Skip to main content
Da un voto a questo post

Misteriosa, malinconica, colorata e romantica, Lisbona, la capitale del Portogallo, è una delle città più particolari al mondo. Vivace, ricca di musica e di arte, è allo stesso tempo un importantissimo centro economico, che ha rivestito un ruolo fondamentale nella storia dei commerci e delle esplorazioni geografiche. Il suo immenso e stratificato passato vive ancora oggi tra le strade dei suoi quartieri, ognuno dei quali incarna una delle sue tante anime. Partite allora con noi alla scoperta di 6 quartieri da vedere a Lisbona per conoscerla e innamorarsene subito!

La Baixa

Il viaggio tra i quartieri di Lisbona inizia da La Baixa, o città bassa, il vero centro storico della capitale portoghese. La sua storia è strettamente legata a quella di un terribile evento che cambiò per sempre le sorti di Lisbona: il terremoto del 1755.

L’evento fu violentissimo, tanto che si stima che la sua forza fosse di magnitudo 9. Le scosse furono poi accompagnate anche da diversi tsunami che distrussero buona parte della città e i cui segni si possono trovare un po’ ovunque ancora oggi.

Il quartiere di La Baixa fu completamente distrutto e fu quindi necessario ricostruirlo da zero. A guidare la ricostruzione fu Sebastião José de Carvalho e Melo, l’allora primo ministro, che decise di restituire a Lisbona un centro nuovo e carico di speranza. Così La Baixa venne progettata secondo le regole urbanistiche ispirate dall’illuminismo, con strade larghe, edifici dalle facciate neoclassiche e numerosi servizi dedicati alla cittadinanza, con locali, ristoranti e punti di ritrovo.

La Baixa si può tranquillamente visitare a piedi con calma, anche senza una mappa. È infatti una zona molto ordinata, costruita intorno a tre piazze collegate tra di loro: Praça da Figueria, Praça do Rossio e Praça do Comércio.

Praça do Rossio è nota tra cittadini e turisti come Mar Largo, per via dell’effetto ondeggiante restituito dalla pavimentazione ad onde bianche e nere. La piazza è tra le più importanti di Lisbona poiché vi si affacciano il Teatro Nazionale e la Stazione Ferroviaria, esempio unico di stile manuelino, il gotico portoghese.

A Praça do Comércio, invece, si trova uno dei simboli di Lisbona: l’Elevador de Santa Justa, un’alta torre-ascensore dalla cui cima si può ammirare la capitale in tutto il suo splendore. Inoltre, sempre a Praça do Comércio si può visitare il Lisboa Story Centre, un museo interattivo che vi farà rivivere i momenti più importanti della storia della città. Una tappa dell’itinerario da non perdere per nulla al mondo!

All’Alfama con il tram 28

Dopo aver visitato la città bassa di La Baixa è il momento di avventurarci tra le strade e i vicoli caratteristici della città alta, l’Alfama. Per raggiungerlo si può salire a bordo del tram 28, anch’esso un’ attrazione da non perdere nel vostro viaggio a Lisbona.

L’Alfama, costruito tra le rive del fiume Tago, è uno dei pochissimi quartieri a non aver subito danni ingenti durante il terremoto del 1755. Qui si può quindi respirare un’atmosfera più autentica e ammirare l’affascinante contrasto tra edifici storici in stile manuelino e case popolari.

Tra salite e discese, è proprio in questa zona e nei suoi dintorni che potrete ammirare i panorami più belli sulla città. Una delle destinazioni fondamentali della vostra vacanza a Lisbona non può che essere quindi il Miradouro de Santa Luzia. Il belvedere più famoso della città, ricco di fiori e piante, ma soprattutto decorato con i bellissimi azulejos, le ceramiche smaltate tipiche del Portogallo dai colori irresistibili.

Il quartiere è famoso poi per essere il luogo di nascita del fado, la musica malinconica e romantica che incarna lo spirito della città. Approfittate del viaggio per visitare il Museu do Fado e per ascoltare questo genere dal vivo nei tanti locali dell’ Alfama.

Infine, all’Alfama si trovo uno dei simboli della città, il Castelo de São Jorge o Castello di San Giorgio. Costruito intorno al XII secolo in una posizione altamente strategica, fu sede di tutti i governi cittadini che ne modificarono l’impianto di volta in volta.

WEEKEND E VIAGGI

Bairro Alto

Pacificamente adagiato su una collina che dall’alto domina La Baixa, il Bairro Alto è uno dei quartieri più particolari di Lisbona. In origine era la zona d’elezione di borghesi e aristocratici, ma con il tempo si è trasformato nel ritrovo di artisti, bohemien e letterati.

