Skip to main content

Negli ultimi anni, grazie soprattutto all’attivismo di figure come Greta Thunberg, si è posto l’accento sulla sostenibilità in tutti i campi del vivere quotidiano. Spesso confusa per un concetto trendy, la sostenibilità è però una vera e propria chiamata alle armi verso gli esseri umani per proteggere la Terra. In tanti si chiedono come aiutare l’ambiente in modo concreto ed efficace, spesso con diffidenza, convinti che per salvaguardare il nostro pianeta e frenare il cambiamento climatico sia necessaria solo e soltanto un’azione dall’alto.

Ma non è così: tutti possiamo contribuire con le nostre azioni a ridurre l’inquinamento, il surriscaldamento globale e il nostro impatto sulla terra. Sono sette i piccoli gesti quotidiani che possono davvero fare la differenza, scopriamoli!

1. La raccolta differenziata

Come aiutare l'ambiente

Sebbene la raccolta differenziata sia stata introdotta nel nostro paese da tanti anni, ancora c’è chi non la segue affatto o chi la fa superficialmente. È importante invece separare i rifiuti e conferirli nei contenitori appositi, senza gettare tutto indiscriminatamente nell’indifferenziato. E se non sapete dove buttare qualcosa, leggete bene le etichette, fate una rapida ricerca su internet o consultate le disposizioni del vostro comune.

Tuttavia, ci sono ancora zone in Italia non ben servite e per ovviare a questo problema è necessario uno sforzo personale in più: separare comunque i rifiuti per tipologia e buttarli negli appositi cassonetti, senza aspettare per forza il porta a porta.

Ci sono poi altri rifiuti che richiedono una cura in più nel momento in cui si buttano. Ci sono per esempio i rifiuti ingombranti, che non vanno semplicemente abbandonati dove capita, ma vanno consegnati agli enti preposti, anche in questo caso per contattarli e per qualsiasi altro dubbio va consultato il proprio comune. Ricordate poi che i dispositivi elettronici non si buttano all’indifferenziato, ma al RAEE e questi, così come altri rifiuti quali lampadine, vernici, solventi e bombolette a gas, vanno portati alle isole ecologiche.

Infine, bisogna imparare anche a riciclare. Non tutto ciò che non ci serve più è un rifiuto. Libri, vestiti, mobili e qualsivoglia oggetto può tornare utile a qualcun altro o, se non è in buone condizioni, riparato. Per farlo basta visitare i mercatini dell’usato o le nuove app di compravendita, assicurando così una seconda vita alle cose che non ci servono più.

2. Una spesa consapevole per il pianeta

Come aiutare l'ambiente

Fare bene la differenziata è un processo che inizia al momento stesso degli acquisti. Quando facciamo la spesa è importante controllare bene le etichette di ogni prodotto per accertarci di poterli smaltire nel modo più corretto. In generale, è meglio privilegiare i prodotti sfusi ed evitare di acquistare quelli che presentano tanti imballaggi diversi o non differenziabili.

Altra regola fondamentale su come aiutare l’ambiente è rinunciare il più possibile alla plastica. Evitiamo gli imballaggi di plastica e la plastica monouso (come piatti e posate). Privilegiamo di contro i prodotti compostabili e biodegradabili, o se non è possibile fare diversamente, almeno quelli realizzati in maniera responsabile, con materiali riciclati e riciclabili, o con una ridotta impronta di anidride carbonica.

Sul fronte dei prodotti chimici, come cosmetici e detersivi, da anni sono disponibili numerose soluzioni alternative ed ecologiche. Anche in questi casi, leggiamo bene le etichette: sì alle materie prime di origine naturale e vegetale, no alle senza sostanze chimiche e tossiche.

Diciamo no anche e definitivamente all’usa e getta. Sapevate che esistono pannolini, assorbenti, ma anche dischetti struccanti lavabili e riutilizzabili? Questi sono degli ottimi investimenti di cui non vi pentirete mai!

Infine, per portare la spesa a casa scegliete le buste in tela riutilizzabili (per evitare di dimenticarla e acquistarne altre, tenetene sempre una in borsa).

3. Cosa si porta a tavola

Come aiutare l'ambiente

Mangiare sostenibile fa bene due volte: non aiuta solamente a salvare il pianeta, ma anche a mantenersi in salute. Ecco perché è necessario prestare attenzione a ciò che si porta a tavola. Innanzitutto si deve privilegiare il consumo di frutta e verdura, non confezionate, non surgelate, ma fresche, di stagione e soprattutto locali, il cosiddetto kilometro zero.

Non è necessario adottare in toto lo stile di vita vegano o quello vegetariano, ma il consumo di carne e pesce va ridotto notevolmente. Gli allevamenti di carne bovina sono responsabili del 18% delle emissioni di gas serra nell’aria e favoriscono la deforestazione, quindi quando si acquista la carne rossa è meglio scegliere quella proveniente da allevamenti biologici e non intensivi. Allo stesso modo, quando acquistate il pesce fatelo con un occhio di riguardo alle zone e ai metodi di pesca (per saperne di più leggete l’interessante e utile guida del WWF sul consumo responsabile di pesce per favorire anche il ripopolamento degli oceani).

4. Consumare meno a casa: ecco come aiutare l’ambiente

Come aiutare l'ambiente

Anche e soprattutto quando si è a casa, non bisogna mai abbassare la guardia! È infatti necessario rivedere e correggere tutto un insieme di comportamenti e abitudini dannose che compiamo senza nemmeno accorgercene. Quante volte lasciamo accese le prese elettriche senza niente attaccato? Quante volte lasciamo gli elettrodomestici attaccati alla spina anche quando non ci servono? E quante volte usciamo dalle stanze senza spegnere la luce?

