Dove andare senza passaporto: la guida definitiva

5/5 - (1 vote)

Negli ultimi mesi moltissimi viaggiatori italiani si sono dovuti scontrare con delle difficoltà oggettive nell’organizzare la loro prossima vacanza all’estero. Da una parte alcune zone sono attualmente coinvolte nella guerra ed è assolutamente sconsigliato visitarle al momento. Dall’altra, invece, si sono riscontrate attese infinite per il rinnovo o il rilascio del passaporto. Nonostante ciò viaggiare all’estero è ancora possibile! In questo articolo vi vogliamo infatti fornire una lista esaustiva dei paesi dove andare senza passaporto e aiutarvi a fare un po’ di chiarezza sulla questione!

Europa, Unione Europea, area Schengen: di cosa stiamo parlando?

dove andare senza passaporto 1 scaled

Prima di dilungarci nella lunga lista di paesi in cui si può viaggiare senza passaporto, è necessario fare chiarezza sulla situazione europea. Ci sono infatti alcuni termini e regolamenti di cui sentiamo sempre parlare, ma che possono creare un po’ di confusione.

Innanzitutto, quando si parla di Europa ci si riferisce al continente europeo, che comprende in tutto 50 paesi. Di queste 50 nazioni, solo 27 fanno parte dell’Unione Europea, una comunità politica ed economica sovranazionale che permette a chi vi risiede di muoversi liberamente tra gli stati membri.

L’Italia è membro dell’Unione Europea e quindi, come molti già sapranno, è possibile visitare gli altri stati membri avvalendosi semplicemente della carta d’identità.

Quando parliamo invece di area Schengen ci riferiamo ai paesi in cui si può circolare liberamente poiché essi hanno abolito le frontiere interne. Per entrare in questi stati quindi non sono necessari controlli d’identità. Fanno parte dello spazio Schengen 23 stati su 27 dell’Unione Europea (ad esclusione di Irlanda, Bulgaria, Cipro e Romania) e 4 stati terzi: Islanda, Norvegia, Svizzera e Lichtenstein.

Sono inclusi negli accordi Schengen anche il Principato di Monaco tramite la Francia e dall’Italia anche San Marino e la Città del Vaticano.

WEEKEND E VIAGGI

Cosa serve per viaggiare senza passaporto

Quando si viaggia senza passaporto l’unico documento valido che si deve utilizzare è la carta d’identità valida per l’espatrio, quindi non sono ammessi altri tipi di documenti come ad esempio la patente di guida. Certi paesi potrebbero poi richiedere che il documento abbia una validità residua di almeno tre o sei mesi, ma le regole cambiano da stato a stato.

Prima di prenotare la vacanza e prima di partire vi consigliamo di dare sempre uno sguardo al sito viaggiaresicuri.it. Si tratta di un servizio utile e fondamentale fornito dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, che fornisce tutte le informazioni sul paese che si ha intenzione di visitare, comprese norme di comportamento, documenti necessari e aggiornamenti sulla sicurezza del paese.

Dove andare con la carta d’identità in Europa

Vediamo ora nel dettaglio le destinazioni europee che possiamo visitare dall’Italia con la sola carta d’identità valida per l’espatrio.

Unione Europea

dove andare senza passaporto 8 scaled

In Europa si può viaggiare senza passaporto e con carta d’identità tra tutti i paesi dell’Unione Europea, compresi quelli che non hanno aderito all’area Schengen.

Nel dettaglio, quindi, le mete che potete valutare per il vostro prossimo viaggio sono: Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia e Ungheria.

Fanno parte del Portogallo anche l’arcipelago di Madeira e le Azzorre nell’Oceano Atlantico. Mentre fanno parte della Spagna le Isole Canarie, compresa l’isola di Tenerife e Gran Canaria.

Europa

dove andare senza passaporto 7 scaled

Passiamo ora a quei paesi in Europa che pur non facendo parte dell’Unione Europea possono essere visitati con la sola carta d’identità valida per l’espatrio.

Se in estate sognate dei viaggi di fuga dal caldo italiano, verso il freddo nordico, potete stare tranquilli. Le mete più amate per questo tipo di vacanza sono Norvegia ed Islanda (scoprite il viaggio di gruppo organizzato da Meeters!), che fanno entrambe parte degli accordi di Schengen. Potrete quindi godervi paesaggi innevati in pieno agosto e se avete fortuna assistere alla bellezza arcana dell’aurora boreale.

Nella Penisola Balcanica, poi, si trovano alcuni stati appartenenti alla comunità europea e altri che non ne fanno ancora parte, ma hanno presentato richiesta per unirsi. Questo territorio può comunque essere visitato tutto con piccole precisazioni.

Albania, Bosnia ed Erzegovina e Croazia richiedono il passaporto con almeno tre mesi di validità residua. Potete quindi programmare la vacanza se avete già il passaporto anche se scadrà tra qualche mese, senza bisogno quindi di sottostare all’ attesa per rinnovarlo.

Potete invece programmare il viaggio con carta d’identità in totale relax verso Bulgaria, Macedonia del Nord, Repubblica di Montenegro, Grecia, Kosovo, Serbia e Slovenia.

