Grand Canyon: la guida di Meeters

Offerta Viaggio di Pasqua
5/5 - (1 vote)

Il Grand Canyon è una delle maggiori attrazioni degli Stati Uniti. Si trova nella zona a nord-ovest dell’Arizona ed è un’immensa gola naturale scavata dal fiume Colorado. Per capire le dimensioni smisurate di quest’area, bastano pochi dati: il canyon raggiunge i 16 km di diametro, una profondità massima di 1,8 km ed è lungo ben 445 km.

La più importante caratteristica che rende unico questo luogo è il colore delle rocce che, erose per secoli e secoli dall’acqua del fiume, hanno assunto una particolarissima sfumatura di rosso. Soprattutto al tramonto, il Grand Canyon dà vita a uno spettacolo davvero straordinario, da vedere almeno una volta nella vita.

grand canyon

Grand Canyon: cenni storici

L’origine del Grand Canyon affonda le radici nell’epoca primordiale, visto che, secondo gli esperti, è presente da oltre due miliardi di anni. Per circa 4.000 anni, quest’area in parte desertica è stata disabitata, fino a quando, intorno al 500 a.C. non si sono registrati i primi insediamenti umani, poi attribuiti alla popolazione Cohonina.

Qualche secolo più tardi, furono gli Ancestral Pueblo ad abitare la regione e a costruire nuovi insediamenti di cui, ancora oggi, rimane qualche traccia. Il Grand Canyon veniva usato, soprattutto, durante le stagioni più fredde, grazie al suo clima caldo e secco. Sia gli Ancestral sia i Cohonina, rimasero in questa zona fino al XIII secolo, quando furono costretti a spostarsi in seguito a una grave crisi climatica.

Proprio per questo motivo, il Grand Canyon tornò a essere disabitato per diversi decenni, fino a quando qui si stabilirono nuove tribù, ossia i Paiute, i Cerbat e i Navajo. Le prime esplorazioni, avvennero, invece, nel 1540, quando l’esercito spagnolo guidato da Francisco Vazquez de Coronado identificò il versante South Rim del Grand Canyon National Park. In questo stesso anno, un altro spagnolo, García López de Cárdenas partì dal Nuovo Messico alla ricerca del misterioso fiume nominato dagli indiani Hopi. Due secoli più tardi, nel 1776, due religiosi spagnoli esplorarono, infine, la zona del North Rim, alla ricerca di una via per collegare la California a Santa Fe.

Il Trattato di Guadalupe Hidalgo

Un’altra tappa importante della storia del Grand Canyon si registrò nel 1848, quando con il Trattato di Guadalupe Hidalgo, l’intera area passò dai messicani agli americani che organizzarono subito diverse spedizioni. Nel 1858, il missionario mormone Jacob Hamblin scoprì la zona di Lees Ferry, mentre tra il 1869 e il 1872 il geografo ed esploratore John Wesley Powell, riuscì a mappare, per la prima volta, parte del Grand Canyon, catalogando flora, fauna, formazioni rocciose e reperti archeologici.

Nel 1882, invece, fu attivata la prima linea ferroviaria che collegava il Grand Canyon alla località di Williams, permettendo alla zona di aprirsi alle visite dei primi turisti. Proprio per accogliere quest’ultimi, la Fred Harvey Company cominciò la costruzione di diverse strutture ricettive, mentre nel 1893 tutta l’area divenne riserva forestale. Infine, nel 1919, il Grand Canyon fu ribattezzato Grand Canyon National Park, diventando velocemente uno dei parchi nazionali USA più visitati al mondo.

GrandCanyonAmerica

Caratteristiche del Grand Canyon

Il Grand Canyon è una zona del tutto particolare, caratterizzata da aree facilmente accessibili e da altre molto impervie. Sebbene sia un’unica formazione naturale, è stato diviso in tre macro aree, ovvero:

·      South Rim, la zona meridionale del Grand Canyon, in cui si trova il Grand Canyon Village;

·      North Rim, margine settentrionale del Grand Canyon;

·      West Rim, versante occidentale e conosciuto soprattutto per la presenza del Grand Canyon Skywalk, una piattaforma trasparente sospesa in aria.

Le prime due zone ricadono direttamente sotto il Governo Federale Americano e fanno parte del Grand Canyon National Park, mentre il West Rim fa parte della riserva degli indiani Hualapai, i quali ne gestiscono direttamente gli ingressi.

