Skip to main content

Le cascate sono sicuramente uno di quei fenomeni naturali più spettacolari che esistano al mondo. E se scopriste di averne una dietro casa? Le cascate in Italia, infatti, sono tante, e la biodiversità del nostro Paese permette loro di presentarsi nelle forme e nei contesti più piacevoli e sorprendenti possibili.

Alcuni direbbero che una cascata è semplicemente il luogo dove un fiume o un torrente precipita invece di scorrere normalmente, a causa di una discontinuità del suo percorso. Ma in realtà è molto di più. Si tratta per alcuni di un’opportunità per attività sportive emozionanti, per altri luogo perfetto per un workshop di fotografia, o persino un posto dove portare i propri figli a conoscere la natura.

In questo articolo troverete una guida sulle 20 cascate in Italia – una per ogni regione del Bel Paese – che forse non conosci, ma devi vedere assolutamente.

Cascate del Rio Verde, Abruzzo

Sono conosciute per essere le più alte dell’Appennino (e le seconde cascate in Italia per altezza). Le Cascate del Rio Verde, in provincia di Chieti, sono però ancora di più. Con la particolare conformazione del loro triplice salto, infatti, non solo misurano un totale di 200 metri in altezza, ma sono attorniate da un contesto vegetale straordinario.

Proprio in questa zona dell’Abruzzo, infatti, si trovano due licheni rarissimi, che si chiamano “Parmotreme reticultatum” e “Physconia servitii”. Ed è anche per questa ragione che si trovano all’interno di una Riserva naturale regionale, oltre che un’oasi WWF.

Le cascate di Vallone del Tuorno, Basilicata

Sono ben 6, e possono arrivare fino a 20 metri d’altezza. Si parla delle cascate di Vallorne del Tuorno, in Basilicata, più esattamente tra Savoia di Lucania e Vietri di Potenza.

La peculiarità di queste cascate in Italia, oltre al loro numero, è il fatto che vi sono in loro corrispondenza delle gole nelle quali ci si può refrigerare, dato che vi è una sorgente sulfurea al loro interno. Inoltre, la presenza delle cascate in quest’area ha comportato lo sviluppo di una quantità di verde molto affascinante.

Tra le cascate in Italia anche quella del Marmarico, Calabria

La più alta dell’Appenino meridionale, invece, prende il nome di cascata del Marmarico. Si trova anch’essa in un’area protetta, il Parco Regionale delle Serre, area di Bivongi. Il suo nome deriva dal dialetto calabrese, “marmaricu”, ovvero lento e pesante.

Per gli amanti del trekking questo è sicuramente il luogo perfetto: da qui passa infatti il Sentiero del Brigante, che attraversa per 100 chilometri il Parco dell’Aspromonte. Di certo un’idea per una possibile vacanza alternativa!

La suggestione delle Cascate Capelli di Venere, Campania

Sono quasi semisconosciute rispetto ad altre cascate in Italia o, nello specifico, in Campania. Questo non vuol dire che non siano un luogo incantevole, anzi. Il fatto stesso di essere meno visitate dal turismo di massa, infatti, le rende un luogo di grande suggestione. Le cascate Capelli di Venere si trovano infatti in una località minore, Casaletto Spartano, provincia di Salerno.

Si trovano nel contesto dell’oasi naturale Capello, e si formano a partire dal Bussentino, che è un affluente del Bussento. La ragione per il nome “Capelli di Venere” è duplice: non solo la cascata va a formarsi come una serie di capelli d’acqua, ma il fiume stesso scorre al di sopra della pianta Capelvenere.



Se questa descrizione della particolarità del luogo non è bastata, però, c’è da dire un’altra cosa: sotto la cascata si forma un laghetto all’interno del quale vi è un’acqua limpida e splendida… In cui si può anche fare il bagno!

Quelle del Dardagna (Emilia-Romagna) tra le cascate in Italia più belle

Tra le cascate più belle d’Italia secondo molti, nell’Appennino tosco-emiliano si trovano quelle del Dardagna. Si tratta di sette balzi tra le rocce che vi toglieranno il fiato. Il tutto può essere visitato attraverso un percorso suggestivo di trekking in mezzo alla natura.

Inoltre, per arrivare al sentiero bisogna anzitutto recarsi a una località che si chiama Madonna dell’Acero, dove c’è un santuario ed un acero – appunto – secolare. Lì si dice che sia apparsa la Madonna.

