Fare un… picnic in un qualsiasi tra i bellissimi parchi italiani

picnic ponte del 25 aprile

Un grande classico un po’ sparso in tutta Italia per il ponte del 25 Aprile è quello di prendere gli amici e fare un bel picnic. Basta armarsi di coperte, di un bel pranzo al sacco e di contenitori per l’immondizia (perché chi sporca non se le merita le vacanze).

Dove andare a fare un picnic in realtà è molto facile da scoprire: basta semplicemente aprire Google Maps e cercare il parco naturale più vicino alla propria posizione per trovare, con tutta probabilità, una piccola oasi verde dove passare una giornata rilassata in compagnia. Per portare la giornata ad un livello superiore c’è un bel trucco: portarsi una chitarra! Con una chitarra (e qualcuno che la sappia suonare ma lo diamo per scontato) tutto quanto diventa decisamente più interessante.

Siete indecisi sul dove andare? Eccovi una lista di nomi di località che potrebbero fare al caso vostro:

  • Parco Sempione (Milano)
  • Rive del lago maggiore (Lombardia e altro)
  • Rive del lago di Garda (Lombardia e altro)
  • Parco dell’acquedotto (Roma)
  • Villa Pamphili (Roma)
  • Parco Zanardi (Bologna)
  • Parco Enzo Ferrari (Modena)
  • Rive del Lago Trasimeno (Umbria)
  • Rive del lago di Fiastra (Marche)
  • Valle D’Itria (Puglia)
  • Bosco Ficuzza (Palermo)
  • Isola di Sant’Antioco (Sardegna)

Perché non fare un giro all’estero?

Tre giorni non sono molti ma sono il quantitativo di tempo perfetto per prendere un aereo low cost e volare verso una delle tanti grandi città europee servite da compagnie come RyanAir o EasyJet. Per poter capire quali di queste mete risultano economicamente più appetibili durante il ponte del 25 aprile basta seguire questa procedura. In primis scegliamo un aeroporto dal quale partire e segniamoci le mete interessanti. Fatto ciò apriamo un aggregatore di informazioni sui voli come Google Flights o Skyscanner.

Inseriamo le date di partenza e ritorno, specifichiamo il range di aeroporti a cui siamo interessati e troviamo il biglietto che più fa al caso nostro. Stando fuori così pochi giorni non ci sarà la necessità di acquistare alcun tipo di bagaglio a mano, mantenendo basse e accettabili le spese.

Conclusioni

Tra le festività made in Italy quella del 25 aprile è quella dalla più importante valenza sociale, andando a sottolineare un momento importantissimo per la libertà di tutti noi. Per questo motivo l’idea di rimanere chiusi in casa durate il giorno che segna la liberazione del nostro paese è un grande peccato. Se magari sei interessato ad uno dei nostri eventi e ti piacerebbe passare più tempo fuori da casa, magari con persone nuove, dai un’occhiata alla nostra pagina eventi per scoprire cosa ha di disponibile Meeters vicino casa tua!