Skip to main content

Cambiare città significa cambiare vita e ricominciare da zero. È un passaggio spesso necessario e obbligato, che può causare dolore, paure e senso di spaesamento. Può sembrare difficile capire come ambientarsi in una nuova città, ma in realtà è un processo naturale e semplice, che richiede però voglia di mettersi in gioco e una mentalità aperta alle novità. Ci sono piccole e semplici tecniche per imparare a fare della nuova città la propria casa, scopriamole insieme!

Non chiudersi a casa e in sé stessi

come ambientarsi in una nuova città

Chiudersi in sé stessi può essere un meccanismo involontario della mente per scacciare le ansie, le delusioni e la paura di non essere accettati o, piuttosto, di non riuscire a farsi accettare. Per quanto naturale, questo è l’atteggiamento da evitare se ci si vuole ambientare in una nuova città. Bisogna essere coraggiosi, uscire dalla propria comfort zone e gettarsi a capofitto nelle situazioni e nelle occasioni che si presentano.

Pensare al passato e a ciò che avete lasciato indietro non farà che complicarvi le cose e creare una bolla di nostalgia e malinconia che vi impedirà di apprezzare davvero ciò che avete davanti a voi. Cambiare città è cambiare punto di vista: un nuovo inizio, un’esperienza di vita e un’opportunità preziosissima da sfruttare fino in fondo per la propria crescita personale.

Farsi nuovi amici

come ambientarsi in una nuova città

Nell’arco di una vita, può capitare di trasferirsi in un’altra città tantissime volte. Ma per quante volte ciò possa accadere, non ci si abitua mai e il cambiamento è sempre spiazzante. Si possono portare dietro libri, mobili e vestiti, ma non tutte le persone a cui si tiene. E sono proprio gli amici la cosa che manca di più nei primi mesi. La solitudine si farà sentire parecchio e perciò è importante curare sin da subito la propria sfera sociale. Saranno infatti le persone che si incontrano sul nuovo percorso di vita a far apprezzare di più la nuova città.

Conoscere nuove persone non è difficile, anzi oggigiorno è sempre più semplice. Ma non dovete aspettare che gli altri vengano a bussare alla vostra porta, dovete essere voi a rivolgere la parola per primi e a rompere così il ghiaccio.

App e tutto ciò che la tecnologia ci offre

come ambientarsi in una nuova città

Cosa c’è oggi di più familiare delle piattaforme che internet ci mette a disposizione? Nello spaesamento totale del trasferimento app, social network, forum e chat possono essere davvero una risorsa da non sottovalutare per sconfiggere la solitudine. Se ancora non vi sentite di uscire e visitare il posto o non sapete come fare e dove andare, potreste iniziare a chiacchierare in completa tranquillità con i vostri nuovi concittadini da casa, tramite telefono o computer. È un metodo molto apprezzato per combattere la timidezza senza vergogna o imbarazzo. Ma ricordate poi di portare queste nuove amicizie anche nella vita reale, per farle crescere e creare legami saldi e duraturi.

Frequentare i colleghi

I colleghi di lavoro sono in molti casi le prime persone che si conoscono in una nuova città e sono una vera e propria finestra su questo nuovo mondo. Non c’è alcun motivo di essere timidi o spaventati, infatti la socializzazione avviene in maniera molto naturale, quasi per necessità, essendo “costretti” a stare insieme, a lavorare fianco a fianco e a condividere progetti e pause.

I colleghi potranno aiutarvi ad ambientarvi in città, consigliandovi eventi a cui partecipare, luoghi da frequentare e introducendovi magari a nuove persone. Se poi sono nativi del luogo o vi abitano da tanto tempo sapranno farvi conoscere il volto più autentico della città e aiutarvi a capirla e apprezzarla meglio.

Se poi il trasferimento è per motivi di studio, allora la vita sembrerà ancora più semplice! Che sia la triennale o un master in un paese all’estero i colleghi di studio e i coinquilini sono per la maggior parte dei fuori sede proprio come voi e l’ambientamento sarà un gioco da ragazzi.

Iscrizione meeters

Frequentare corsi

Un ottimo modo per apprezzare di più la nuova città e sentirla propria è quello di proiettarci sopra interessi e passioni personali. Frequentare un corso è vantaggioso per tante ragioni. Si crea una routine, si trova un luogo che sia al contempo punto di riferimento, di svago e di crescita personale; si investe il proprio tempo libero in un hobby e si incontrano tante altre persone che condividono le vostre passioni e con cui sarà immediato stabilire un contatto. Insomma, le condizioni sono ideali per sviluppare finalmente l’ hobby che si teneva chiuso nel cassetto.

Esplorare senza mezzi di trasporto

come ambientarsi in una nuova città

Per ambientarsi davvero in una città bisogna conoscerla. Esplorarla in lungo e in largo da soli è il metodo più efficace per rompere la barriera di diffidenza e sentirsi a casa, entrare in comunione con la città, i suoi ritmi, i suoi abitanti e i suoi luoghi. Farlo da soli a piedi, magari anche perdendosi, è davvero importante per imparare anche qualcosa su sé stessi. Così facendo si possono trovare dei luoghi del cuore, da visitare di continuo e fare propri, per sentirsi a proprio agio, protetti e compresi.

L’esplorazione può iniziare dal proprio quartiere, spingersi verso i luoghi di maggiore interesse, i siti storici e culturali di quella città, per poi allargarsi e includere quelle perle nascoste ai più. I luoghi insoliti, ma più magici e veri creeranno una forte connessione tra voi e il cuore di quella che sta diventando la vostra nuova casa. Nel frattempo potete prefiggervi delle sfide: parlare con la gente che vi circonda, porre una domanda agli sconosciuti e cogliere ogni situazione e opportunità per chiacchierare e fare amicizia.

Ma perché limitarsi solo all’ambiente cittadino? Lanciatevi anche all’esplorazione della natura, delle campagne e dei borghi circostanti. Pianificare queste escursioni (vi piace l’idea? Volete farlo in compagnia? Scoprite gli eventi che Meeters organizza in tutta Italia!) vi darà occasioni da attendere con trepidazione e sarete grati di esservi trasferiti per queste opportunità che non sareste riusciti a cogliere diversamente.

Partecipare alla vita culturale e agli eventi

come ambientarsi in una nuova città

Conoscere una città non significa solo conoscere le persone che la abitano o gli edifici che ne hanno fatto la storia. Per ambientarsi in una nuova città bisogna prendere parte alla sua vita quotidiana, adottarne le abitudini, viverne le situazioni. Per farlo, ancora una volta, si devono sfruttare al massimo tutte le occasioni che essa offre. Il consiglio è di visitare i luoghi di cultura, prendere parte agli eventi, soprattutto a quelli più tradizionali e mostrarsi sempre curiosi e aperti a tutto.

Anche il volontariato è un modo per conoscere la città, i suoi problemi e le cause che più stanno a cuore ai suoi cittadini. Partecipare attivamente alla ricerca di soluzioni vi farà sentire utili e parte definitiva del tessuto sociale!