Skip to main content

A volte la natura è simpatica e mette a distanza ravvicinata dei luoghi di una bellezza tale da lasciare senza fiato. Questo è decisamente il caso della cascata del Varone, una e più cascate che si trovano poco lontano da Riva del Garda.

Diversi sono i personaggi illustri che hanno visitato ed apprezzato questo luogo magico. In questo caso parliamo di poeti come Gabriele D’Annunzio o Thomas Mann, scrittori come Franz Kafka o addirittura nobili come il principe Umberto I di Savoia o l’imperatore Giuseppe I d’Asburgo. Da allora ad oggi le cose sono cambiate soltanto in piccola parte.

Noi di Meeters siamo specializzati nel puntare i riflettori sui luoghi meno conosciuti del nostro paese per dare loro un po’ di notorietà in più. Organizziamo eventi sparsi in tutta Italia con un obbiettivo ben preciso: permettere alle persone di sfruttare il proprio tempo libero in maniera migliore. Tra eventi sportivi, cene, attività in natura e chi più ne ha più ne metta, troviamo sempre il modo per permettere ai partecipanti di stringere nuove amicizie.

Presupposto questo bando alle ciance e andiamo a scoprire tutto il necessario per godersi la Cascata del Varone e le sue meraviglie.

Visitare la cascata del Varone

cascata del varone gruppo meeters

La cascata del Varone è un attrazione naturale che si trova nella zona del torrente Magnone nel comune di Tenno in Trentino Alto Adige. La vicinanza di questa cascata con il Lago di Garda la rende un luogo molto interessante per i turisti che ormai sono stanchi delle rive dello splendido lago e hanno voglia di un’esperienza più selvaggia.

Le acque che formano le cascate del Varone (perché l’acqua fa più salti nel vuoto) provengono principalmente dal torrente Magnone; una parte della sua portata invece si deve alle perdite del vicino Lago di Tenno. Le cascate si trovano all’interno dell’omonimo Parco Grotta Cascata del Varone, un parco privato la cui apertura si può datare al 1874. L’interno del parco è fatto da un grande percorso che, tra sentieri, scale e ponticelli, porta il visitatore alla grotta che da accesso alle cascate.

Scopri il giardino botanico della cascata del Varone

Passeggiando per il parco è anche possibile imbattersi in un meraviglioso giardino botanico di recente realizzazione. Questo giardino è una delle strutture costruite con il passare degli anni per tentare di rendere l’accesso alla cascata quanto più confortevole e interessante possibile. Il paesaggio verdeggiante ed il panorama che dai monti porta a Riva del Garda rappresentano un interessante premio.



All’interno del giardino è possibile trovare una commistione particolare di piante. Il particolare microclima rende la zona perfetta per la vicinanza di piante tipiche della macchia mediterranea e di alberi di alta montagna. Non è raro, quindi, vedere cipressi, oleandri, olivi vicino a querce, nespoli, pini neri, larici o allori selvatici. Gli appassionati di botanica avranno di che essere felici.

Da qui in poi è possibile scegliere quale punto di osservazione cercare per poter guardare la splendida cascata.

La grotta inferiore della cascata del Varone

cascata del varone vista cascata

Il modo più semplice per potersi godere la potenza (e la frescura) della cascata è andare a visitare la grotta inferiore. Qui è possibile guardare in maniera intermedia la discesa della cascata, da giuto 40 metri di altezza. L’ingresso alla grotta inferiore è contingentato da comode passerelle perennemente bagnate dai flutti dell’acqua. Le passerelle stesse, costruite nel lontano  1874 sono a sbalzo nella roccia viva e, di curva in curva, fanno avvicinare i visitatori alla potenza roboante della cascata.

Gli appassionati di geologia o canyoning sapranno riconoscere fin da subito che, quella che viene definita “grotta” è più una forra. Questa non è altro che una profonda gola scavata dalla caduta dell’acqua della cascata per 55 metri. Questa forra è ad opera del torrente ed è in perenne mutamento da almeno 20.000 anni.

