Skip to main content

Il Cammino di Santiago è un pellegrinaggio di origine medievale che vede ogni anno migliaia di persone da tutto il mondo in cammino verso la cattedrale di Santiago de Compostela in Galizia, nel nord ovest della Spagna.

La leggenda narra che i resti dell’apostolo San Giacomo il Grande furono sepolti qui e scoperti da un pastore nel IX secolo. La città, infatti, prende il nome dall’apostolo: Santiago de Compostela significa San Giacomo del Campo delle Stelle.

Questo cammino è stato inserito nella lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO per il suo importante ruolo nel favorire gli scambi culturali tra persone di tutta Europa e del mondo per molti secoli. Oggi, più che un pellegrinaggio, è un’esperienza unica e un viaggio di una vita. Ma come prepararsi al cammino di Santiago di Compostela?

Se non hai mai fatto questo tipo di  viaggio, consigliamo di rivolgerti a un’organizzazione già attrezzata: Meeters, per esempio, propone dei percorsi di preparazione al cammino e si occupa di organizzare diversi tipi di viaggi, tra cui, appunto, quelli dedicati al famoso cammino di Santiago.

SCOPRI IL VIAGGIO A SANTIAGO DE COMPOSTELA

Infatti, se non sei abituato a camminare per diverse ore, giorno dopo giorno, pianificare in anticipo per prepararti al Camino de Santiago renderà l’esperienza più piacevole. Il terreno è vario e presenta alcune sfide, come per esempio i ciottoli di granito, e, anche se estremamente gratificante, il Camino può essere fisicamente impegnativo.

Se stai pensando di imbarcarti in questa incredibile avventura, continua a leggere i nostri consigli per aiutarti a metterti in forma prima e sapere cosa aspettarti mentre sei in viaggio.

come-prepararsi-al-cammino-di-santiago-di-compostelaCostruisci la tua resistenza

Se non sei già in forma e attivo, è una buona idea iniziare l’allenamento diversi mesi prima, se possibile. In questo modo, puoi aumentare gradualmente il tuo livello di forma fisica e le distanze che puoi coprire. Poniti l’obiettivo di camminare una media di 2 ore al giorno per almeno due mesi prima di intraprendere il cammino.

Una volta che sei in grado di affrontare camminate di un giorno intero, il passo successivo è cercare di inserire nella tua routine alcune camminate di più giorni, per abituare il tuo corpo alla sfida.

Consulta un professionista

Se non hai fatto molto esercizio fisico per tanto tempo o hai problemi con qualche parte del tuo corpo, parla con un professionista della salute o un preparatore atletico per avere consigli specifici su come prepararti al Camino de Santiago e proteggerti da eventuali lesioni.

Rafforza il core

Rafforzare i muscoli centrali intorno all’addome alleggerirà la pressione sulla schiena, specialmente quando affronterai le colline. È una buona idea praticare yoga, Pilates o altri esercizi di allenamento della forza del core e degli addominali prima e durante il tuo Cammino.

come-prepararsi-al-cammino-di-santiago-di-compostela2Impara alcuni esercizi di stretching

Prepara il tuo corpo prima di partire: ogni giorno, per sciogliere le articolazioni e risvegliare i muscoli del core, fai una serie di semplici esercizi di stretching. Quando arrivi a destinazione per la giornata, non dimenticare di fare altri esercizi di stretching per rilassarti e aiutare il tuo corpo a rilassarsi e recuperare.

Pratica trekking su sentieri diversi

Il Cammino di Santiago è un misto di strade asfaltate, ghiaia, erba e sentieri sterrati, vecchie strade di pietra, strade acciottolate, sentieri sabbiosi, sentieri stretti, marciapiedi e passerelle di legno.

Qualunque sia il tuo percorso, ci saranno delle colline, quindi esercitati a camminare su e giù per abituare i tuoi muscoli allo sforzo.

Procurati delle buone scarpe da trekking

A causa di queste superfici irregolari e a volte inesorabili, avrai bisogno di un paio di scarpe da trekking decenti o di stivali che siano idealmente ben ammortizzati, leggeri, impermeabili e traspiranti, così come di calzini da trekking di buona qualità senza cuciture

Se hai bisogno di comprare nuove calzature per questo viaggio, assicurati di usarle molto prima per evitare vesciche.

E, in generale, equipaggiati con dell’abbigliamento adatto a delle escursioni di lungo corso.

come-prepararsi-al-cammino-di-santiago-di-compostela1Esercitati a camminare con l’attrezzatura

Anche se usi un servizio di trasferimento bagagli per la maggior parte dei tuoi effetti personali, dovrai fare attenzione a non sovraccaricare il tuo zaino. L’acqua sarà probabilmente l’oggetto più pesante da portare ed è importante rimanere idratati, ma le altre cose dovrebbero essere limitate all’essenziale quotidiano.

Prova il peso di ciò che pensi ti serva e vedi cosa puoi fare a meno o mettere nel tuo bagaglio trasferito.

Procurati un paio di bastoncini da passeggio

Una volta che hai imparato la tecnica di camminare con due bastoncini, probabilmente non ti guarderai più indietro! Se usati correttamente, ti fanno risparmiare energia spingendoti in avanti e ti aiutano a distribuire lo sforzo in modo più uniforme in tutto il corpo. Toglieranno molta pressione dalla schiena, dalle ginocchia e dai fianchi. Potrai anche appoggiarti a loro quando avrai bisogno di una breve pausa o di un po’ di stretching.

Datti del tempo

Mentre a casa si può essere in grado di camminare in media 5 chilometri all’ora su un percorso relativamente breve e pianeggiante, molte persone riescono a fare molto meno di questo sul Cammino di Santiago. Le soste di riposo e le pause per notare o fotografare l’ambiente circostante probabilmente ti faranno rallentare a circa 3,5 km all’ora o anche meno.

Quando le giornate sono più corte, dovrai assicurarti di partire abbastanza presto per raggiungere la tua destinazione ben prima che faccia buio, a un ritmo confortevole. Altrimenti, potrebbe essere un’idea migliore quella di ridurre la distanza che intendi percorrere ogni giorno in modo da rimanere entro i tuoi limiti fisici.

come-prepararsi-al-cammino-di-santiago-di-compostelaImpara qualche frase di spagnolo e portoghese

Il Cammino portoghese ti porta attraverso alcune zone molto rurali del nord del Portogallo e della Spagna. Anche se la gente del posto sarà abituata a vedere i pellegrini passare per i loro villaggi, potrebbe non parlare la tua lingua o l’inglese.

L’ultimo consiglio per aiutarti a prepararti al Camino de Santiago, dunque, è quello di imparare solo le basi per salutare e chiedere indicazioni nei negozi e nei ristoranti, o per chiedere aiuto, se mai ne avessi bisogno. Essere in grado di comunicare ti farà sentire più sicuro di te e ti aiuterà a scaldare il cuore delle persone che incontrerai. In fondo, fare il cammino di Santiago è un modo per trovare altri compagni di trekking da tutto il mondo e stringere amicizie speciali che ricorderai per tutta la tua vita.

Allora, sei pronto a partire?