La Svizzera poi può essere visitata senza alcun problema, accedendo sia in macchina che con voli di linea. In questo caso però se avete una carta d’identità elettronica scaduta, ma con un rinnovo cartaceo non potrete essere ammessi.

Infine, il Principato di Andorra, tra Francia e Spagna, non fa parte né dell’Unione Europea, né dei trattati Schengen, ma avendo degli accordi di transito con i paesi confinanti permette ai cittadini dell’Unione Europea di entrare con il solo documento d’identità.


 


Viaggiare verso i territori d’oltremare

Tra le destinazioni che potrete raggiungere senza passaporto e con tutta la famiglia si classificano anche i territori d’oltremare. Sotto questa definizione rientrano tutti quei territori che sono state colonie dipendenti da paesi europei.

Oggi anche se gli stati europei non hanno più sovranità su questi luoghi, restano legati per quanto riguarda questioni giuridiche e amministrative. Vediamoli!

Territori del Regno dei Paesi Bassi

dove andare senza passaporto 5 scaled

Il Regno dei Paesi Bassi al completo non comprende soltanto l’Olanda, ma anche i cosiddetti Paesi Bassi caraibici, ovvero le isole di Bonaire, Sint Eustatius e Saba. Queste sono considerate municipalità speciali ma amministrate direttamente dal governo di Amsterdam. Quindi potete tranquillamente organizzare un viaggio in queste mete con la sola carta d’identità.

Ci sono poi anche altri territori d’oltremare olandesi che necessitano sempre di passaporto, poiché definiti completamente autonomi rispetto alla madrepatria. Stiamo parlando dell’isola di Aruba nei Caraibi e dell’isola di Curacao nelle Antille, che richiedono un passaporto con validità residua di almeno sei mesi. L’isola di Sint Maarten invece, da non confondere con la Saint Martin francese, richiede un passaporto in corso di validità.

Territori del Regno della Danimarca

dove andare senza passaporto 4 scaled

Il Regno di Danimarca comprende al suo interno la Danimarca, la Groenlandia e le isole Fær Øer nell’ Oceano Atlantico. La situazione però è abbastanza diversa da ciò che abbiamo visto per il Regno dei Paesi Bassi

Le Fær Øer e la Groenlandia sono infatti territori autonomi, non fanno parte né dell’Unione Europea, né hanno aderito ai trattati di Schengen quindi per visitarle è necessario sempre il passaporto.

Territori d’oltremare francesi

dove andare senza passaporto 3 scaled

La Francia conta ancora oggi ben 13 territori d’oltremare, in cui gli abitanti godono tutti dello status di cittadini francesi e hanno diritto al voto. Tra questi paesi spiccano l’isola di Guadalupa e l’isola di Martinica nei Caraibi, le isole Reunion e Mayotte nell’ Oceano Indiano, e la Guyana francese in Sudamerica.

Questi territori sono completamente soggetti alle leggi francesi ed è un po’ come se fossero un’estensione lontana dei confini territoriali della Francia. Tutti possono essere quindi visitati presentando come documento la carta d’identità, proprio come se steste andando in Francia.

Altri territori sono invece considerati collettivi d’oltremare e sono la Polinesia Francese, la Nuova Caledonia, l’arcipelago di Wallis e Futuna nell’ Oceano Pacifico, le isole di Saint Martin e Saint Barthelemy nei Caraibi e le isole di Saint Pierre e Miquelon nell’Oceano Atlantico, al largo delle coste del Canada. Per visitare questi paesi è sempre necessario il passaporto.

Fanno parte della giurisdizione francese anche alcune isole e territori disabitati come l’isola di Clipperton vicino al Messico e le terre australi e antartiche francesi nell’Oceano Indiano, vicino all’Antartide, in cui però risiedono soltanto ricercatori scientifici e qualche militare.

Altrove nel mondo

dove andare senza passaporto scaled

Chiudiamo la nostra guida ai luoghi in cui si può viaggiare senza passaporto con alcuni paesi esteri che non mantengono legami di tipo coloniale con i paesi europei ma che presentano della situazioni che possono volgere a nostro favore.

Potete infatti organizzare un viaggio senza passaporto in Egitto, dato che solo per motivi turistici consente l’ingresso con la sola carta d’identità valida per l’espatrio, sia elettronica che cartacea, con validità residua superiore ai sei mesi. Inoltre, dovete portare con voi anche due foto tessere per richiedere il visto d’ingresso all’ arrivo in Egitto.

Infine a Gibilterra, territorio d’oltremare appartenente al Regno Unito, nella punta sud della Penisola Iberica, si può tranquillamente accedere soltanto con la carta d’identità in corso di validità.

Speriamo di avervi aiutato con la nostra guida e le nostre soluzioni su dove andare senza passaporto in Europa e nel mondo. Se i nostri consigli vi sono stati utili, scoprite anche le altre guide e gli itinerari di viaggio del nostro blog. Visitate poi la nostra pagina eventi per scoprire cosa abbiamo in programma in Italia e nel mondo per viaggiare in modo nuovo e con nuovi amici!

Che ne pensi di questo contenuto?

Grazie per il tuo feedback!
[social_buttons nectar_love="true" facebook="true" twitter="true" pinterest="true" linkedin="true" style="default"]
Lascia un commento