Consiglio spassionato per chi visita la cascata del Varone è quello di dotarsi di un k-way o di un giubbotto impermeabile. Questo perché gli schizzi della cascata sono veramente tanti e pensare di uscire senza essere bagnati è una speranza un po’ vana.

La forza della grotta superiore

Salendo dal giardino botanico è possibile entrare alla grotta superiore dove guardare la seconda cascata, dove il salto è particolarmente alto (ben 98 metri). Dopo aver varcato la soglia (e aver indossato il giubbotto imprmeabile perché qui la doccia è assicurata) quello davanti cui ci si ritrova è un tunnel di 15 metri che finisce in una gola mozzafiato, dove l’acqua scende con una forza tale spezzare il fiato.

Nel corso dei secoli la cascata ha creato una voragine alta un centinaio di metri, dando una pratica dimostrazione del detto latino gutta cavat lapidem. La potenza della cascata viene enfatizzata anche da un gioco di luci colorate di origini artificiale che rende l’esperienza ancora più memorabile. Il risultato finale è uno spettacolo mozzafiato che, d’estate, rappresenta anche una maniera perfetta per refrigerarsi un po’.

Come arrivare alle cascate del Varone

A differenza di molte attrazioni naturali, la Cascata del Varone è un luogo molto semplice da raggiungere.

In primis è necessario raggiungere il comune di Tenno, poco sopra Riva del Garda; Riva purtroppo non è direttamente servita dai treni ma è raggiungibile scendendo a Rovereto sulla linea del Brennero (si possono prendere treni a Roma/Firenze/Bologna/Verona/Bolzano/Trento) e prendendo poi la linea B332 da Rovereto alla zona nord del Garda.

Una volta arrivati a Riva del Garda basta prendere il B211 che dall’autostazione porta al Lago di Tenno e fermarsi poco prima, dopo circa 15 minuti di viaggio. Il prezzo del biglietto in questione è risicato e ondeggia tra 1 e 2 €.

In auto la situazione è semplice perché è possibile raggiungere Riva del Garda in almeno un paio di modi.

  • Da Trento: per la Via Gardesana SS45BIS / Per l’A22
  • Da Verona: per la A22 e poi per la SS240

Da Riva del Garda, poi, basta prendere la SS421 verso Ponte Arche per trovare sulla sinistra il Parco Grotta Cascata, in corrispondenza della località Varone.

Dove parcheggiare per visitare le cascate del Varone?

Anche in questo caso a differenza di molti altri posti, Il parco Cascata del Varone possiede un sacco di parcheggi gratuiti che si possono utilizzare. Il più vicino è il parcheggio privato del parco che, come clausola, permette al massimo una sostanza di due ore. Dal parcheggio all’entrata del parco sono due minuti di camminata.

Quanto costa il biglietto per la cascata del Varone?

Il Parco Cascata del Varone è aperto tutto l’anno tranne il 25 Dicembre; noi consigliamo di visitarlo durante l’estate per potersi gustare un po’ di refrigerio.

Gli orari variano di mese in mese e sono i seguenti:

  • Gennaio/Febbraio 10-17
  • Marzo: 09-17
  • Aprile: 09-18
  • Maggio/Giugno/Luglio/Agosto: 09-19
  • Settembre: 09-18
  • Ottobre: 09-17
  • Novembre/Dicembre: 10-17

Il prezzo del biglietto è così suddiviso:

  • Individuale: 6 €
  • Famiglie: 22 € (2 adulti e 2 bambini), 26 € (2 adulti e 3 bambini)
  • Comitive: 4.50 € (minimo per 20 persone)
  • Gruppi scolastici: 3 € a studente (è necessario presentare un documento di autorizzazione attestante la scuola di appartenenza)