Escursioni Val Badia: 5 trekking imperdibili

4/5 - (12 votes)

La Val Badia si estende per 35 km nella parte meridionale del Trentino Alto Adige nell’eccezionale cornice dalle Dolomiti. La presenza di vallate, boschi, laghi e alte vette da scalare ha permesso a questa zona di diventare una delle mete privilegiate di tutti coloro che amano il trekking. Le escursioni in Val Badia sono davvero tantissime ma abbiamo selezionato per voi le più belle per scoprire i punti panoramici e di maggiore interesse naturalistico di questo piccolo angolo di paradiso!

Il sentiero dei laghi Tru di Lec in Alta Badia

Responsive Banner

Z

Il sentiero dei laghi Tru di Lec è perfetto per chi è ancora alle prime armi con l’ escursionismo e cerca un terreno in cui mettersi alla prova. Infatti è uno dei percorsi più semplici dell’Alta Badia, ma che permetterà di ammirare panorami unici nel loro genere, tra boschi e laghi, inerpicandosi però anche su sentieri di montagna più impegnativi. La durata è in tutto di circa 2 ore e il dislivello di soli 380 metri.

Il punto di partenza è La Villa, frazione del comune di Badia. Dal centro storico si segue la segnaletica del CAI e in poco tempo si raggiunge subito la prima tappa, il laghetto Sompunt. Da qui la vista è davvero splendida, con le montagne e i prati che si specchiano sulla superfice placida del lago.

La seconda parte dell’ escursione è un po’ più impegnativa e porta al laghetto Dla Lunch, più piccolo rispetto al precedente e non altrettanto suggestivo. Ma la camminata nei boschi vale sicuramente la fatica fatta per arrivare sin quassù!

Trekking al Santuario di Santa Croce

2Q==Anche questa seconda escursione è abbastanza semplice, anche se più faticosa e lunga, ben 4 ore. Il Santuario di Santa Croce è uno dei luoghi più amati dell’Alta Badia e vanta una lunghissima storia. La consacrazione della chiesa risale infatti al 1484, ma già secoli prima questo stesso punto era un’importante luogo di culto per le popolazioni che vi vivevano e che praticavano rituali pagani.

Il percorso parte dal centro storico di San Cassiano. Già da qui si inizia a prendere quota, muovendosi prima verso la parte alta del paese e poi lungo il ripido sentiero numero 15. Il primo tratto è anche il più faticoso quindi ben presto potrete rilassarvi e godervi in tutta tranquillità i panorami, i masi, i rifugi, le viste sul borgo di Corvara e le alte vette delle Dolomiti.

Una volta giunti al Santuario potrete ammirare l’intera valle dall’alto e scattare meravigliose foto. Da qui potete tornare indietro ripercorrendo i vostri stessi passi lungo il sentiero dell’andata fino a San Cassiano.