Skip to main content

Siete in partenza per un’escursione ma siete indecisi su cosa mettervi? Per capire come vestirsi per una gita in montagna, prima di tutto, dovete conoscereil luogo che avete intenzione di visitare. Dato che stiamo parlando di un’escursione di un giorno, probabilmente non è molto lontano da dove già vivete (o dove siete in vacanza). Ma a volte anche un breve viaggio organizzato in treno o in macchina può portarci in una zona climatica o in una situazione meteorologica completamente diversa. Può essere una giornata bella e calda giù in valle, ma decisamente fredda e nebbiosa su in montagna.

 

Come vestirsi per una gita in montagnaPrevisioni meteo specifiche

Ci sono destinazioni che sono famose per essere instabili e dove il tempo può cambiare abbastanza velocemente: può essere tutto asciutto e soleggiato alle 9 del mattino ma freddo e piovoso per pranzo.

Perciò, quando controllate il meteo non basatevi solo sulle previsioni per le valli o le coste: cercate di trovare qualcosa di specifico per le montagne, perché le differenze possono essere sorprendenti.

Date un’occhiata alle app ufficiali o affidatevi ai siti dell’aeronautica militare per capire come vestirsi per una gita in montagna.

Se organizzate un’escursione in tardo autunno/inverno, ovviamente dovrete prestare più attenzione. Il sole tramonta abbastanza presto e si può essere sorpresi dal buio solo a metà strada. La temperatura può scendere significativamente nel momento in cui il sole tramonta. Se non siete equipaggiati e preparati alla possibilità di campeggiare, fate molta attenzione quando scegliete e pianificate le escursioni in questa stagione.

 

come-vestirsi-per-una-gita-in-montagnaChe vestiti indossare?

L’equipaggiamento per un’escursione giornaliera in montagna è e deve essere minimale.

Ovviamente non avrete bisogno di prendere molte cose, anche perché sarebbe controproducente per l’andamento dell’escursione stessa: una gita con uno zaino pesante non è piacevole. Tuttavia, ci sono alcune cose che dovete considerare di portare con voi. Alcune di esse potrebbero non essere mai utilizzate (in tal caso siatene contenti!).

La scelta dei vestiti che raccomandiamo è per i climi moderati e nostrani: come vestirsi per una gita in montagna sulle Alpi o sull’Appennino?

Abbiamo qualche suggerimento per quanto riguarda l’abbigliamento necessario per un’escursione giornaliera, ma occorre specificare. Ovviamente, ci sono differenze tra un’escursione di luglio e una di novembre. C’è anche spazio per le preferenze personali e le esigenze individuali. Ma in generale, queste sono le cose che dovreste indossare, tenendo presente che, sì, è necessario vestirsi a cipolla:

Strato di base

Prima di tutto, avrete bisogno di una buona biancheria intima. Può sembrare un aspetto secondario, ma è essenziale che sia comoda e fatta di fibre sintetiche o merino. Anche se in giornate molto calde il rischio di ipotermia è piuttosto raro, è bene comunque indossare qualcosa che si asciughi velocemente e che fornisca isolamento anche quando è bagnato. Come regola generale: non indossare nulla di cotone.

Se avete bisogno di un reggiseno, potete semplicemente scegliere un generico reggiseno sportivo, ma fate attenzione alle spalline, in modo che non diano fastidio quando avete lo zaino addosso. Questo non dovrebbe essere un problema in un’escursione di un giorno, dato che lo zaino sarà abbastanza leggero. Tuttavia, il comfort è importante.

Non avrete bisogno di un reggiseno molto spesso, dato che non fare molti salti mentre camminate – a meno che non vogliate correre un po’. Sceglietene uno più sottile, che si asciugherà più velocemente.

Maglia o maglietta

Se fa caldo, indossate una maglietta a maniche corte in materiale sintetico sportivo o merino. Se fa molto caldo, potete considerare di indossare una maglietta a maniche lunghe in tessuto sintetico sottile con protezione UV. Stessa cosa se fate escursioni in zone con molti insetti, ma questa è una scelta personale.

Una delle cose da afferrare per capire come vestirsi per una gita in montagna è che non è necessario coprirsi in modo da sentire immediatamente caldo, dato che ci riscalderemo quando camminiamo. Quindi, anche se non fa esattamente caldo, potrebbe non essere la migliore idea indossare uno strato di base fatto per l’inverno se la gita è in primavera. Nel momento in cui inizierete a camminare, comincerete a surriscaldarvi. È meglio dunque indossare qualcosa di più leggero e indossare una maglia o felpa in pile quando ci si ferma per una pausa.

 

come-vestirsi-per-una-gita-in-montagnaPantaloni

A seconda del tempo e delle preferenze personali, si possono avere normali pantaloncini sportivi, pantaloni da trekking o anche una gonna leggera o un vestito. Molte persone preferiscono fare escursioni in pantaloni lunghi per via della protezione che forniscono dal sole e dagli insetti, e scegliere solo tessuti molto leggeri e sottili.

Evitate tassativamente i jeans, anche se fuori è fresco e non c’è pericolo di riscaldamento eccessivo. I jeans sono fatti di cotone spesso e se si bagnano, e non si asciugano per giorni! Se piove o si cade in un ruscello, può diventare spiacevole. Se fa anche freddo è addirittura pericoloso.

Se vai a fare escursioni con tempo fresco (per esempio in primavera o in autunno) potreste voler indossare pantaloni soft shell per una protezione extra dal vento e dalla temperatura bassa, ma non è un obbligo.

