una volta veniva custodito il sacro lenzuolo. L’autore di quest’ultima è il Guarini.

Ma non solo: in tutto il centro storico sono disseminate una serie di chiese di una bellezza unica. Tra quelle che noi consigliamo c’è la Chiesa della Consolata, di origine paleocristiana ma poi ampliata e arricchita nel tempo fino all’intervento barocco di Filippo Juvarra. Oggi la sensazione di entrarvi è coinvolgente e quasi sconvolgente: la ricchezza dei marmi e dei dettagli riesce perfettamente a scaturire una reazione emotiva in chiunque, anche chi non crede.

In piazza San Carlo, invece, si potranno vedere le due chiese gemelle. Sono quella di Santa Cristina e quella di San Carlo Borromeo, entrambe in stile barocco. Se la prima è più ricca all’esterno, la seconda lo è più all’interno, contenendo anche diversi dipinti di scuola caravaggesca.

Infine la Gran Madre, che domina lo sguardo quando si entra in piazza Vittorio Veneto da via Po. Ben più giovane delle altre costruzioni, però, mantiene una sua individualità grazie alla peculiarità della sua architettura. Ha infatti una pianta circolare, e la cupola è ispirata al Pantheon. Inoltre, secondo chi crede nell’esoterismo, tra le statue di Fede e Religione sarebbe presente il Santo Graal

Le piazze storiche di Torino, particolarità del capoluogo piemontese

Forse tra le caratteristiche che più contraddistinguono la città sabauda, le piazze storiche sono sicuramente da vedere. Si tratta a volte di dei veri e propri spazi immensi, che quasi incutono timore per la propria grandezza.

Alcune delle piazze principali di Torino che bisogna assolutamente vedere:

Ogni mese centinaia di persone si riversano per le strade di Porta Palazzo per visitare il Gran Balon

Ogni mese centinaia di persone si riversano per le strade di Porta Palazzo per visitare il Gran Balon

Porta Palazzo, il Balon e il Gran Balon

Proprio in tema, bisogna ricordare che tra le particolarità di Torino c’è anche la sua storia di mercati. In una delle sue principali piazze, appunto piazza della Repubblica, vi è il più grande mercato all’aperto d’Europa, Porta Palazzo.

Dal lunedì al sabato si popola di gente di ogni origine e cultura per fornire uno spettacolo all’aria aperta dell’arte della vendita di prodotti di ogni genere. Soprattutto d’estate non sarà difficile trovare anche qualche turista francese arrivato a Torino appositamente per fare la spesa…

Ma non parliamo di questa zona della città tra le 10 cose da vedere a Torino solo per questo. Bisogna anche sapere che, nelle viuzze che subito partono da quella stessa piazza, il sabato si svolge il cosiddetto Balon, ovvero un mercato dell’antiquariato e modernariato di tutto rispetto.

Poi, se avete la fortuna di essere a Torino la seconda domenica del mese, potrete vederlo “trasformato” nel Gran Balon, ovvero la sua versione ampliata, che comprende 300 banchi e 50 negozi. Ma attenzione: potreste tornare a casa dopo aver acquistato di tutto e di più, perché sarà difficile resistere al gusto del vintage!

Nei parchi di Torino si possono trovare anche delle carine installazioni artistiche

Nei parchi di Torino si possono trovare anche delle carine installazioni artistiche

I parchi di Torino e gli spazi aperti sconfinati

Esattamente come per il caso delle piazze, Torino è caratterizzata dalla presenza di spazi che sembrano quasi sconfinati, e creano un senso di stupore e bellezza difficile da trovare in una città così grande. Questi si trovano anche nei parchi, diversi sia nel cuore che leggermente al di fuori della città. Prima di visitarli, però, attenzione al meteo: ricordiamoci sempre di vestirci adeguatamente per una gita in città di questo tipo.

Il più importante è sicuramente il parco del Valentino, che “segue” il Po tra il centro e il quartiere di San Salvario. Al suo interno non solo alberi e spazi di erba e ricreazione: si può infatti trovare il Borgo Medievale, con ingresso gratuito e molto carino se si hanno bambini, e il Castello del Valentino, che oggi ospita la facoltà di Architettura dell’università di Torino.

