Skip to main content

Il Marocco è una terra tanto vicina alla nostra e di cui, spesso e volentieri, conosciamo davvero pochissimo. Questa splendida nazione si estende solo a poche ore di volo dall’Italia, con i suoi colori, i suoi sapori, le sue credenze e le bellezze naturali e architettoniche. Un viaggio in Marocco è quindi sicuramente qualcosa da organizzare almeno una volta nella vita. In attesa di partire, scopriamo qualcuno dei suoi segreti e quali sono le città più belle del Marocco!

Marrakech

Marrakech è il cuore pulsante della vita del Marocco. È una città ricca di stimoli, colori e rumori, di cui è estremamente facile innamorarsi.

Nata come cittadella fortificata di origine berbera, Marrakech ha rivestito nei secoli anche il ruolo di città imperiale, quindi di capitale del Regno del Marocco. Essendo sempre stata un luogo di incontro di popolazioni diverse, Marrakech non hai mai perso lo spirito vivace e cosmopolita che si può respirare ancora oggi passeggiando per i suoi souk, le strette vie del centro in cui perdersi è davvero un piacere.

Tra le maggiori attrazioni della città spiccano i giardini Majorelle, progettati negli anni 20 dall’omonimo artista francese. Una vasta distesa di cactus e piante rare, su cui il blu e il giallo dominano irresistibili su tutto. Per scoprire invece il passato della città, non si possono saltare il Palazzo El Badi, la Moschea El Koutoubia e, soprattutto, le Tombe dei Saadiani, un mausoleo realizzato in marmo di Carrara che colpisce per la bellezza e le colorazioni delle decorazioni.

Casablanca

Casablanca è oggi la città più popolosa del Marocco, centro economico e finanziario della nazione. Nata come semplice porto e base sull’Atlantico ad uso dei portoghesi, non vanta grandi avvenimenti nella sua storia e per questo viene spesso lasciata fuori dagli itinerari turistici. È una città molto moderna e lussuosa, dove sostare per fare un po’ di vita mondana ed esplorare boutique e ristorantini alla moda.

Tuttavia anche Casablanca vanta delle opere architettoniche davvero uniche, come la Moschea di Hassan II. Affacciata sull’oceano, con un minareto alto oltre 200 metri, è l’unica moschea che potrete visitare in tutto il paese e sarebbe davvero un peccato perdersela.


 


Fès

Tra le città più belle del Marocco non può certo mancare Fès, considerata la capitale culturale del regno. Fès è una città bellissima, che vanta una delle medine più antiche della nazaione, protetta dall’Unesco come Patrimonio dell’Umanità.

Perdersi nel dedalo di viuzze della medina è molto semplice, e forse la sua grande attrattiva deriva proprio da questo, un modo più che efficace per scoprire i segreti della città e respirare la sua vita quotidiana. Ma per evitare attacchi di panico, è sempre meglio perdersi con il supporto di una guida locale!

L’attività per cui Fès è famosa è la lavorazione delle pelli e visitare una delle sue tante concerie e davvero uno spettacolo di colori da vivere! Tra le meraviglie della città spicca poi il Palazzo Reale, con la sua famosa porta blu, che si estende per oltre 80 ettari con giardini, moschee e sepolcri.

Chefchaouen

Quella di Chefchaouen è una piccolissima città, ma che si è guadagnata a dovere una grande fama in tutto il mondo. La sua particolarità è infatti il colore blu che si rincorre tra strade ed edifici in tutto il borgo.

Il perché di questa colorazione così diffusa è un po’ un mistero, secondo alcune leggende serviva ad allontanare gli insetti, soprattutto le zanzare, dalle abitazioni. Secondo altre, invece, la popolazione che ha costruito la città, dandole questo aspetto più andaluso che marocchino, era in maggioranza ebraica e scelse questo colore per richiamare il paradiso.