Forra del rio di Purone, Friuli Venezia-Giulia

Nel cuore delle Dolomiti friulane, nata dal fiume Tagliamento, si trova la cosiddetta Forra del rio di Purone. Si tratta di una cascata “incastonata” all’interno di un canyon, il che la rende non solo spettacolare per la sua posizione particolare, ma anche dall’aspetto quasi “strano” rispetto ai soliti paesaggi italiani.

Il fiume Tagliamento offre alcuni dei paesaggi più belli d'Italia

Il fiume Tagliamento offre alcuni dei paesaggi più belli d’Italia

Per chi volesse fare una gita nella natura diversa, allora, sicuramente quella che conduce a questa forra è una che ha molto da dare ai suoi visitatori.

Cascata Grande del Liri, siamo in Lazio

Si aggiunge alla lista delle cascate “diverse” anche quella che prende il nome di cascata Grande del Liri. La sua grande particolarità, che sicuramente la distingue rispetto alla maggior parte delle cascate in Italia, è il fatto che si trova dentro un contesto cittadino.

Isola del Liri, in Ciociaria (ovvero in provincia di Frosinone), include proprio nel suo paese una cascata che nasce a partire dal Liri. Nello specifico, è all’interno di un’isola creata dal fiume Liri, appunto.

Veduta dell'isola del Liri, dove c'è una delle cascate in Italia più suggestive

Veduta dell’isola del Liri, dove c’è una delle cascate in Italia più suggestive

Cascate in Italia: quella del Geirato, Liguria

Poco più in là rispetto alla città di Genova, invece, troviamo le Cascate del Geirato. Splendide perché inserite in un percorso ricco di macchia mediterranea, nello specifico boschetti e uliveti.

Partiti da Cartagenova, infatti, in Val Bisagno, si può seguire un sentiero che porta fino ai piedi della cascata, appunto, verdissima e fresca in ogni stagione.

In Valchiavenna, Lombardia, le cascate dell’Acquafraggia

Nascono dal torrente Acquafraggia, appunto, nel pieno delle Alpi (più di tremila metri rispetto al livello del mare). Sono le cascate dell’Acquafraggia, inserite in un contesto unico al mondo, e che impressionò persino Leonardo Da Vinci.

Oggi, rispetto ai tempi del celeberrimo inventore, hanno qualcosa di più. Nel corso degli anni, infatti, è stato creato un vero e proprio percorso per i visitatori, con tanto di terrazze panoramiche e un parco dedicato.

Le cascate dell'Acquafraggia hanno incantato persino Leonardo Da Vinci

Le cascate dell’Acquafraggia hanno incantato persino Leonardo Da Vinci

La celeberrima Balza del Metauro, nelle Marche

Il suo nome ufficiale è Cascata del Sasso, ma viene chiamata anche Balza del Metauro, nome che sicuramente le dà un qualcosa in più. Si trova all’interno della Valle del Metauro, nelle Marche, e viene creata dal fiume omonimo.

Rispetto ad alcune altre cascate, questa può essere visitata sia dalla parte superiore che da quella inferiore. La biodiversità qua è imponente, data la presenza di pioppi, salici, rane verdi e granchi di fiume. Chiaramente tutto visibile nel rispetto della natura, che qui vince e dovrebbe vincere su tutto.

Cascata del Volturno, anche il Molise tra le spettacolari cascate in Italia

In una frazione di Castel San Vincenzo, la zona “La Cartiera”, c’è la cascata del Volturno. Più piccola e quasi intima rispetto a tante altre in Italia, si tratta di un luogo molto conosciuto e frequentato dai turisti locali e non.

Attenzione, però, ai meno esperti: meglio indossare scarpe da trekking in quanto per accedervi bisogna passare da una strada un po’ impervia, e l’unico sostegno è un corrimano in corda.

Il Volturno sorprende con i suoi paesaggi intimi e verdi

Il Volturno sorprende con i suoi paesaggi intimi e verdi

Le cascate in Italia più alte: Stroppia, Piemonte

Se vi steste chiedendo quali siano le cascate più alte di tutta Italia, ecco la vostra risposta. Le cascate di Stroppia, infatti, fanno un salto di quasi 500 metri, assolutamente spettacolare. Nascono dal lago Niera, che si trova appunto ad una discreta altezza, ma non solo. Possono essere visitabili in lungo e in largo, dato che esiste un sentiero che porta prima sotto le sue acque (attraverso anche dei suggestivi ponti di legno) che, poi, al punto in cui nascono.

Quello che rende il posto in cui nascono ancora più interessante per qualsiasi trekker (ma, sappiatelo, il percorso è ripido e lungo) è la presenza di tante marmotte e persino camosci, che potrebbero farsi vedere lungo la via.

