Esperienze in provincia di Verona: 5 scelte tra fossili, monti, vino e sorprese

Offerta Viaggio Ponte 25 Aprile
5/5 - (1 vote)

Sapete qual è una cosa molto bella d’Italia che però non sono in molti a tenere in considerazione quando si tratta di viaggiare? I dintorni di Verona.
La città scaligera, città romantica e città d’arte, ha una provincia che offre molte possibilità a chi è interessato.
Cultura e natura vanno di pari passo all’interno del territorio ed offrono moltissime esperienze in provincia di Verona.

Quella porzione di veneto è infatti molto interessante da un punto di vista naturalistico e non.
Se laghi e fiumi li conoscono tutti, le montagne, i borghi ed i parchi naturali sono leggermente meno noti.
La varietà della proposta veronese rende la creazione di articoli come questi molto utili per i non-local, così da potersi godere al massimo ciò che tale luogo offre.

Quando si parla di organizzare eventi e dare modo ad altre persone di migliorare la qualità del loro tempo libero, noi di Meeters ci troviamo sempre in prima linea.
Che si tratti di escursioni in natura, di giri turistici in città o di aperitivi non ci tiriamo mai indietro. Vieni a stringere nuove amicizie dando un’occhiata a tutti i nostri eventi!

Presupposto ciò fatevi aiutare da noi nella scelta e andiamo a scoprire le esperienze in provincia di Verona più interessanti da fare.

Un giro a Borghetto sul Mincio

borghetto sul mincio paese fiume

Partiamo subito con uno dei nomi più sottovalutati tra quelli che si possono trovare su Internet.
Borghetto sul Mincio, esattamente come lascia presagire il nome, è un piccolo paese che si affaccia sul fiume Mincio.
Borghetto è una piccola frazione di Valeggio Sul Mincio ormai non più abitata in maniera stabile.



 

Il paesino sorge all’interno della valle del fiume Mincio, ai piedi del Ponte Visconteo vicinissimo al confine con la Lombardia.
A far innamorare i turisti, se non ci pensa l’atmosfera sognante, ci pensano i caratteristici mulini ad acqua.
Alcuni di questi sono ultimamente stati rimessi in funzione attraverso la riparazione delle ruote.
All’interno del territorio della frazione è anche presente una chiesa parrocchiale con un campanile proveniente dall’epoca Scarolingia.
Tale torre contiene una delle campane più antiche di tutto il veronese, datata 1381.

Camminare su un ponte sospeso a mezz’aria a Crero

ponte tibetano veneto

Non troppo distante dal Lago di Garda c’è un piccolo paesino chiamato Crero, non troppo lontano dal più noto Torri del Benaco.
Il borgo di Crero è famoso in tutta Italia per avere un emozionante ponte tibetano attraversabile.
Questo ponte, sospeso a circa 45 metri d’altezza sopra la Val Vanzana, collega Crero con la piccola località di Pai di Sopra.

wDaZChCUhaubQAAAABJRU5ErkJggg==

Il ponte, inaugurato giusto nel corso del 2019, è stato costruito anche per mettere insieme due sentieri per escursioni, diventando quindi un punto di collegamento tra gli uliveti che sono a ridosso del lago.
Questo ponte, complice il panorama splendido che regala, è perfetto da attraversare per chi vuole sfidare un po’ la sua paura per le vertigini ma anche per chi vuole riconnettersi con la natura visitando luoghi immersi nel verde.

Noi di Meeters abbiamo anche organizzato degli eventi riguardanti la pratica dello Yoga da queste parti, dai un’occhiata a uno di questi a questo link per capire che genere di esperienze a Verona proponiamo.

Alla scoperta dei giacimenti fossiliferi di Bolca

esperienze in provincia di verona pesci fossili

Non in molti sanno che la località Bolca in mezzo ai monti Lessini è uno dei luoghi più interessanti al mondo per chi è appassionato di preistoria.
La piccola frazione del comune di Vestananova è infatti nota sin da sedicesimo secolo per contenere moltissimi fossili di pesci appartenenti ad epoche passate.
Quando parliamo di esperienze in provincia di Verona questa è una vera sorpresa per molti.

I giacimenti fossiliferi di Bolca, così chiamati dal punto di vista scientifico, sono tra i giacimenti più importanti del mondo intero.
Sono così importanti per una pletora di parametri diversi: estensione, quantitativo di specie ritrovate e (soprattutto) incredibile grado di conservazione.
I fossili in questione appartengono ad un habitat marino lagunare e comprendono crostacei, rettili insetti e oltre 150 specie di pesci.

Molto di tutto questo si deve al particolare processo di fossilizzazione che, a causa di condizioni molto specifiche, ha permesso la conservazione di specie super delicate; un esempio è dato da alcuni esemplari ancora conservati di meduse.

Noi di Meeters, qui a Bolca, abbiamo organizzato un tour di esplorazione dei giacimenti fossiliferi in grado di far rimanere a bocca aperta grandi e piccini.
Vieni a scoprirne di più cliccando su questo link!

La Valpolicella non si dimentica