Skip to main content

Il numero di film girati a Verona dimostra quando la “città dell’amore” si sia sempre prestata al meglio come location in cui ambientare storie appassionanti e, spesso, romantiche.

Tra l’Arena e la casa di Giulietta, Verona è stata scelta da tanti registi per ambientare pellicole d’amore o commedie con le quali raccontare e riscoprire i luoghi più belli e suggestivi della città.

Questo stretto rapporto tra Verona e il cinema è stato anche saldato dalla nascita del Festival tematico “Schermi d’Amore”, dedicato proprio ai film romantici e che, ogni anno, attira appassionati da tutta Italia.

film girati a verona

Gli amanti di Verona

Il rapporto tra il cinema e Verona risale a molti decenni fa, quando già nell’immediato dopoguerra, il regista francese André Cayatte girò Gli amanti di Verona (1948), film interpretato da Serge Reggiani, Anouk Aimée e Pierre Brasseur.

I protagonisti del film sono due controfigure degli attori che interpretano Romeo e Giulietta e che rivivono, sulla propria pelle, la tormentata storia d’amore tra i due amanti. Inutile dire che la parte del leone spetta agli splendidi scenari che riportano alla mente l’immortale opera shakesperiana.

Film girati a Verona: Fabiola

Un anno più tardi, è il regista italiano Alessandro Blasetti ad ambientare a Verona il suo Fabiola, con Michèle Morgan, Henri Vidal e Michel Simon.

La storia è ambientata all’inizio del IV secolo d.C., quando un giovane gallo convertito al cristianesimo, diventa gladiatore a Roma e si innamora di Fabiola, figlia di un senatore che viene ucciso. Sono proprio i due ragazzi a essere accusati  del crimine e, contro di loro, si scatena una spietata persecuzione che li costringe a nascondersi e a vivere drammaticamente il loro amore.

Il film è passato alla storia come il primo kolossal italiano del dopoguerra ed è stato campione d’incassi della stagione cinematografica 1948-49.

film girati a verona

Spartaco – Il gladiatore della Tracia

Sempre un gladiatore è il protagonista di Spartaco – Il gladiatore della Tracia, co-produzione italo-francese del 1953, diretta dal maestro Riccardo Freda e con un cast d’eccezione, in cui spiccano Massimo Girotti, Ludmilla Tchérina, Yves Vincent e Carlo Ninchi.

Senza nemmeno dirlo, il protagonista è Spartaco, un soldato romano divenuto gladiatore e che decide di mettersi alla guida di una rivolta per ottenere la libertà di tutti gli schiavi come lui. Combattuto tra l’amore per Sabina, figlia del suo ex padrone e la sua missione, l’uomo sarà costretto a un’ultima, fatale, battaglia.

Film girati a Verona: Barabba

Anche questo film del 1961 è una co-produzione, ma tra Italia e Stati Uniti. Diretto da Richard Fleischer, vede tra i protagonisti Anthony Quinn, Silvana Mangano e Vittorio Gassman.

Al centro delle vicende c’è Barabba (Quinn) che, nonostante le parole di Gesù al momento della crocifissione, ricomincia la sua vita di latrocini e omicidi. L’uomo viene arrestato e condannato a lavorare in una miniera siciliana, ma riesce a scappare e torna a Roma dove si converte al cristianesimo e partecipa a incendi e saccheggi. Il suo destino non potrà essere che di tornare sulla croce, morendo, stavolta, da cristiano.

Gli amanti devono imparare

L’anno dopo è il momento del film Gli amanti devono imparare di Delmer Daves e con Troy Donahue, Rossano Brazzi e Angie Dickinson.

Si tratta di una storia d’amore con protagonista l’americana Prudence che, arrivata a Roma, si innamora di Don. I due girano l’Italia insieme, soggiornando anche a Verona. Tuttavia, quando tornano nella Capitale, Don ricade tra le braccia della sua ex ragazza, mentre Prudence cerca consolazione in Roberto, un uomo con cui aveva fatto amicizia durante la traversata dagli Stati Uniti.

Storia d’amore a lieto fine con una spiccata dimensione turistica, in cui Verona e l’Italia brillano di tutto il loro fascino e bellezza.

Film girati a Verona: Il merlo maschio

Sempre a Verona è ambientato Il merlo maschio, film girato nel 1972 da Pasquale Festa Campanile e con Lando Buzzanca, Laura Antonelli e Ferruccio De Ceresa.

Il protagonista è un violoncellista frustrato che, pur di attirare le attenzioni su di sé, sfrutta la bellezza e la procacità della moglie, costringendola a esibirsi nuda nell’Arena di Verona, durante la rappresentazione dell’Aida. L’uomo finisce, così, in un manicomio.

Si tratta di una divertente commedia molto esportata anche all’estero e che fa perno sulla bravura camaleontica di Buzzanca e sulla straordinaria bellezza della Antonelli.

film girati a verona

Letters to Juliet

Arrivando in tempi più recenti, Romeo e Giulietta tornano protagonista nel film Letters to Juliet. Il film è del 2010 ed è diretto da Gary Winick ed è interpretato da Amanda Seyfried e Vanessa Redgrave.

Si tratta di un’originale rilettura della storia di Romeo e Giulietta. La protagonista è la giornalista Sophie che, un giorno, si imbatte in una lettera lasciata cinquant’anni prima nel cortile della casa di Giuletta. All’interno, c’è la dichiarazione d’amore di Claire nei confronti di Lorenzo. Curiosa di conoscere i protagonisti di quella struggente storia d’amore, Sophie rintraccia Claire. Il loro incontro a Verona, dà via a una romantica avventura che gli sconvolgerà la vita.

Il film è uno spot per l’Italia che tutti i turisti sognano. È ambientato in una Verona fiabesca in cui mangiare, passeggiare e sognare una vita diversa.

Film girati a Verona: Rockstar

Infine, a Verona è ambientato anche il film indiano Rockstar, diretto nel 2011 da Imtiaz Ali e con Ranbir Kapoor, Nargis Fakhri e Shammi Kapoor.

Il protagonista è Jordan, un ragazzo indiano che sogna di diventare una rockstar internazionale. Dopo diverse vicissitudini, riesce, finalmente, a realizzare il suo sogno e sale sul palco dell’Arena di Verona per tenere un concerto davanti a una folla straripante di fans.

Se vuoi riscoprire i luoghi dei film girati a Verona, iscriviti a Meeters e potrai accedere a eventi unici ed esclusivi.