Dove andare alle Cinque terre: itinerari tra trekking e mare

5/5 - (1 vote)

Le Cinque Terre si estendono in tutto il loro splendore lungo la costa della Liguria e sono una delle attrazioni più amate non soltanto delle regione, ma di tutta l’Italia. Questa zona infatti è come sospesa nel tempo, tra cielo e terra, con antichi borghi dalle abitazioni colorate che si protendono a picco sul mare. In questo articolo perciò vogliamo aiutarvi ad organizzare un viaggio tra queste località con alcuni consigli su come arrivare, cosa vedere e dove andare alle Cinque Terre!

Come arrivare alle Cinque Terre

Responsive Banner

dove andare alle cinque terre 8 scaled

Raggiungere le Cinque Terre è abbastanza comodo da tutta l’Italia, con qualsiasi mezzo di trasporto. Se vi muovete in auto basta seguire l’autostrada fino a La Spezia. Tuttavia, una volta arrivati in prossimità dei paesi delle Cinque Terre, vi consigliamo di lasciare la macchina in qualche parcheggio pubblico o nella struttura presso la quale alloggerete.

Le strade che collegano la costa e i borghi delle Cinque Terre infatti sono molto ripide, strette e caratterizzate da numerose curve. Inoltre, con la grande affluenza di persone che vi si recano ogni anno e vista anche la fragilità del territorio, se ne sconsiglia il più possibile l’uso a favore invece di un mezzo più green come il treno.

Considerate poi che la macchina sarebbe anche un impedimento, visto l’assenza di grandi parcheggi in cui lasciarla in questi borghi e il fatto che ogni centro storico è chiuso al traffico e si può passeggiare solo a piedi.

Per muoversi all’interno del Parco Nazionale delle Cinque Terre sono state erogate delle carte che permettono di usufruire di diversi servizi e di spostarsi comodamente tra i borghi. Si tratta della Cinque Terre Card Trekking e della Cinque Terre Card Treno. Per tutte le info a riguardo vi invitiamo a visitare il sito ufficiale del Parco.


 


Dove dormire alle Cinque Terre

dove andare alle cinque terre 4 scaled

Per quanto riguarda l’alloggio non c’è che l’imbarazzo della scelta in tutta la costa. Se volete vivere un’esperienza più immersiva e autentica, il nostro consiglio è quello di soggiornare in uno dei cinque borghi. L’afflusso turistico è davvero elevato in tutte le località quindi le strutture ricettive presenti sono tante e per tutti i gusti e tutte le tasche.

Se viaggiate in macchina e cercate qualcosa di più lussuoso, come un resort, vi consigliamo di scegliere piuttosto le città di La Spezia, Levanto o piuttosto Porto Venere, un’ ottima idea per un weekend romantico.

WEEKEND E VIAGGI

Cinque Terre cosa vedere

Inoltriamoci ora tra cosa vedere e fare alle Cinque Terre. Se amate la natura e fare trekking e avete qualche giorno a disposizione da dedicare alla vostra vacanza, potrebbe essere un’ ottima idea percorrere la zona a piedi lungo il Sentiero Azzurro.

Questo percorso lungo la costa collega infatti i cinque borghi del parco nazionale con una via ben tenuta e con tappe a Monterosso Vernazza, Corniglia, Manarola e Riomaggiore. La camminata è lunga poco più di 12 km ed è molto semplice da percorrere per tutta la famiglia, anche per i trekkers meno esperti.

Inoltre, in tutti i borghi di passaggio è possibile partecipare a delle escursioni o gite in barca che vi consigliamo sicuramente di provare almeno una volta per ammirare le cinque terre dal mare, un punto di vista diverso su un paesaggio unico e spettacolare. Il mare della zona rientra nell’ Area Marina Protetta del Parco Nazionale delle Cinque Terre, volta a tutelare e proteggere la biodiversità marina e costiera.

Monterosso al Mare

dove andare alle cinque terre 2

Monterosso al Mare è il primo borgo delle Cinque Terre che si incontra lungo il cammino. Senza rovinare il grande impatto di tutti i paesi della zona, ne riassume un po’ le caratteristiche principali. Si tratta infatti di borghi medievali, arroccati sulle loro scogliere, con strutture difensive a proteggerli, vecchi villaggi di pescatori, vigne e terrazzamenti.

La prima cosa che noterete a Monterosso al Mare è il Castello Doria, di cui purtroppo rimangono pochi resti, ma che sembra voler ancora difendere il borgo dai pirati. Il centro storico del paese è poi ricco di edifici di grande interesse come la Chiesa di San Giovanni Battista di Monterosso, l’Oratorio della Confraternita dei Neri e quello della Confraternita dei Bianchi. Allontanandosi poi dal centro, vi imbatterete nel Santuario della Madonna di Soviore e nel Convento dei Cappuccini. Se avete tempo il nostro consiglio è di non lasciarveli sfuggire!

