Skip to main content

Poche esperienze nella vita sono così emozionanti come portare fuori una nuova barca o andare in barca per la prima volta. Ma sia che siate esperti o novizi, sia che stiate partendo per una giornata di pesca o per una gita nel fine settimana sulla vostra barca di famiglia, la pianificazione e la preparazione del viaggio in barca aiuteranno voi e i vostri ospiti a passare una giornata davvero piacevole sul pelo dell’acqua. Ecco allora i nostri consigli su come organizzare una gita in barca nel migliore dei modi:

 

Come organizzare una gita in barcaLa sicurezza prima di tutto

Tutte le avventure nautiche di successo iniziano con un focus sulla sicurezza. Indipendentemente dalle sue dimensioni o dalla destinazione della vostra crociera, assicuratevi che la vostra barca sia equipaggiata con questi articoli:

  • Giubbotti di salvataggio per tutti coloro che saliranno a bordo
  • Estintori funzionanti
  • Kit di primo soccorso completo
  • Razzi di segnalazione funzionanti, non scaduti, segnali visivi di pericolo
  • Un segnale sonoro funzionante (tromba, tromba ad aria, megafono o fischietto)

Oltre agli articoli richiesti per legge, per i quali vi consigliamo di consultare sempre le guide ufficiali aggiornate, dovreste avere a bordo anche questi articoli raccomandati, indipendentemente dalle dimensioni della barca o dalla destinazione prevista:

  • Tutta la documentazione appropriata (documentazione dell’imbarcazione, licenza di pesca, pass per il parco, certificato di sicurezza nautica o licenza dell’operatore, come richiesto dal vostro stato)
  • Binocolo
  • Ancora, con sufficiente catena o corda
  • Dispositivo di galleggiamento
  • Bandiere per sport acquatici
  • Cime e parabordi extra
  • Gancio o palo per la barca

Se i vostri piani di crociera vi porteranno in mare, in acque vicine alla costa, allora sarà bene includere anche:

  • Bussola
  • Radio VHF
  • GPS/plotter cartografico
  • Cercatore di profondità
  • Carte nautiche
  • Kit di attrezzi

Approvvigionare la barca.

Per capire come organizzare una gita in barca nel migliore dei modi, è necessario avvalersi di molte liste. Preparate una lista di rifornimento con tutti i cibi, le bevande e gli articoli da regalo di cui pensate di aver bisogno per il vostro viaggio, specie se si tratta di una gita di diversi giorni.

Una borsa frigo piena di ghiaccio è essenziale, sia per conservare il cibo e le bevande che per conservare il pesce nel caso in cui siate fuori per pescare. Portate delle borracce di acqua extra, bevande sportive e bevande analcoliche per mantenervi idratati. Oltretutto, alcuni dei migliori cibi da barca per brevi gite di un giorno includono panini, frutta e snack che potete tenere nella borsa frigo.

Per i viaggi più lunghi, invece, pianificate il vostro menù e prevedete il numero esatto di pasti e spuntini che servirete a bordo.

Ricordate che il sole è sempre più forte sull’acqua, quindi non ignorate la crema solare, i cappelli, gli occhiali da sole e i copricostumi che forniscono una protezione solare extra. E dopo il tramonto, potreste essere grati di aver portato con voi una camicia a maniche lunghe o un maglione, e un repellente antizanzare.

Non dimenticate di portare con voi tutte le attrezzature sportive che intendete utilizzare, come attrezzi da pesca, attrezzature per immersioni, kayak, giocattoli gonfiabili, sci d’acqua o materassini galleggianti.

Portate un cambio di vestiti e abbastanza asciugamani per tutti, una borsa asciutta per riporre i cellulari e le macchine fotografiche, i tablet o altri dispositivi elettronici personali, in modo da mantenerli funzionali in caso di fuoriuscite o schizzi accidentali.

In più, sbizzarritevi con libri, riviste, musica o giochi, a seconda di quanto gradirete la socialità durante la gita.

 

Come organizzare una gita in barcaPianificare la gita

Dove si va?

