Skip to main content

Il Lago Maggiore è uno dei laghi più grandi d’Italia, secondo solo al Lago di Garda, grazie alla sua superficie di oltre 210 km quadrati. Situato a un’altezza di circa 193 metri sopra il livello del mare, copre parte del Piemonte e della Lombardia e sconfina anche in Svizzera per il 20% della sua superficie.

Si tratta di un luogo ricco di bellezze, di divertimento e di luoghi magici e suggestivi. Trascorrere qualche giorno sul Lago Maggiore significa visitare suggestivi borghi come Laveno Mombello e scoprire una Natura rigogliosa e incontaminata. Inoltre, potrai visitare ville, isole, giardini, palazzi che ogni anno attirano migliaia di turisti da tutto il mondo.

lago maggiore

Cosa vedere sul Lago Maggiore: Stresa

Stresa è una delle perle del Lago Maggiore, grazie alle sue splendide ville, i grandi parchi, i giardini colorati e il romantico lungolago, ideale per le passeggiate tra innamorati. Si tratta di un territorio ricco di panorami e paesaggi che stregano chiunque si trovi ad ammirare le isole Borromee o le montagne che si stagliano all’orizzonte.

All’interno del piccolo centro storico del paese, puoi visitare la Chiesa di Sant’Ambrogio, esempio di stile neoclassico e che ospita, al suo interno, alcune tele seicentesche. Alla destra della chiesa si trova la famosa Villa Ducale, edificata alla fine del Settecento, mentre poco lontano sorge il Palazzo dei Congressi. Si tratta di una costruzione moderna che, ogni anno, ospita le “Settimane musicali”.

Inoltre, Stresa è famosa per le sue residenze signorili, tra le quali l’ottocentesca Villa Pallavicino. Qui potrai perderti all’interno del suo celebre parco che, negli anni ’50, è stato trasformato in un giardino zoologico. È il luogo ideale per vivere piacevoli esperienze insieme ai bambini.

L’eremo di Santa Caterina del Sasso

Un altro luogo di grande attrattiva sul Lago Maggiore è l’Eremo di Santa Caterina del Sasso, un monastero a strapiombo sulla sponda orientale del Lago Maggiore. Si trova nel comune di Leggiuno, in provincia di Varese ed è uno dei luoghi più suggestivi e particolari da visitare.

L’Eremo fu fondato durante la seconda metà del XII secolo dal ricco mercante Alberto Besozzi che, dopo essere sopravvissuto a un nubifragio mentre stava attraversando il lago, decise di ritirarsi in eremitaggio all’interno di una grotta. L’edificio deve il suo nome alla cappella che proprio Alberto fece dedicare a Santa Caterina d’Egitto.

Oggi l’Eremo di Santa Caterina è ricco di bellezze artistiche e storiche e offre una vista unica sul lago. Da qui potrai ammirare il lago in tutto il suo straordinario fascino e scattare foto di panorami e paesaggi da brivido.

lago maggiore

Cosa vedere sul Lago Maggiore: Rocca Borromeo di Angera

Sull’estremità meridionale del Lago Maggiore si trova, invece, la Rocca Borromea di Angera. Si tratta di un incredibile edificio composto da cinque diversi corpi di fabbrica e costruiti tra l’XI e il XVII secolo. Nello specifico, potrai visitare l’Ala Scaligera, l’Ala Viscontea, la Torre di Giovanni Visconti e l’Ala dei Borromeo.

Fondata nel 1988 dalla Principessa Bona Borromeo Arese, oggi la Rocca di Angera si distingue per la grande qualità, rarità e varietà della collezione che custodisce. È universalmente riconosciuta come uno dei più grandi palazzi storici d’Europa. Inoltre, è famosa anche perché ospita al suo interno il Museo della bambola e del giocattolo, unico al mondo.

Visitandolo, potrai ripercorre la storia del giocattolo dal XVIII secolo fino ai giorni nostri, in un viaggio entusiasmante anche e soprattutto per i bambini. Ti troverai davanti oltre mille modelli di bambole, la maggior parte realizzati dal XVIII secolo fino ai giorni nostri e accompagnati da preziosi corredi.

Inoltre, nelle Sale Storiche del palazzo sono custoditi alcuni preziosi affreschi, delle antiche tele e molte decorazioni originali. Infine, nella zona esterna alla Rocca, potrai visitare il Giardino Medievale, dove percorrerai un suggestivo viaggio a ritroso nel tempo.

Isola Bella

Tra le isole del Lago Maggiore, Isola Bella è la più piccola ma anche quella più incantevole. La sua storia è antica e risale al 1630, quando era soltanto uno scoglio abitato da pescatori e che ospitava due piccole chiese e qualche orto.

Con l’avvento dei Borromeo, l’isola è stata trasformata in un grandissimo museo a cielo aperto. Tra le maggiori attrazioni, il Palazzo e i Giardini che, ogni anno, richiamano migliaia di visitatori.

Vistando il Palazzo Borromeo in compagnia di una guida si compie un affascinante viaggio tra arte e storia, lungo le oltre 20 sale ricche di bellezze e opere straordinarie. Nella Galleria Berthier, per esempio, potrai ammirare un mosaico di oltre 130 quadri che comprende capolavori e riproduzioni di Raffaello, Tiziano e Correggio.

Il monumento più importante dell’Isola Bella è, senza dubbio, il Teatro Massimo. È caratterizzato da statue, fontane e obelischi che si integrano naturalmente con la vegetazione circostante e sulla cui cima svetta la statua dell’Unicorno, simbolo araldico proprio dei Borromeo.

Proprio grazie a questa loro straordinaria bellezza naturale e alla presenza di fiori e piante rare, i giardini di Isola Bella fanno parte, dal 2002, del prestigioso circuito inglese della Royal Horticultural Society.

lago maggiore

Cosa vedere sul Lago Maggiore: Villa Taranto

Infine, sulle rive occidentali del Lago Maggiore si trova la splendida Villa Taranto. Divenuta famosa in tutto il mondo per i suoi giardini, durante la Primavera regala un incredibile spettacolo di colori e di profumi, un vero dono per gli occhi.

I giardini si estendono per oltre 15 ettari e devono la loro unicità al capitano scozzese Neil Boyd Watson McEacharn. Nel 1931, l’uomo comprò la proprietà dalla Marchesa di Sant’Elia e la trasformò in un immenso giardino all’inglese, in onore delle sue origini.

Negli anni, McEacharn ne fece una vera e propria opera d’arte, piantando migliaia di piante e fiori originari di ogni parte del mondo. Infine, scelse il nome “Villa Taranto” in onore del suo antenato Étienne Jacques Joseph Alexandre Macdonald, già duca di Taranto sotto Napoleone.

Tra le cose da non perdere assolutamente, c’è il Viale delle Conifere, un’incredibile sequenza di conifere molto rare e la Fontana dei Putti con le sue sculture. Inoltre, il Labirinto delle Dahlie caratterizzato da oltre 1700 piante in fioritura e il Mausoleo, dove è sepolto lo stesso Neil Boyd Watson McEacharn.

lago maggiore

Se vuoi sapere come e quando visitare il Lago Maggiore, vai sul sito di Meeters e scegli uno degli eventi organizzati. Scoprirai un nuovo modo di viaggiare e di esplorare l’Italia.