È qui che si concentra la vita notturna della capitale e dove i giovani si ritrovano, tra locali e ristoranti. La strada più famosa tra tutte è senza dubbio è la Rua Nova do Carvalho o Pink Street, dedicata interamente alla movida e dove si svolgono eventi di ogni tipo. Anche nelle ore di sole però il Bairro Alto ha tanto da offrire, grazie alle colorate vie dello shopping, alle gallerie d’arte e alle boutique artigianali.

Parque das Nações

Il Parque das Nações o Parco delle Nazioni, è il quartiere più nuovo e moderno di Lisbona, costruito nel 1998 in occasione dell’Expo. I padiglioni realizzati per le esposizioni furono poi riconvertiti dall’architetto Santiago Calatrava per nuovi utilizzi ludici e commerciali.

È quindi una zona che racconta storie diverse rispetto a quelle più centrali e storiche, ma non per questo priva di fascino. Tra le cose da vedere qui spiccano l’Oceanario, l’acquario a forma di nave galleggiante, e il Ponte Vasco da Gama, il più lungo d’Europa che collega il quartiere con quello di Montigo.


 


Chiado

Il Chiado è un quartiere molto amato a Lisbona in quanto un tempo ritrovo di scrittori, quali Ribeiro e Pessoa, e oggi cuore culturale della città, con i suoi tanti musei e teatri. Qui, per esempio, troviamo la sede storica della Livraria Bertrand, la più antica libreria del mondo ancora in attività: una tappa fondamentale per tutti gli appassionati di letteratura.

La vera attrazione del quartiere è però il Convento do Carmo. L’antico convento, costruito nel 1398 venne distrutto dal terremoto del 1755 e si decise di non ricostruirlo. Le rovine, di gradissimo fascino, sono quindi il simbolo più evidente della tragedia e anche uno dei monumenti più visitati dai turisti.

Il Convento do Carmo, realizzato in stile gotico presente ancora intatte molte caratteristiche originali, come gli archi a sesto acuto. Inoltre, ospita il Museu Arqueologico do Carmo, che conserva importanti reperti della storia della città, la maggior parte risalenti al medioevo.

Belém

Nei 6 quartieri da vedere a Lisbona non poteva certo mancare quello di Belém. Adagiato sulle rive del fiume Tago, Belém ha rivestito un ruolo fondamentale per la nazione nel corso dei secoli. È da qui infatti che ha avuto inizio l’epoca d’oro delle esplorazioni geografiche.

Ne è simbolo la Torre di Belém, una fortezza-faro alta oltre 30 metri, costruita anch’essa in stile manuelino esattamente nel punto in cui, secondo la leggenda, Vasco da Gama salpò per la prima volta.

Una meta da non saltare è poi anche il Padrão dos Descobrimentos, il Monumento alle Scoperte voluto nel 1940 dal dittatore Salazar. Ricostruito oggi in pietra bianca, mostra un corteo di esploratori e caravelle in procinto di salpare.

Cosa vedere a Lisbona e come muoversi

Insomma, Lisbona è davvero una città dalle mille anime, ricca di zone con caratteristiche uniche. Nella nostra guida ai 6 quartieri da vedere a Lisbona abbiamo selezionato i più importanti e ricchi di monumenti storici da non lasciarsi sfuggire in una vacanza di pochi giorni. Se il vostro viaggio a Lisbona ve lo permette però vi consigliamo di visitare anche Lx Factory, un quartiere nuovo dedicato all’arte, ricco di mostre e ristoranti.

Il quartiere Mouraria merita poi una visita a parte, anche se è tra i quartieri più sottovalutati. La sua storia è però strettamente legata a quella del fado e dei suoi maggiori interpreti, perciò nasconde tante soprese. Infine, il Principe Real è uno dei quartieri più eleganti e oggigiorno gettonati dalla nuova aristocrazia. Passeggiare tra le sue vie è comunque molto interessante e vi permette di ammirare architetture spettacolari.

Per muovervi in città, il nostro consiglio è quello di acquistare la Lisboa Card, con cui potrete salire su tram, bus, metro ed elevadores in qualsiasi momento e ricevere anche sconti in musei e tour.

Il nostro articolo termina qui, ma se vi è piaciuto non esitate ad unirvi a Meeters nel viaggio che abbiamo in programma proprio a Lisbona!

Lascia un commento