Infine, se vi va di fare altre attività oltre al trekking, alle degustazioni e alle visite culturali, a Monterosso al Mare è il posto giusto. La parte più nuova e turistica si trova in fondo al paese ed è la zona di Fegina che comprende la bellissima Spiaggia di Fegina, dove sdraiarvi sulla sabbia a prendere il sole e lasciarsi coccolare dalla limpida acqua ligure. Alla fine della spiaggia poi vi accoglierà la Statua del Gigante, uno spettacolare Nettuno a abbarbicato sulla roccia!

Vernazza

dove andare alle cinque terre 5 scaled

Vernazza, costruito intorno al 1000 d.C., è considerato uno dei borghi più belli d’Italia grazie alle sue bellissime casette colorate che la rendono quasi una cartolina piena di vita. La sua storia è strettamente legata quella del mare, ai commerci e alle esplorazioni. Ha per questo un’atmosfera tutta sua che si può respirare già arrivando in barca sul suo porticciolo.

Una visita tra i sentieri e i carruggi del centro storico vi porterà a scoprire il Castello Doria di Vernazza e il suo Belforte e la Chiesa di Santa Margherita d’Antiochia.

Tappa anche di un sentiero escursionistico che tocca i santuari della zona è il Santuario di Nostra Signora di Reggio, un po’ fuori dal centro abitato, ma degno di una visita.

Corniglia

dove andare alle cinque terre 6

Corniglia è l’unico borgo delle Cinque Terre ad essere non del tutto accessibile dal mare. Per raggiungerlo però è possibile intraprendere una strada carrozzabile o salire i 380 scalini della Lardarina, una scala di mattoni che può mettere a dura prova agli gli sportivi!

La fama si Corniglia ha origini antiche ed è strettamente legata al vino che viene qui prodotto sin dai tempi dell’antica Roma. Il suo centro cittadino ospita alcuni dei monumenti più belli delle Cinque Terre, come la Chiesa di San Pietro, un edificio gotico con decorazioni interne spettacolari.

Nella vostra passeggiata recatevi alla Terrazza di Santa Maria al tramonto per godere di uno splendido panorama infuocato sulle scogliere. Se desiderate poi trascorrere un pomeriggio di relax al mare vi consigliamo la Spiaggia di Guvano e lo Spiaggione di Corniglia.

Manarola

dove andare alle cinque terre 7 scaled

Manarola secondo la tradizione deve il suo nome alla “magna rota” la grande ruota del mulino ad acqua che si può ancora ammirare nella parte più antica della città.

Anche questo paese si caratterizza a suo modo da case colorate e da una natura rigogliosa, che lo rende forse il borgo più particolare tra tutti. La sua attrazione primaria è la Chiesa di San Lorenzo con il rosone realizzato in marmo di Carrara dalle particolari decorazioni con foglie e teste umane.

Manarola è una tappa da visitare non soltanto con la bella stagione, ma anche in pieno inverno, precisamente a Natale. Sulle sue colline viene infatti costruito ogni anno il presepe più grande al mondo. Ideato nel 2007 da Mario Andreoli presenta oltre 300 figure luminose alimentate da un’impianto fotovoltaico e visibili da grandi distanze.

Riomaggiore

dove andare alle cinque terre 1 scaled

Ultimo borgo da visitare sulla via è Riomaggiore. Esso possiede una particolarità molto curiosa: sin dal ‘500 tutte le case sono costruite con un doppio accesso, sul fronte e sul retro, per facilitare la fuga in caso di incursioni saracene.

Le due tappe da visitare sono senz’altro il Castello che domina Riomaggiore, costruito con intento difensivo e diventato nel tempo prima un cimitero e oggi un’ importante centro culturale; da non perdere poi la Chiesa di San Giovanni Battista, realizzata in un bellissimo stile neogotico.

Infine, Riomaggiore è collegato con Manarola dalla Via dell’Amore, un sentiero lastricato, lungo poco più di un km, scavato nella roccia della costa e lambito dalle dolci acque del golfo. Un percorso breve, semplice, ma di grande effetto!

Questi erano i nostri consigli su dove andare alle Cinque Terre, un parco unico e meraviglioso che merita di essere scoperto passo dopo passo. Se vi piacerebbe visitare le Cinque Terre in compagnia di nuovi amici unitevi a Meeters per una settimana di viaggio e per praticare trekking tra i cinque borghi. Per tutte le informazioni cliccate sui link e non smettete di visitare Meeters per tante altre destinazioni in Italia e nel mondo!

Che ne pensi di questo contenuto?

Grazie per il tuo feedback!
Responsive Banner
[social_buttons nectar_love="true" facebook="true" twitter="true" pinterest="true" linkedin="true" style="default"]
Lascia un commento