Skip to main content
5/5 - (1 vote)

Sirmione è uno dei borghi più belli sul Garda, tappa imprescindibile per chiunque si trovi a viaggiare lungo il versante lombardo del lago. Non a caso è probabilmente la località più nota di tutta la zona e non potrebbe essere altrimenti. Le turchesi acque dal lago che lambiscono il Castello Scaligero creano uno spettaccolo così romantico che non si può che desiderare di ammirarle dal vivo! Se avete in programma una gita sul Garda, scoprite quindi con noi cosa vedere a Sirmione!

Castello Scaligero

Il bellissimo Castello Scaligero di Sirmione non poteva che essere la nostra prima tappa. Il Castello, con le sue tre torri e l’alto mastio, è una delle rocche meglio conservate in Italia e anche una rara fortificazione lacustre e non marina. Essendo bagnato su tutti e quattro i lati dalle acque del Garda, da l’impressione di emergere direttamente dal lago, creando un’atmosfera davvero unica.

Costruito nel corso del ‘300, su ordine del podestà di Verona Leonardino della Scala, doveva proteggere la città da eventuali aggressioni. Quando Sirmione venne poi conquistata dalla Repubblica Veneziana, il Castello subì alcune modifiche, come il rafforzamento della darsena, che lo hanno reso la struttura che oggi possiamo ammirare.

Il Castello continua in qualche modo a proteggere ancora la cittadina, tanto da essere il punto d’accesso principale al centro storico. Inoltre, ospita un Museo che ripercorre le più importanti tappe della sua storia.

Grotte di Catullo

La seconda più importante cosa da vedere a Sirmione sono le Grotte di Catullo. Nonostante da decenni il complesso venga ufficialmente chiamato così, non è certo che la domus sia davvero appartenuta al poeta latino. La denominazione ha però un suo perché. In uno dei suoi carmi, infatti, Catullo sosteneva di avere una proprietà sul lago di Garda, proprio a Sirmione. Così quando la domus venne rinvenuta fu immediatamente dedicata a lui.

Per quanto riguarda il termine “grotte” invece si deve al fatto che in epoca medievale, secoli prima degli scavi, le rovine apparivano non tanto come quelle di una villa, ma come delle caverne.

Il sito archeologico risale ad un periodo compreso tra il I secolo a.C. e il I secolo d.C. ed è il più grande ritrovato nel nord Italia. Oggi rimangono i lunghi porticati e le ampie terrazze. All’interno del parco del complesso si trova poi il Museo Archeologico in cui sono conservati reperti di epoca preistorica rinvenuti nel lago, romana e medievale.


 


Terme di Sirmione

Il nome di Sirmione è legato a quello delle sue terme sin dall’epoca romana. Oggi i principali centri termali sono due, le Terme di Catullo nel centro storico e le Terme Virgilio presso la frazione di Colombare. Entrambi gli stabilimenti sono alimentati dall’acqua che sgorga dalla fonte Boiola a 69°.

L’acqua di Sirmione è definita un’acqua sulfurea salsobromoiodica, ossia con un altissimo contenuto di zolfo sotto forma di sodio bromo, iodio e idrogeno solforato. Perfetta quindi per curare una grandissima varietà di patologie artritiche, respiratorie e dermatologiche.

Tuttavia, anche in assenza di problemi fisici documentati, una giornata alle terme è proprio ciò che serve per ricaricarsi e ritrovare non solo il benessere fisico, ma anche quello mentale!

Spiaggia Giamaica

Esattamente sotto le Grotte di Catullo si trova un’altra delle attrazioni più amate di Sirmione: la spiaggia Giamaica. Non si tratta di una spiaggia convenzionale, perché qui la sabbia è sostituita da grosse lastre di pietra e sassi, lambiti da un’acqua cristallina e turchese e circondati da una vegetazione folta e rigogliosa, che contribuisce a creare un’atmosfera esotica irresistibile.

Per arrivare alla spiaggia, si acceda da un cancello situato all’interno delle Grotte di Catullo e si prosegue a piedi per un breve tratto circondati da ulivi. La spiaggia è per una parte libera e per una parte attrezza al noleggio, ma nonostante ciò è riuscita a mantenere quel carattere selvaggio che la contraddistingue.

Spiaggia Giamaica è forse la più bella e conosciuta, ma non è l’unica di Sirmione. Poco lontano da qui, infatti, troviamo il Lido delle Bionde, nome stavolta riferito alla “biunda”, termine dialettale che indica un luogo recintato. La spiaggia infatti sembra essere racchiusa tra la domus di Catullo da una parte e tra terrazze di uliveti dall’altra. All’interno dal lido si trova anche un piccolo recinto di pietra dove sgorga acqua calda direttamente dalle terme di Sirmione.

Tra le altre spiagge si segnalano poi la Spiaggia delle Muse, proprio dietro il Castello Scaligero, la Spiaggia Galeazzi, la più frequentata dagli amanti dello sport, del wind surf e della canoa, e il parco di Punta Grò, al confine con Peschiera del Garda.

Casa di Maria Callas

In pochi conoscono l’amore che la grandissima cantante Maria Callas provava per Sirmione e ancora meno persone sanno che qui si trova la sua casa.

Negli anni ’50, la soprano si recò sul Garda per trascorrere le vacanze e si innamorò immediatamente di Sirmione, trovando finalmente nel borgo la pace e la tranquillità tanto ricercata. Espresse anche il desiderio di venire sepolta in quello che lei definiva a tutti gli effetti “un paradiso terrestre”, ma morì a Parigi e lì venne sepolta.

Villa Meneghini era il nome della casa dove era solita trascorrere le sue vacanze e oggi, nonostante sia stata venduta e trasformata in un complesso di appartamenti di lusso, viene ancora definita dai più Villa Callas.

Gita in barca

Concludiamo la nostra carrellata su cosa vedere a Sirmione con un’attività che non si può assolutamente saltare. La gita in barca è un vero must dei soggiorni sul Garda, un modo per ammirare il lago e i suoi borghi da una prospettiva nuova e affascinante.

Le gite a cui potete prendere parte con partenza da Simone sono davvero tante: il giro intorno alla penisola su cui sorge il borgo con la possibilità di ammirare anche da vicino le sue spiagge; un viaggio di quasi quattro ore sul basso Garda; oppure anche l’escursione che conduce all’Isola dei Conigli e all’Isola del Garda. In quest’ultimo caso in particolare potrete ammirare una serie di ville neogotiche e i loro giardini all’inglese e all’italiana.

Tra natura e arte il vostro tempo a Sirmione sarà sicuramente ben speso, ma se volete scoprire questo borgo e il Garda in compagnia di nuovi amici, date uno sguardo agli eventi che Meeters organizza sul lago per trovare quelli che più fanno al caso vostro!

Lascia un commento