Qualunque sia la motivazione, Chefchaouen è una città davvero affascinante, ma la sua attrattiva non finisce con il centro storico, con la bellissima Piazza Uta al-Hammam, con la Gran Moschea e la Kasba.

Infatti, questo è un ottimo punto di partenza per delle escursioni alla scoperta del territorio circostante. A poco più di trenta km dalla città si estende infatti il Parco Nazionale Talassemtane, dove ammirare le meravigliose Cascate di Akchour.

Essaouira

Affacciata sull’Atlantico, con la sua cittadella fortificata e le case imbiancate a calce, Essaouira ha rubato il cuore di quanti l’hanno visitata, primi su tutti musicisti come Jimi Hendrix e registi che l’hanno utilizzata come set per le loro storie.

Nonostante la fama e il grande afflusso di turisti, la città è riuscita a mantenere la sua anima più tradizionale, che si respira lungo il porto, dove i pescatori lavorano ancora come un tempo, e lungo la bellissima medina Patrimonio dell’Unesco.

Essaouira ha sviluppato anche un’anima più moderna, che ha contribuito a renderla un ritrovo bohémien per artisti e curiosi, grazie alle tante gallerie d’arte che si possono visitare sul lungomare. Infine, grazie alla sua posizione, la città è ben esposta ai venti alisei che attraggono ogni anno tanti surfisti.

Rabat

La capitale del Marocco, Rabat, è una delle città più ricche i monumenti in cui scoprire la storia del paese. Fondata nel XII secolo ai musulmani in fuga dalla Spagna cristiana, la città si è espansa con i secoli, mantenendo inalterate le tracce del suo passato. Il centro storico della città e il quartiere fortificato della Kasba degli Oudaïa, per esempio, sono perfettamente conservati e protetti dall’Unesco.

Tra le maggiori attrattive spicca il complesso di Hassan, l’ambizioso progetto del sultano Yacoub al-Mansour rimasto però incompiuto. La moschea doveva essere la più grande e alta del paese, ma è oggi un’affascinante struttura a cielo aperto visitabile.

Altri monumenti da visitare sono il Mausoleo di Mohammed V, la necropoli di Chellah, il Museo Archeologico e, infine, i giardini di Bouknadel.

Rabat è una poi città molto viva dal punto di vista culturale e qui vengono organizzati importanti eventi come il Jazz au Chellah e il Mawazine World Music Festival.

Merzouga

città più belle del marocco

Merzouga non è proprio una città, piuttosto un’oasi nel deserto, sorta a poca distanza dalle dune di Erg Chebbi, le più alte del Marocco. È  una località priva di grandi monumenti ed edifici storici, eppure tra le più visitate del paese perché punto di partenza perfetto per tutti i tour all’avventura nel deserto, che siano a piedi, a bordo di una jeep o a cavallo di un cammello.

Il tour del deserto è una tappa obbligatoria di ogni viaggio in Marocco e per renderlo ancora più intenso e indimenticabile, scegliete di trascorrere almeno una notte nei campi tendati, per dormire sotto le stelle, ascoltare la musica tradizionale e condividere un tipico pasto beduino.

Ouarzazate

Anche Ourzazate è nata come oasi nel deserto, ma negli anni la sua importanza è cresciuta, divenendo non solo la capitale marocchina del cinema, ma anche set di grandi produzioni estere come La mummia o Lawrence d’Arabia.

La sua è una posizione davvero d’eccellenza, tra le catene montuose e il deserto del Sahara. Nel territorio circostante inoltre, si possono ammirare oasi e gole tra le più belle del paese come la Valle delle rosse, le Gole del Todra, ma anche l’antico villaggio fortificato di Ait-Ben-Haddou.

Tutto questo parlare delle città più belle del Marocco non ha fatto altro che accendere la vostra voglia di avventura? Avanti, non c’è tempo da perdere, preparatevi a partire! E se vi piacerebbe farlo con un gruppo di avventurieri come voi, scoprite i viaggi organizzati da Meeters in Italia e nel mondo per trovare quello più adatto a voi!