Skip to main content

Affacciata proprio sul quel famoso “ramo del lago di Como, che volge a mezzogiorno, tra due catene non interrotte di monti, tutto a seni e a golfi”, Lecco è una città incredibile. Ricca di monumenti di grande interesse culturale e di paesaggi ameni, merita senza dubbio di essere scoperta. Allontanandoci però dal centro storico, dalle architetture neoclassiche e dalle industrie siderurgiche che ne hanno decretato la fortuna, si dischiude un territorio ricco di sorprese. Scoprite con noi cosa vedere in provincia di Lecco, per un viaggio inconsueto, ma di grande fascino!

Cosa vedere in provincia di Lecco tra borghi, castelli e sentieri naturalistici

La provincia di Lecco è ricca di piccoli borghi affacciati sul lago e circondati da splendide catene montuose. Abbiamo selezionato per voi cinque mete in cui la storia del nostro paese si intreccia a scorci naturalistici unici nel loro genere.

Bellagio

cosa vedere in provincia di lecco

Il nostro tour di cosa vedere in provincia di Lecco inizia con Bellagio. Grazie alla sua particolare posizione, al centro della ramificazione del lago di Como e circondata dalle Alpi, è infatti una meta che ha conquistato il cuore di chiunque l’abbia visitata.

Il borgo si trova all’interno del Triangolo Lariano e comprende nel suo vasto territorio zone molto diverse tra loro: lago, montagna e collina. È quindi la location ideale per chiunque voglia trascorrere una vacanza immerso nella natura, per praticare trekking verso il Monte Palanzone o verso i Corni di Canzo, ma anche per chi ama gli sport acquatici. Da Bellagio infatti si possono visitare tutti i borghi circostanti nel corso di una gita in battello o prendendo parte ad un tour in kayak.

I magnifici scorci naturalisti non esauriscono però le cose da vedere in questa cittadina. Le colline e le rive del lago sono infatti punteggiate di ville nobiliari, splendidi esempi architettonici circondati da giardini curati e variegati. Molte di queste sono ville private che si possono ammirare solo dal lungolago.

È invece visitabile Villa Serbelloni, proprietà della fondazione Rockefeller di New York, circondata da un ampio bosco con alberi secolari e i cui sentieri conducono al Convento dei Cappuccini e alla Sfondrata. Villa Melzi, infine, è sede di un piccolo museo archeologico e ospita dei giardini altrettanto stupefacenti, ricchi di statue e busti, e in cui spicca una gondola veneziana portata qui su volere di Napoleone stesso.

Varenna

cosa vedere in provincia di lecco

Nella riva opposta rispetto a Bellagio, sorge il borgo di pescatori di Varenna, uno dei più belli della provincia di Lecco. Il paese è una delle tappe del Sentiero del Viandante, un percorso naturalistico molto amato dagli appassionati di trekking, lungo 40 km ma abbastanza semplice e molto panoramico.

Varenna è una località unica, in cui le testimonianze del passato si fondono in un mix unico. Il vecchio borgo di pescatori è infatti collegato tramite un tratto di lungolago al nuovo approdo, un percorso che viene chiamato “la passeggiata dell’amore” per l’atmosfera romantica sospesa sulle acque del lago che regala.

La cittadina è però conosciuta principalmente per le sue ville di notevole interesse architettonico. Tra tutte spicca Villa Cipressi, costruita inizialmente nel XV secolo ma rielaborata in diversi stili fino al secolo scorso. Oggi è un hotel, ma i suoi bellissimi giardini a terrazza sul lago sono aperti al pubblico, che può qui ammirare fiori e piante esotiche.

Anche Villa Monastero è una tappa da non perdere. Ex monastero cistercense, è oggi una casa museo in cui ammirare le decorazioni e gli arredi originali, con annesso giardino botanico.