L’enorme dispendio energetico che si verifica con queste dimenticanze può non avere grossi effetti sulla bolletta, ma contribuisce enormemente al surriscaldamento globale. Ecco perché è essenziale stare attenti a questi e ad altri piccoli gesti. Spegnete ogni dispositivo elettronico che utilizzate e non accontentatevi semplicemente di metterlo in stand by. Non esagerate con il riscaldamento e con l’aria condizionata e per assicurarvi di tenere sempre la casa ad una buona temperatura sostituite i vecchi infissi per ridurre la dispersione termica.

Altri accorgimenti da non sottovalutare su come aiutare l’ambiente, passano ancora una volta dagli acquisti consapevoli. Un prodotto non vale l’altro! È meglio scegliere sempre lampadine a risparmio energetico, pile ricaricabili ed elettrodomestici di classe A.

Lo stesso discorso dell’energia elettrica va fatto anche sul fronte dell’utilizzo delle risorse idriche. Lo spreco che facciamo ogni giorno di acqua è infatti elevatissimo. Il rubinetto non va aperto al massimo, ma giusto un po’ per far uscire solo la giusta quantità di acqua e ogni volta che non la stiamo utilizzando direttamente spegnerlo subito. È il caso per esempio di quando ci laviamo i denti: è inutile tenere il rubinetto aperto mentre ci spazzoliamo i denti! Il tempo della doccia va poi ridotto, una doccia di cinque minuti può infatti arrivare a consumare 45 litri di acqua, senza considerare poi il carburante necessario per riscaldarla. Infine, va privilegiato anche l’uso della lavastoviglie, che utilizza solo l’acqua necessaria, e che come la lavatrice va fatta partire solo a pieno carico.

5. Comprare meno cose

Come aiutare l'ambiente

L’abitudine migliore che possiamo adottare se vogliamo capire come aiutare l’ambiente in maniera attiva è comprare meno e comprare meglio. Il fatto che una risorsa sia disponibile, costi poco o sia “bella da vedere” non significa necessariamente che sia utile o che ci servirà. Ogni volta che compriamo qualcosa, dobbiamo tener conto del fatto che quell’oggetto un giorno diventerà un rifiuto. Allo stesso modo dobbiamo imparare a spendere magari un po’ di più, ma assicurarci prodotti più duraturi e di maggiore qualità.

Altrettanto importante è usare ciò che compriamo fino a quando è possibile, per esempio non è necessario cambiare il telefono ogni anno per assicurarci il modello più nuovo, piuttosto usarlo fino alla sua morte e smaltirlo poi nel modo più corretto. Così come per la tecnologia, anche per l’abbigliamento: evitiamo il fast fashion, l’acquisto compulsivo di capi belli, alla moda e a basso costo, ma spesso di scarsa qualità e realizzati con materiali non sostenibili. Anche in questo caso è consigliabile spendere un po’ di più per prodotti duraturi e realizzati con fibre naturali o anche acquistare capi vintage o di seconda mano.

Un’altra abitudine da correggere è poi quella di fiondarsi subito sugli e-commerce ogni volta che ci serve qualcosa. Una cosa troppo spesso trascurata è che la consegna del nostro ordine spreca petrolio per il trasporto e di conseguenza contribuisce ad emettere ulteriori gas serra nell’atmosfera. Torniamo quindi ad una ventina di anni fa, quando visitavamo di persona i negozi della nostra città per comprare qualcosa, aiutando così anche la sopravvivenza delle piccole attività.

6. Viaggiare in modo sostenibile

Come aiutare l'ambiente

Se vi chiedete come aiutare l’ambiente anche quando vi spostate, ci sono degli accorgimenti da tenere a mente durante i viaggi, grandi o piccoli che siano. La macchina è l’oggetto di uso quotidiano che inquina di più, per questo dobbiamo ridurre il suo utilizzo il più possibile. Non saliamo in auto ogni volta che dobbiamo andare da qualche parte, per un tragitto breve è meglio andare a piedi o in bicicletta (e ancora una volta a guadagnarci è la salute!)

Per andare a lavoro privilegiamo allo stesso modo i mezzi green, come anche i nuovi monopattini elettrici, o gli autobus, la metro e i tram. Se invece non si può proprio rinunciare alla macchina, è il momento di pensare ad un investimento sul lungo termine: le auto elettriche sono l’alternativa migliore, ma anche quelle a metano o a gpl consumano molto meno rispetto a quelle a diesel o a benzina.

Anche se ancora demonizzato dai più lo smart working è una scelta importante per ridurre l’inquinamento nelle grandi città, il traffico e lo stress personale. Chi può evitare di andare ogni giorno in ufficio dà una mano significativa all’impegno per il pianeta. Inoltre, se sceglierete di viaggiare in maniera green potrete trovare tantissime attività da fare in un natura per ritrovare il proprio benessere grazie a percorsi immersi nel verde.

7. Curare il proprio giardino

Come aiutare l'ambiente

Le piante assorbono l’anidride carbonica presente nell’atmosfera grazie alla fotosintesi: ecco perché è importante ridurre la deforestazione e piantare delle nuove piante. Iniziamo dai nostri giardini, è un gesto semplice ma che può davvero fare la differenza. Coltiviamo piante, erbe aromatiche e creiamo il nostro personale orto, anche sul balcone di casa se non si hanno a disposizione altri spazi. Così facendo si aiutano anche gli insetti e si riduce l’utilizzo di pesticidi chimici.

Questi sono solo dei piccoli passi su come aiutare l’ambiente, ma fare la differenza è davvero possibile. Basta solo un po’ di buona volontà e impegno quotidiano (qui tanti altri consigli e informazioni utili) per salvare un pianeta, il nostro, che è davvero unico e prezioso.