Oltre a queste aree, il Grand Canyon offre altre zone meno conosciute e più impervie, come il Toroweap Point, uno dei più bei punti panoramici, le cascate Havasu Falls e il Grand Canyon-Parashant National Monument, tra le aree più remote e incontaminate, vero paradiso degli escursionisti.

WEEKEND E VIAGGI

Come arrivare al Grand Canyon

Raggiungere il Grand Canyon è abbastanza facile, grazie ai diversi collegamenti esistenti. Puoi partire sia da alcune grandi città come Las Vegas o Phoenix sia da località minori come Kingman, Flagstaff o Page.

Se sogni il road trip e ti muovi in autonomia, la soluzione migliore è prendere un’auto a noleggio e seguire le indicazioni del navigatore per la Desert View Drive, fino a raggiungere il Grand Canyon Visitor Center o uno dei due ingressi al Parco.

In alternativa, esiste un itinerario molto suggestivo e perfetto per chi vuole rivivere le affascinanti avventure dei pionieri. Dal paesino di Williams, infatti, parte un treno storico che raggiunge il South Rim e che permette di godere degli straordinari scenari che regala la zona.

Per quanto riguarda il North Rim, invece, è consigliabile raggiungerlo da Kanab o Page, le due località più vicine. Questo perché è quasi impossibile visitare nello stesso giorno i versanti nord e sud, visto che distano ben 4 ore di macchina.

Infine, se vuoi raggiungere il West Rim, il punto di partenza più vicino è Las Vegas. Anche in questo caso, è molto difficile visitare, nello stesso giorno, uno degli altri due versanti, tenuto conto delle distanze.

Se, invece, non ami guidare e vuoi viaggiare in tutta comodità, puoi sempre raggiungere il Parco Nazionale del Grand Canyon a bordo di un pullman o di un elicottero. In entrambi i casi, le basi si trovano a Las Vegas e a Phoenix, dove avrai la possibilità di iscriverti a diversi tour.

grand canyon

Sentieri e punti panoramici

Se ami la Natura, le passeggiate e il trekking, visitare il Grand Canyon può essere l’esperienza della vita. Questo magico luogo, infatti, offre sentieri, itinerari e punti panoramici davvero spettacolari e di diverso grado di difficoltà.

Per i meno preparati, i sentieri panoramici del West Rim sono l’ideale, perché non richiedono un particolare sforzo e sono anche abbastanza brevi. Al contrario, lungo il South Rim e il North Rim, gli escursionisti più preparati avranno l’opportunità di raggiungere il letto del fiume Colorado e di passeggiare tra scenari mozzafiato. Tra i percorsi più famosi, ci sono il North e South Kaibab Trail e il Bright Angel Trail.

Una volta raggiunti i punti panoramici, potrai goderti una vista incredibile e scattare fotografie memorabili. Inoltre, in tutti e tre i versanti, avrai l’occasione di affacciarti su scenari incantevoli e che ti lasceranno senza fiato.

Se, invece, sei alla ricerca di emozioni ancora più forti, puoi concederti una passeggiata sul vertiginoso Skywalk. Oppure, raggiungere il Toroweap Point e le Havasu Falls che ti lasceranno a bocca aperta.

grand canyon

Quando visitare il Grand Canyon

Essendo una delle maggiori attrazioni di chi vuole scoprire l’America più antica e selvaggia, il Grand Canyon ospita migliaia di turisti ogni giorno. Si tratta, infatti, di una delle destinazioni più gettonate sia per viaggi d’avventura sia per i viaggi di nozze in America.

Tuttavia, è consigliabile scegliere con attenzione il periodo per concedersi un viaggio in questo splendido luogo. In particolare, il momento migliore per visitare il Grand Canyon è quello compreso tra i mesi di maggio e settembre. Il motivo è presto spiegato, ossia le condizioni meteo e le temperature.

In questa zona, infatti, le temperature sono molto variabili in base alle stagioni. D’estate, possono raggiungere picchi di oltre 40°C, soprattutto nelle zone interne. Durante l’inverno, invece, in entrambi i lati, può nevicare abbondantemente.

Infine, non bisogna mai sottovalutare l’importanza di attrezzarsi in modo adeguato, soprattutto se si prevedono passeggiate. Dunque, abbigliamento adatto, soprattutto scarpe da trekking, cappellino e zaino con acqua e altri rifornimenti.

[social_buttons nectar_love="true" facebook="true" twitter="true" pinterest="true" linkedin="true" style="default"]
Lascia un commento