Calze

Anche in questo caso vale la regola: mai indossare calze di cotone! Se non avete calzini specifici per il trekking, usate quelli sintetici che avete. Se possedete calzini con fibra CoolMax sarà una buona idea adoperarli, perché allontanano l’umidità dalla pelle. Il consiglio è di indossare due paia di calze: una fodera in tessuto sottile e sintetico e poi un paio di lana sopra per il calore, il comfort e il sistema unico e igienico che creano.

L’escursionismo con i calzini bagnati è un vero incubo per il viaggiatore e può causare vesciche ai piedi in poco tempo. Potrebbe essere una buona idea mettere in valigia un paio di calzini asciutti in più da cambiare quando il tempo (o l’attraversamento di un torrente) sono contro di noi.

Strato isolante

Durante i giorni più freddi potreste voler iniziare subito con uno strato isolante. Può essere un pile o una giacca leggera con imbottitura sintetica, o una giacca a vento. Qualsiasi cosa abbiate in casa che possa aggiungere calore e che non sia, naturalmente, fatta di cotone. Il pile è molto popolare e visto che parliamo di escursioni giornaliere, non importa che possa essere ingombrante: non ci preoccupiamo più di tanto del peso dello zaino. Può essere un maglione di lana o un piumino leggero.

Anche quando la giornata sembra bella e calda, infilate qualche indumento isolante nella vostra borsa. Quando sarete sudati e stanchi, essere esposti al vento fresco di montagna può raffreddarvi fino all’osso. Abbiate qualcosa da mettervi addosso durante le pause o quando la temperatura scende improvvisamente in alta quota.

Se andate a fare escursioni in inverno, potreste voler avere prima uno strato di base di leggings merino o sintetici e poi un paio di pantaloni soft shell sopra.

come-vestirsi-per-una-gita-in-montagnaAccessori

Uno scaldacollo tubolare può proteggere il collo dal sole o dalle zanzare, coprire la testa, assorbire il sudore o creare una bella barriera dal vento freddo. Sceglietene di diverse tipologie e materiali, a seconda della stagione.

 

Portate con voi un cappello: un berretto andrà benissimo. Protegge dal sole prima di tutto, ma quando piove fornisce una protezione extra per il viso e gli occhiali, se li portate. Se fa freddo, potrete metterci sopra un paraorecchie.

Se sapete già che farete un’escursione in una zona molto soleggiata, potete prendere un cappello con protezione per il collo. D’altra parte, se fa piuttosto freddo, non dimenticate il un cappello caldo, come una cuffia di lana o microfibra. I venti freddi lassù sui pendii aperti possono essere terribili!

Guanti o muffole sono vostri amici perché, ancora una volta, i venti freddi possono far sentire molto più freddo di quello che c’è in realtà. Quando usiamo i bastoncini da trekking, le nostre mani sono esposte tutto il tempo: vale la pena di prendere un paio di guanti con voi. Se sapete che farete un’escursione in condizioni di freddo e umidità, prendete un paio di guanti o muffole impermeabili.

Scarpe

Il tipo di calzature di cui avete bisogno dipende molto dal tipo di terreno che vi aspetta. Sui sentieri più leggeri e non molto difficili, potete andare via con normali scarpe da ginnastica. Fate solo molta attenzione sulle superfici scivolose, perché questo tipo di scarpe non hanno suole adatte alla presa e al grip.

Se potete, comprate delle calzature specifiche per l’escursionismo.

Se il sentiero è duro, pieno di rocce, massi, punti fangosi e radici di alberi, potrebbe essere meglio prendere degli stivali con una protezione più forte per la caviglia.

Prendete solo calzature che già conoscete: date ai vostri nuovi stivali un po’ di tempo per rodarli, o potreste avere una brutta sorpresa data dalle vesciche mentre percorrete il sentiero!

Prima di comprare qualsiasi tipo di scarponi a caso, prenditevi del tempo per provarli, camminate un po’ per il negozio e controllate se vanno bene per voi. I tempi degli scarponi pesanti in pelle vanno via lentamente perché è semplicemente più facile camminare con scarpe più leggere. Assicuratevi che i vostri piedi abbiano molto spazio – specialmente nella casella della punta. Potete muovere le dita? Potete indossarci dei calzini di lana spessi? Avete almeno 1 cm di spazio davanti alle dita? Il tallone è ben cullato?

 

come-vestirsi-per-una-gita-in-montagnaUno zaino o una borsa da trekking.

Per un’escursione di un giorno potete prendere qualsiasi piccolo zaino che avete già. Deve essere abbastanza grande da contenere tutto il cibo e l’acqua di cui avrete bisogno, vestiti extra e giacca per la pioggia, guanti e altri accessori.

Lo zaino specifico per le escursioni è preferibile per andare in montagna perché è più comodo e potete regolarlo bene in modo che non si muova molto. È particolarmente importante quando si fa un’escursione su un terreno difficile, così da evitare che lo zaino rimbalzi fastidiosamente.

Proteggete lo zaino dalla pioggia: potete mettere tutto all’interno in un sacco a secco o avere una copertura impermeabile. Tenete gli oggetti di valore in sacchetti a secco – non solo per la protezione dalla pioggia, ma anche da una bottiglia d’acqua che perde o dallo uno sfortunato attraversamento di un ruscello.

Importante: non dimenticate la crema solare, anche in inverno!

Siete pronti a partire per la vostra gita in montagna?