Cascata di Gravina di Riggio, Puglia

Provincia di Taranto, Grottaglie. Qui si trova la cascata della Gravina di Riggio, anch’essa all’interno di un percorso pieno di ulivi e macchia mediterranea spettacolare, ma soprattutto in fondo a una gravina, che è una specie di canyon di roccia calcarea.

Per arrivarci il percorso è semplice, e adatto anche ai bambini, che potranno divertirsi a osservare questo prodigio della natura. Ma attenzione: la presenza della cascata dipende dalla piovosità del periodo.

In Sardegna, cascata di Capo Nieddu

In provincia di Oristano, invece, c’è un’altra cascata che dipende dalla piovosità del periodo. Quando il rio Salighes raggiunge il livello, giusto, infatti, nella località di Cuglieri si crea la cascata di Capo Nieddu, splendida perché sembra appartenere a un paesaggio ben diverso rispetto a quelli a cui si è soliti assistere in Italia. Il fiume, infatti, si “butta” direttamente in mare, complice anche la costa ripida di quest’area.

Sui Nebrodi la cascata del Catafurco in Sicilia

Non può mancare una cascata anche in Sicilia. All’interno del parco dei Nebrodi (più nello specifico a Galati Mamertino, provincia di Messina) si trova la cascata del Catafurco, alta 30 metri e formata dal torrente San Basilio.

Si trova anch’essa in un contesto roccioso molto particolare, rossiccio e che favorisce una sensazione quasi di canyon rispetto a tante altre cascate più “verdi”, magari perché sommerse da un paesaggio alpino.

Cascata del Mulino, Toscana

Se, non fosse bastata l’idea di poter avere delle cascate di ogni genere, siate pronti allo splendore della cascata del Mulino in Toscana. Questa, infatti, è una cascata di acque termali. Questo vuol dire che l’acqua cade direttamente a temperatura corporea, perché solfurea e proveniente dal torrente termale del Gorello. Inoltre, è ricca di Plancton Termale.

Cascate di Riva, Trentino Alto-Adige

Il torrente Riva, in Trentino Alto-Adige, forma invece le splendide cascate di Riva, o cascate di Campo Tures. In totale sono tre, nella Valle Aurina, nell’omonimo parco naturale.

Campo Tures è una località molto famosa in Trentino Alto-Adige

Campo Tures è una località molto famosa in Trentino Alto-Adige

Si trovano ciascuna a un punto diverso di uno stesso sentiero, molto facile da percorrere e perciò adatto anche alle famiglie. La suggestione, però, non finisce qui: d’inverno si trasformano in ghiaccio!

In Umbria la più famosa: la cascata delle Marmore

Pubblicizzata anche nel corso dell’Eurovision Film Festival, la cascata delle Marmore è la più famosa di tutta Italia. Si trova in Valnerina, in Umbria, ed è stata creata dall’uomo. Ha la particolarità di creare un arcobaleno nelle giornate soleggiate e ricche d’acqua. Si trova in un parco naturalistico spettacolare, che inoltre fornisce energia elettrica tramite l’industria siderurgica.

Lo spettacolo della cascata delle Marmore, la più famosa in Italia

Lo spettacolo della cascata delle Marmore, la più famosa in Italia

Cascata del Lillaz, Valle d’Aosta

Il Parco nazionale del Gran Paradiso, forse il più famoso d’Italia, nella località di Cogne ospita quella che si chiama cascata di Lillaz. Perfetta anch’esso per le famiglie, è molto vicina al villaggio di Lillaz, da cui passa il torrente Urtier.

Infine, il Veneto: le cascate di Molina

Dentro il parco delle Cascate, in provincia di Verona, si trovano le cosiddette cascate di Molina. Non solo acqua: anche caverne e splendida roccia, attorniate da boschi tipici del territorio. Si trovano nel borgo di Molina, molto bello da vedere a fianco di una gita naturalistica. Inoltre, quella del parco è un’area molto ben attrezzata, in quanto è presente anche un’altalena con vista sulla Cascata Nera.

Fai visita alle cascate in Italia con i tuoi amici di Meeters

Grazie ai servizi di Meeters, il portale per fare viaggi organizzati di gruppo, potrai conoscere nuovi amici ed espandere le tue frontiere. L’ideale, insomma, per migliorare la qualità della tua vita a fianco di persone che vogliono a loro volta farlo. Tuffati (letteralmente) in un’avventura tra cascate e caverne, canyon e boschi insieme a guide esperte. Basta iscriversi!