Skip to main content
5/5 - (1 vote)

La parte peggiore di ogni partenza, di qualsiasi tipo essa sia, è preparare la valigia: decidere cosa indosseremo da qui a qualche giorno, fare previsioni sulle temperature e sulle attività che svolgeremo. E quando si parte alla volta della montagna il compito diventa ancora più oneroso!

Per molti la vacanza in montagna equivale con la settimana bianca, con lo sport, gli sci e lo snowboard. Ecco quindi che la valigia si riempie di indumenti tecnici ideali per le escursioni e il movimento. Ma come vestirsi sulla neve senza sciare? Quali vestiti portare con sé se l’intenzione non è quella di fare sport? Quanti strati indossare per non morire di freddo e godersi allo stesso tempo i bellissimi paesaggi montani senza battere i denti? Per rispondere a questi dubbi e a molti altri, leggete la nostra pratica guida all’abbigliamento sulla neve!

Come vestirsi per affrontare la montagna

È fin troppo semplice vestirsi in modo non appropriato in montagna. Chi parte con l’idea di fare solo passeggiate, rilassarsi e godere del buon cibo e dei panorami innevati, può ritenere che non sia necessario indossare dell’abbigliamento pesante o che basti solo portare qualche maglione di lana per stare al caldo. In realtà, qualsiasi sino le attività che andrete a svolgere, c’è solo un modo corretto per vestirsi sulla neve, ovvero vestirsi a cipolla, quindi a strati!

Infatti, d’inverno in montagna le condizioni climatiche possono cambiare molto rapidamente, per non parlare del fatto che si rischia di ammalarsi improvvisamente passando dalle temperature tropicali di alberghi e locali, al meno zero esterno! È quindi importantissimo indossare più strati di vestiti per controllare e gestire la nostra temperatura corporea senza mai avvertire troppo freddo o troppo caldo.

Adottando questo metodo possiamo quindi aggiungere o togliere uno strato a seconda dell’esigenza. Ma per farlo correttamente dobbiamo tenere a mente che lo strato va tolto o aggiunto non appena sentiamo di avere appunto o troppo caldo o troppo freddo. Nel primo caso infatti rischiamo di sudare e bagnare i vestiti, nel secondo invece di abbassare troppo la nostra temperatura corporea, annullando così la funzione dell’abbigliamento termico!

Quando ci si veste a strati, ogni strato ha la sua importanza, non soltanto quello esterno, quindi non basta indossare un buon giubbotto se sotto manca la protezione. Vediamo allora quali sono i diversi strati che dobbiamo indossare sulla neve senza sciare e quali materiali preferire, senza rinunciare allo stile!

Quali vestiti portare

È arrivato il tanto atteso momento di preparare la valigia, ma tranquilli, con i nostri consigli sarà più semplice e veloce di quanto pensiate! Non è necessario indossare venti strati per stare bene, ne bastano due o tre, purché siano gli abiti giusti. Ecco quindi una breve lista con alcune idee su come vestirsi sulla neve senza sciare e su cosa evitare:

Intimo termico

Lo strato più interno, quello a diretto contatto con la pelle nuda, è il più importante. È questo infatti che ha la funzione di gestire e mantenere la temperatura corporea perciò, anche se non andremo a sciare, dobbiamo privilegiare dell’intimo termico.

Ancora una volta, non preoccupatevi, non stiamo parlando di biancheria e calzamaglie di lana pruriginosa! Piuttosto con intimo termico si intende un completo, composto da maglia a maniche lunghe e leggings che andrà indossato in ogni situazione.

I completi di lana sono la scelta migliori per quasi tutte le attività. Ma se avete invece intenzione di fare lunghe passeggiate sulla neve, anche senza salire sugli sci o sullo snowboard, il nostro consiglio è quello di privilegiare l’intimo in tessuto tecnico, che vi terrà al caldo senza farvi sudare inutilmente, oltre ad assicurarvi un altissimo comfort!

Lo stesso discorso vale anche per i calzini. Quindi quelli di lana sono ottimi per stare al chiuso o per brevi camminate, mentre i calzini tecnici sono perfetti per le escursioni.

Felpe, maglioni o pile?

Felpe, maglioni e pile sono tutti ottimi indumenti da mettere in valigia, bisogna solo capire quando e come indossarli!