Avete scelto la vostra destinazione?

Starete fuori per una giornata di pesca o farete un giro turistico, attraccando in qualche bel porticciolo?

Andrete per mare, tra le calette e gli scogli, o vi godrete il sole del lago?

Qualunque sia la vostra destinazione, assicuratevi che sia adatta ai gusti di ogni ospite, o che sia adatta ai bambini a bordo, eventualmente.

Scegliete una destinazione adatta ai diportisti e tenete sempre conto del periodo dell’anno in cui vi muovete. L’estate è di solito un paradiso per i diportisti: giornate lunghe, cielo soleggiato e acque più calme rendono la crociera un’esperienza confortevole.

Controllate le previsioni del tempo

Ci sono diverse applicazioni meteo marine disponibili: assicuratevi di controllare che tempo farà durante la vostra gita, per evitare spiacevoli contrattempi ed essere preparati rispetto a come troverete il mare (o il lago) durante la navigazione.

Tracciate la vostra rotta

Indipendentemente dalla destinazione prevista, tirate fuori le carte nautiche e studiatele. Prestare attenzione alla profondità delle carte è essenziale per evitare di incagliarsi e di incorrere in imprevisti costosi (oltre che seccanti). Assicuratevi di consultarne la versione più recente, che riporti i possibili pericoli della navigazione, come i cambiamenti di canale dovuti a dragaggio, erosione, frane o costruzioni. Studiate la rotta e fate attenzione alle zone poco profonde, alle correnti e alle rotte di navigazione.

Una volta che avrete studiato le carte e tracciato le rotte, calcolate il tempo e la distanza, il chilometraggio e il fabbisogno di carburante.

Se il vostro viaggio richiederà dei pernottamenti, identificate gli ancoraggi pubblici o i porti turistici lungo la strada e fate tutte le prenotazioni necessarie.

Per esempio, prenotate un posto barca o trovate un campo di ormeggio che sia conveniente. Se avete un tender o un gommone, legarvi a una boa d’ormeggio è un’opzione conveniente, ma di solito c’è il principio “primo arrivato, primo servito”. Durante l’ancoraggio, assicuratevi di capire le correnti e le maree della zona per evitare brutte sorprese. Infine, assicuratevi di avere sempre un piano B per il pernottamento.

Non dimenticate di mappare le stazioni di rifornimento lungo il percorso. A differenza della guida lungo un’autostrada trafficata, le stazioni di servizio accessibili per la nautica sono più sparse. Quando pianificate le soste per il carburante, tenete conto delle spese extra per il maltempo o i venti forti.

Dite a qualcuno dove state andando.

Che stiate uscendo solo per un giorno o per un’avventura lunga una settimana, fate un “piano di galleggiamento” con un amico fidato, un collega o un membro della famiglia. Dite loro quando partite, quanto tempo pensate di stare via e quando pensate di tornare. Una volta tornati, naturalmente, non dimenticatevi di contattarlo per fargli sapere che tutto va bene.

 

Come organizzare una gita in barcaTutti a bordo!

Avvisate il vostro porto turistico, se necessario.

Se tenete la vostra barca in un deposito a secco, chiamate in anticipo per programmare un varo. Molti porti turistici con rimessaggio a secco richiedono solo 30 minuti di preavviso, mentre altri richiedono di avvisare un giorno prima.

Se la vostra barca è in un deposito, fermatevi all’ufficio per far sapere quando partirete e per organizzare l’eventuale aiuto di cui potreste aver bisogno per allontanarvi dal molo.

 

Controllare i sistemi

Proprio come un pilota di linea esegue una lista di controllo prima del volo, ogni proprietario di barca responsabile esegue un controllo pre-crociera di quanto segue per assicurarsi che tutto sia in ordine:

dai livelli di carburante e olio del motore a quelli delle cisterne (acqua e serbatoio); le eliche, le luci e tutti i dispositivi.

E ora, avviate i motori, gettate le cime e lasciate che l’avventura abbia inizio!