Il centro cittadino è poi sovrastato dallo splendido Castello di Vezio, risalente al XI secolo, ma più volte rimaneggiato e ristrutturato. La struttura, di grande fascino, fu secondo la leggenda il luogo in cui la regina Teodolinda trascorse gli ultimi anni della sua vita. Attualmente è aperto al pubblico per le visite, durante le quali può capitare di assistere anche a degli spettacoli di falconeria, organizzati dal centro di cura e addestramento che ha qui la sua sede.


 


Bellano

Bellano è una piccola cittadina che si apre anch’essa sul lago e che vanta un centro storico davvero particolare. Accanto alle tracce della tradizione commerciale, industriale e culturale ottocentesca, spiccano infatti esempi di architetture medievali e barocche e i resti degli stemmi delle antiche famiglie nobiliari cittadine.

Bellano è però conosciuta soprattutto in virtù di un’opera naturalistica davvero sensazionale, l’Orrido di Bellano. Un canyon naturale formatesi oltre 15 milioni di anni fa grazie al lavoro di erosione delle acque del torrente Pioverna. Il sito è visitabile e munito di passerelle a picco sulle acque che conducono alla grande cascata e alla Cà del Diavol, una torre dalla struttura irregolare protagonista di molte leggende locali.

Iscrizione meeters

Colico

Tra cosa vedere in provincia di Lecco non può assolutamente mancare Colico. Collocata in una posizione strategica, la cittadina è stata sin dell’antichità un centro molto importante. Per la sua posizione è stata quindi prescelta dal conte di Fuentes per l’edificazione del suo forte, di cui oggi rimangono i resti, e nella prima guerra mondiale per la costruzione del Forte Montecchio Nord, da cui si può godere di una vista impagabile sul lago e sulle Alpi.

cosa vedere in provincia di lecco

Colico è poi una splendida meta naturalistica perfetta per chi ama trascorrere del tempo all’aria aperta. La sua posizione le dona ancora una volta un vantaggio in più, grazie infatti alle correnti provenienti da nord è un centro di eccellenza per praticare kitesurf. Inoltre, la Riserva Naturale di Pian di Spagna è un luogo unico in cui passeggiare e scoprire la particolare flora e fauna del luogo.

Nel territorio di Colico, sul promontorio dell’Olgiasca, sorge l’Abbazia di Piona. Costruita a partire dal 1131, è ancora oggi sede dei monaci cistercensi del priorato di Piona. Il luogo è davvero magico e guarda dall’alto l’immenso panorama lacustre e montano sino a Gravedona. L’Abbazia, con le sue le architetture romaniche e gotiche e lo splendido chiostro, è un’oasi di pace immersa nel silenzio, in cui ritrovare la pace beandosi delle meraviglie dell’uomo e della natura.

Corenno Plinio

cosa vedere in provincia di lecco

Il nostro tour di cosa vedere in provincia di Lecco termina a Corenno Plinio, un borgo di soli 16 abitanti, frazione di Dervio, poco conosciuto, ma di grandissimo fascino e ricco di storia. Basti pensare che il suo nome viene proprio dal console romano Caio Plinio il Vecchio, originario di Como e da sempre amante di questo luogo.

Il piccolo borgo si affaccia sul lago e sorge su un promontorio su cui svetta il Castello Andreani, dalle caratteristiche mura dai merli a coda di rondine. Una fortezza che aveva come scopo quello di proteggere la popolazione dalle numerose incursioni esterne e che ancora oggi sembra proteggerla dall’alto. Da non perdere è poi la visita alla Chiesa di San Tommaso di Canterbury, caratterizzata dalle tre arche sepolcrali in stile gotico presenti sulla facciata e dagli affreschi della scuola gotica comasca.

Queste erano le nostre proposte su cosa vedere in provincia di Lecco, location davvero uniche e da non perdere. Se vi piacerebbe viaggiare in gruppo per scoprire questo splendido angolo d’Italia date uno sguardo agli eventi di Meeters!