Un outfit più “cittadino” composto da felpa o maglione di lana va benissimo per stare indoor o per piccole camminate. Per stare invece più a lungo sulla neve, anche solo a scattare foto, è meglio preferire il pile. Questo materiale infatti non trattiene l’umidità e asciuga molto rapidamente, senza disperdere il calore. A seconda dell’esigenza, portate quindi con voi un micropile più leggero da indossare sopra l’intimo termico e un pile più pesante da indossare sopra gli altri due strati.


 


Pantaloni

Se la vostra intenzione e quella di trascorrere tutte le giornate al chiuso senza mai mettere il naso fuori allora potete mettere in valigia i jeans. In caso contrario, dimenticateveli fino al vostro ritorno!

I pantaloni migliori con cui affrontare la montagna sono quelli tipicamente “da neve”, ossia formati da due strati: uno interno imbottito in pile, e uno esterno impermeabile, anti vento e idrorepellente.

Con questo capo d’ abbigliamento, estremamente traspirabile, potrete camminare sulla neve quanto volete senza rischiare di bagnarvi o di sudare.

Quale giacca scegliere?

Tra le domande più gettonate su come vestirsi sulla neve senza sciare spiccano tutte quelle riguardanti giacche e giacconi. Lo strato esterno è infatti essenziale per non rendere vano il lavoro fatto con gli strati più interni e perciò la giacca va scelta con moltissima cura.

Anche se volete dedicarvi esclusivamente al relax, dal momento che trascorrerete una vacanza sulla neve, evitate i piumini in piuma d’oca. Infatti, per quanto tengano al caldo, le piume assorbono sia l’umidità esterna sia quella emanata dal corpo. Le imbottiture sintetiche invece evitano la dispersione del calore.

Proprio come per i pantaloni, assicuratevi che anche la giacca sia realizzata esternamente con materiali idrorepellenti.

Scarpe

Se non volete vanificare tutti gli sforzi fatti sino ad ora, dimenticate stivali e sneakers! Sulla neve sono solo due le tipologie di scarpe che si possono indossare: scarponi o doposci!

I dopo sci o moon boot sono calzature tecniche specifiche per la neve, molto comode, con una suola ammortizzata, che permettono al piede di stare al caldo e avere un’ottima aderenza al terreno, anche in caso di ghiaccio. Inoltre, essendo generalmente alti, sostengono al meglio il piede e la caviglia, isolandolo totalmente dall’esterno.

Gli scarponi, invece, per quanto comodi e caldi abbracciano il piede in modo diverso, dato che hanno una suola molto più rigida e una tomaia più spessa. Questo perché sono calzature specifiche per le escursioni, sia per il trekking che per l’alpinismo e sostengono al meglio il piede e il corpo per proteggerlo da qualsiasi tipo di urto.

Sia gli scarponi che i moon boot sono ottimi accessori sulla neve. Hanno entrambi un costo importante, ma si riveleranno ottimi investimenti. Scegliete quello che fa per voi a secondo delle esperienze che avete in programma.

Altri accessori

Per completare il vostro look da montagna mancano ancora alcuni capi. Innanzitutto non dimenticate di portare con voi gli occhiali da sole. Anche se siamo nel pieno della stagione invernale e le giornate sono per lo più nuvolose, gli occhiali da sole in montagna non possono mai mancare. Infatti, la luce del sole può essere particolarmente intensa e pericolosa sulla neve dato che i raggi tendono a rimbalzare negli ambienti umidi e ghiacciati.

Anche la testa ha bisogno di una protezione in più quando siamo in montagna. Portate con voi un cappello da indossare nelle occasioni più tranquille, ma sulla neve privilegiate dei berretti di lana che tengano a caldo anche le orecchie.

Non dimenticate mai nemmeno la sciarpa, di lana o pile a seconda delle attività svolte. Per i guanti invece privilegiate quelli imbottiti con uno strato esterno impermeabile se avete intenzione di fare delle escursioni.

Infine, portate con voi anche un costume da bagno. Tantissime località di montagna vantano infatti sorgenti termali naturali e non c’è niente di meglio al mondo che un bel bagno caldo dopo una giornata sulla neve!

Siamo così giunti alla fine della nostra guida su come vestirsi sulla neve senza sciare. Speriamo di aver dato la giusta risposta a tutte le vostre domande e di avervi aiutato a preparare al meglio la vostra valigia. Ora non rimane altro da fare che partire! Per consigli e idee sulle migliori mete invernali date uno sguardo agli eventi che Meeters organizza in Italia e nel mondo per viaggiare in compagnia di nuovi amici!

Lascia un commento