Skip to main content

Incantevoli, a volte dalla storia lunghissima e con tradizioni locali ben stabilite. Stiamo parlando di quelli che sono considerati i borghi più belli d’Italia, ovvero quei piccoli paesi che bisogna assolutamente vedere per recuperare il contatto con la storia del nostro Paese.

Se di borghi splendidi ce ne sono molti, però, alcuni sono “più belli” degli altri. Proprio per questo motivo qui troverete una lista di alcuni dei borghi che bisogna assolutamente vedere in tutta Italia per capire al meglio la sua storia più “piccola”, quella locale. Ecco quindi i 5 borghi più belli d’Italia, da visitare sia nel corso di più giorni che in giornata.

Civita di Bagnoregio è da molti considerato uno dei borghi più belli d'Italia

Civita di Bagnoregio è da molti considerato uno dei borghi più belli d’Italia

Civita di Bagnoregio, perché si chiama “la città che muore”

Tra i luoghi più belli e assolutamente da non perdere in Italia c’è la cosiddetta “città che muore”, secondo quanto aveva scritto Bonaventura Tecchi al riguardo. Si chiama Civita di Bagnoregio (provincia di Viterbo), ed ogni anno 700mila persone vi fanno visita.

Un borgo che sorge su uno sperone in tufo, la suggestione dei suoi luoghi deriva sia dalla peculiarità della sua posizione che dall’impressione sia una città volante ogniqualvolta vi sia foschia mattutina. Inoltre, questo luogo – ormai abitato da pochissime persone – è soggetto per forza di cose all’erosione del cono di tufo sopra il quale sorge, e c’è da dire che se molti vi fanno visita è perché adesso siamo ancora in tempo per farlo.

Per chi ama le viuzze strette, Civita è il luogo ideale. Come altri tra i borghi più belli d’Italia, infatti, le sue case sono fatte con materiali locali, e per questo si incastonano perfettamente nel meraviglioso paesaggio della Tuscia.

Orta San Giulio, borgo incantevole sull'omonimo lago

Orta San Giulio, borgo incantevole sull’omonimo lago

Orta San Giulio, “il paese dipinto” con la sua stessa storia

In Piemonte, invece, si trova un luogo che alla suggestione del lago d’Orta associa la peculiarità dei suoi affreschi. Orta San Giulio, infatti, è stata decorata da decine di artisti internazionali con dipinti raffiguranti la sua storia, visibili direttamente sui suoi già colorati palazzi.

Con un fulcro totalmente affacciato sul lago di cui porta il nome, questo borgo è abitato da sole 1200 anime. Ai suoi visitatori, oltre alla bellezza delle sue strade e costruzioni, può offrire anche la suggestione dell’isola di San Giulio, gioiello a soli 400 metri dalla sua spiaggia.

Infine, è doveroso ricordare che una delle ragioni per cui Orta San Giulio è così famosa è il fatto che in uno dei suoi alberghi vi è il ristorante del famoso chef Antonio Cannavacciuolo. Chi, quindi, fosse interessato sia all’ospitalità del borgo che all’aspetto culinario, quindi, potrà scegliere di fare un’esperienza ancora più completa recandovisi.

WEEKEND E VIAGGIIl borgo fortificato di Dozza: non solo visite al castello

Ma i borghi più belli d’Italia mica finiscono qui. Un altro esempio estremamente suggestivo è quello di Dozza, un borgo fortificato in Emilia-Romagna. Proprio lì, a due passi da Bologna, si potrà trovare non soltanto un castello dalla bellezza magnifica, ma un intero borgo di crescente bellezza.

Crescente perché di fatto, esattamente come il suo gemello piemontese, il paese di Dozza è dipinto. In questo caso, però, non si tratta di affreschi dedicati alla storia locale, quanto dei veri e propri murales artistici dipinti nel corso di ogni Biennale del Muro Dipinto, manifestazione che va avanti dagli anni ’60.

Ma non solo arte: Dozza è, infatti, un ottimo museo del vino locale. Nella sua Rocca Sforzesca, infatti, i turisti possono trovare l’Enoteca Regionale dell’Emilia-Romagna, dalla quale poi parte il Sentiero del Vino di Dozza, per visitare le cantine dell’area.

Fare visita a Cisternino vuol dire anche scoprire la vita serena della sua popolazione

Fare visita a Cisternino vuol dire anche scoprire la vita serena della sua popolazione

Tra i borghi più belli d’Italia anche Cisternino: pace dei sensi e… panini con la carne!

Se, poi, cercate un momento di pace e tranquillità, Cisternino fa sicuramente al caso vostro. Chiuso nelle sue strade e il suo silenzio, è un borgo sorprendente anche perché – proprio come quelli già citati – ha vissuto una serie di interventi di riqualificazione molto interessanti.

Nasce nella Valle d’Itria, in Puglia, e si dirama come un gomitolo di scale bianche e vicoli tortuosi. Cisternino racconta una storia di genti, di tavole imbandite in mezzo alla strada, di pietre bianche, case unite l’una all’altra da arcate. Per questo e anche per altro oggi è uno dei borghi più belli d’Italia.

La sua tradizione, oltre che con lo sguardo, si gusta anche nei suoi sapori. D’altronde, i macellai di Cisternino restano aperti fino a tardi proprio per permettere che questo avvenga. In molti vengono in zona soltanto per assaporare i panini con la carne come li fanno loro, arrostendo sul momento quella che hai scelto.

Ma non solo cibo e paesaggi. Cisternino è un borgo che “dondola”, perché i suoi visitatori potranno fare un percorso a più tappe proprio caratterizzato da una serie di altalene presenti in diverse aree del paese. Perché la bellezza è anche negli occhi dell’infanzia.

Petralia Soprana: tra canzoni tradizionali e natura incantevole

“Nel paese di Petralia c’era un vecchio con la barba blu”: così recita la traduzione di una delle canzoni della tradizione musicale siciliana, “Barbablu”. Una storia triste, quella di quest’uomo, ma che sia a livello melodico che per le tematiche affrontate racconta perfettamente la storia e l’ambiente di quello che oggi viene considerato uno dei borghi più belli d’Italia.

Completamente immerso nel Parco delle Madonie, tra campi coltivati, aree boschive e pascoli, il borgo di Petralia Soprana è il più alto tra quelli della zona. Proprio per questo da questo paese si può vedere un paesaggio che spazia dalle cime dell’Etna ad Enna, passando poi per i monti palermitani e le vallate.

A livello urbanistico, Petralia Soprana mantiene il suo aspetto medievale, con le strade strette in pietra e la sua chiusura in sé stessa. Ed è solo visitandola che si potrà capire come si viva in queste parti d’Italia, dove ai mestieri più classici della vita rurale si associa la presenza di uno dei giacimenti di sale più ricchi d’Europa.

Visitare i borghi più belli d’Italia con gli amici: alcune idee

Insomma, se la calma e l’intimità di certe località ti attraggono non puoi sicuramente fare a meno di visitare i borghi più belli d’Italia (che sicuramente non si limitano a questa breve lista).

Se, però, desideri viaggiare con qualcun altro e, soprattutto, con una guida che sappia al meglio raccontarti la storia di certi luoghi, sappi che su Meeters ci sono decine di opportunità per questo tipo di visite. Così non solo potrai fare una nuova esperienza e, perché no, rilassarti, ma anche conoscere persone nuove così da allargare la tua cerchia di amici appassionati di viaggi.