Ma ci sono anche lo splendido parco Colletta, oppure il parco Dora con la sua area dedicata allo skate. E poi ancora i Giardini Reali, dietro e all’interno del palazzo Reale.

I Murazzi sono una delle aree più vive e particolari della città di Torino

I Murazzi sono una delle aree più vive e particolari della città di Torino

Tra le 10 cose da vedere a Torino qualcosa di diverso: i Murazzi e il lungo Po

Se, poi, si vuole fare una passeggiata diversa dal solito in quel di Torino, tanto vale far visita ai Murazzi, ovvero le sponde del Po in corrispondenza del centro. Lì si possono trovare diversi locali o centri sociali dove c’è sicuramente da divertirsi, o più semplicemente fare una camminata al confine con il fiume. Per l’importanza dei fiumi per la conformazione della città, d’altronde, non si può non considerare il lungo Po come una delle 10 cose da vedere a Torino.

Il lungo Po, però, è anche altro. Sul lato opposto rispetto ai Murazzi, infatti, c’è una bellissima passeggiata nella natura in cui si potranno incontrare parchetti e panchine perfette per vedere uno splendido tramonto.

I caffè storici torinesi, un viaggio nella Torino “bene”

Se si vuole fare un viaggio anche nella nobiltà e alta borghesia torinese, perché non far visita ai caffè storici torinesi? Tra la cioccolata calda di Baratti e Milano e il gelato gusto gianduia di Fiorio c’è sicuramente l’imbarazzo della scelta.

È anche vero, però, che i caffè storici non sono soltanto ciò che vendono, anzi. Molta della loro bellezza, infatti, nasce proprio dall’arredamento particolare, oppure dall’ubicazione. Ad esempio, Baratti e Milano si trova proprio nella Galleria Subalpina.

Vista sulle volte della Galleria San Federico, tra le 10 cose da vedere a Torino

Vista sulle volte della Galleria San Federico

Visita nelle gallerie coperte di Torino

Le gallerie torinesi, d’altronde, hanno un loro fascino tutto particolare. Partendo dalla Subalpina, che dà su piazza Castello e racchiude non solo un’architettura incastonata nella bellezza dei palazzi che la circondano, ma anche una serie di librerie antiquarie perfette per chi ha il gusto dell’antico.

Galleria Umberto I, invece, dà su piazza della Repubblica. Al suo interno una serie di locali, che prendono vita soprattutto la notte quando i giovani vanno a far cena o aperitivo. Poi ancora Galleria San Federico, che ospita il cinema Lux ed ha una particolare struttura a T; al suo interno sono state girate alcune scene di “Profondo Rosso” di Dario Argento, e per questo la consideriamo sicuramente tra le 10 cose da vedere a Torino.

Il monte dei Cappuccini in un giorno di nebbia

Il monte dei Cappuccini in un giorno di nebbia

La vista dello skyline: il monte dei Cappuccini e Superga

Ultima ma non per importanza, la bellezza dei punti panoramici. Il primo tra tutti il monte dei Cappuccini, facilmente raggiungibile da tutti anche a piedi partendo dalla Gran Madre. Da lì vengono scattate buona parte delle foto panoramiche di Torino dei turisti, e sarà difficile non trovarvi nessuno.

Ancora più in alto, però, c’è la Basilica di Superga, che non solo offre una visuale spettacolare su tutta Torino e dintorni, ma anche una bella salita. Tant’è che ogni anno, in memoria della tragedia di Superga (in cui è morta l’intera squadra del Torino, allora soprannominata “Grande Torino”), i tifosi fanno un vero e proprio pellegrinaggio verso la località.

Far visita a Torino con gli amici: ecco come saperne di più

A Torino c’è tanto da vedere. Che si decida di viaggiare da soli o meno, come potrai vedere da queste 10 cose da vedere a Torino le opportunità non mancano. Se si è insieme però probabilmente tutto diventa ancora più divertente. Per questo motivo Meeters organizza alcune gite organizzate proprio nella città sabauda, perfette per farti scoprire Torino in un modo nuovo e, allo stesso tempo, farti conoscere nuovi amici.