Skip to main content

Camminare in compagnia è pratica che può portare un grande numero di vantaggi alla propria vita. Che lo si faccia in montagna, che lo si faccia attraverso delle escursioni, che lo si faccia con un gruppo di sconosciuti o senza compagni, in generale la pratica del cammino è una delle grandi armi di cui è dotato il nostro corpo per permetterci di affrontare malattie e per farci migliorare l’umore.

Internet è pieno di informazioni che parlano di come camminare rappresenti la soluzione ad un sacco di problemi del mondo moderno; la sedentarietà che caratterizza la vita di moltissimi al giorno d’oggi è un problema relativamente recente in confronto alla decimillenaria storia dell’uomo come cacciatore nomade.

Camminare in mezzo alla natura, osservare i colori, passeggiare alla ricerca di un nuovo punto di vista relativo alla propria città e tenere un passo tutto proprio sono soltanto alcune delle meravigliose cose che si possono apprendere di trekking in trekking.

All’interno di questo articolo, allora, andremo a scoprire un po’ più da vicino perché camminare da bene e in qualche modo possiamo dotarsi di abitudini per autoconvincerci di fare più passeggiate, tutto il giorno, tutti i giorni.

Meno palestra e più camminata, in sostanza; andiamo a scoprire bene perché.

In che modo camminare fa bene?

escursioni montagna ictus gruppi passeggiata accesso benefici gruppo

Secondo una ricerca portata avanti dalla London Schools Of Economics, la camminata ed il praticare passeggiate con il proprio ritmo è il modo migliore per stare in forma senza impiegare un grande numero di energie. Dal punto di vista prettamente monetario, combattere la sedentarietà camminando non prevede alcuni costi da sostenere e fare passeggiate è un ottimo modo per tenere sotto controllo il proprio colesterolo.

Chi tiene alla propria salute o conoscere di essere una persona a rischio dovrebbe imparare ad inserire all’interno della propria routine giornaliere un semplice obbiettivo: fare camminate, che sia in compagnia o meno poi non importa del tutto.

Se c’è una cosa migliore del fare camminate, però, è farle in compagnia di gruppi di persone. L’esperienza di condividere i propri passi con un gruppo di persone è un attività socialmente molto interessante, che porta a benefici sotto tutti i punti di vista. L’atto della passeggiata è un buon modo per permettere a persone che non si conoscono di legare dal punto di vista esperienziale e con un numero progressivamente maggiore di uscite il senso di aggregazione e socializzazione può soltanto finire per aumentare.

Non c’è niente di più che unisca un gruppo di persone che guardare un tramonto tutti insieme.  Palare delle proprie esperienze con gli altri, di passo in passo, è un buon modo per provare una grande sensazione di benessere.  I partecipanti dei cammini storici (come il Cammino di Santiago, la via degli dei, il sentiero francescano della marca) sanno bene come la collaborazione durante questa serie di esperienza possa giovare in maniera importante al ritrovo di una voglia perduta di esplorare il mondo e di apprezzare la socializzazione.

Quali sono i grandi vantaggi del camminare in compagnia?

umore tutti info dati ritrovo uscite sedentarietà app

Camminare è una pratica che porta grande vantaggio alla salute di una persona ed abbassa di molto diversi fattori di rischio (oltre a migliorare l’umore, mitigare la depressione e così via).
Le informazioni in merito sono molte, motivo per cui cercheremo di spiegarvi almeno 5 importanti motivi. Questi aiuteranno gli indecisi a convincersi di come la camminata sia un ottimo obbiettivo da raggiungere se si tiene al proprio stato di salute.

Muoversi diminuisce il rischio di diabete

Fare delle camminate ha, tra i prodotti del movimento, anche l’accelerazione del metabolismo. Camminare migliora la metabolizzazione del glucosio facendo attivare in tutto il corpo i meccanismi legati al consumo di questa particolare molecola tristemente famosa per essere la protagonista delle crisi dei diabetici.

Perdere peso camminando è possibile

La scienza parla chiaro.
Seguire un piano alimentare morigerato e camminare ogni giorno per almeno 30 minuti è importante. Questo è il modo migliore per perdere peso con uno sforzo fisico molto limitato. L’atto della camminata, se abbinato ad una dieta e a del riposo, è un ottimo modo per voltare pagina in termini di peso e perdere diversi chilogrammi sacrificando, nel processo, anche il tanto pericoloso colesterolo. I dati, in tal senso, parlano davvero in maniera chiara.

Camminare in compagnia rende più semplice la creazione di amicizie

Quando parliamo di salute è bene mettere in campo anche il termine e l’argomento salute mentale.
Presupposto questo è bene dirlo fin da subito: camminare in compagnia, anche con persone che non si conoscono, è una maniera efficace per stringere rapporti. Di passo in passo, se l’atmosfera non è pesante a causa di fattori esterni, si finisce per stringere un rapporto silenzioso con gli altri partecipanti. Questo accade perché il senso di aggregazione è direttamente collegato al fare uscite.
Avere un ritrovo con altre persone, quindi, è in grado di portare senso di pace. Per questo motivo non bisogna mai e poi mai avere paura di mettersi un paio di scarpe comode per fare un qualche giro.

Camminare può ridurre la cellulite

Tra gli indubbi vantaggi del fare una passeggiata in giro per una città tutti i giorni ne esiste uno interessante. Questo avrà sicuramente il potere di fare felici le donne più degli uomini. L’atto meccanico della camminata è un buon modo per fare una cosa. Questa non è altro che de-localizzare il grasso sottocutaneo che finisce per provare cellulite e della pelle a buccia di arancia. Camminare aiuta a fluidificare la circolazione, combattendo quindi la cellulite in maniera diretta.

Chi cammina vive più a lungo

Se il tuo obiettivo è l’immortalità sarai felice di sapere che chi cammina tende a vivere di più. Scienziati inglesi hanno accertato che, camminando almeno 25 minuti in maniera regolare al giorno, permette di vivere di più tra i 3 ed i 7 anni. A dimezzarsi è anche il rischio di infarto dopo i 50 anni, senza contare un ampia diminuzione della possibilità di ammalarsi.

Conclusione

Se sei arrivato fino a qui, caro lettore, allora avrai sicuramente capito quanti benefici siano collegati al mettere tanti passi uno dietro l’altro durante il corso delle proprie giornate. Se hai voglia di fare delle camminate in compagnia, magari immerso nella natura, con delle uscite interessanti ed organizzate ti consigliamo di dare un’occhiata alla nostra pagina relativa alle attività in natura!