Skip to main content

L’Umbria è il cuore verde d’Italia: amatissima per i suoi fertili paesaggi intrecciati di vigneti, le sue colline ondulate e la storia ricca di cui portano le tracce le città e i villaggi collinari. La gastronomia umbra vanta alcuni dei prodotti più deliziosi del Paese, tra vino frizzante e tartufi, che portano il sapore e l’essenza di questa bellissima regione. Pronto per scoprire i migliori posti da visitare in Umbria?

Ecco la nostra lista di consigli per una gita fuori porta, un weekend o una bella vacanza:

posti-da-visitare-in-umbriaOrvieto

Tra le più belle città collinari dell’Umbria c’è Orvieto, in equilibrio su un’altura vulcanica sopra le scenografiche pianure. La sua gloria è la cattedrale, un trionfo di gotico del XIV secolo che attrae le folle, soprattutto per gli affreschi impressionanti del pittore rinascimentale Luca Signorelli nella Cappella di San Brizio.

Sotto la città c’è un enigma di tunnel e grotte di epoca etrusca vecchi di 2500 anni, utilizzati per vari scopi nel corso dei secoli, dalle vie di fuga per gli assedi, alle cantine, ai rifugi antiaerei della seconda guerra mondiale.

Castiglione del Lago

Sulle rive del Lago Trasimeno, dove l’Umbria incontra la Toscana, la cittadina di Castiglione del Lago è famosa per il suo Castello del Leone del XIII secolo, le cui alte torri di guardia rivelano splendide viste sull’acqua scintillante e sulla campagna circostante.

Si tratta di una base ideale per gite ai villaggi e alle isole tranquille: la più grande, Isola Polvese, ospita la storica Chiesa di San Giuliano e il bellissimo Giardino delle Piante Acquatiche.

Ogni primavera, i cieli sopra Castiglione del Lago si animano di colori durante il Festival Coloriamo i Cieli, quando centinaia di aquiloni si alzano in volo.

WEEKEND E VIAGGIGubbio

Gubbio si erge fiera sulle pendici del Monte Ingino. La città è celebrata per il suo ricco patrimonio culturale.

Uno dei più antichi festival folcloristici d’Italia, La Festa dei Ceri, si svolge in città ogni anno il 15 maggio. Passeggiando per le strade ripide e tortuose arriverai alla spoglia e diffusa Piazza Grande e al Palazzo medievale dei Consoli con il suo campanile a torre. Fermati un attimo: da qui si ha una perfetta vista panoramica su Gubbio.

Spoleto

Questa labirintica città medievale ai piedi degli Appennini è perfetta per un’atmosfera da favola: strade acciottolate strette e strette, piazze soleggiate, piccoli caffè vivaci e chiese fatiscenti di pietra color miele, fresche e cavernose all’interno, con antichi affreschi a scaglie.

I cipressi spuntano come fontane di verde da dietro alti muri di pietra. Inaspettatamente, c’è un’imponente fortezza del XIV secolo su una collina che domina la città. Fino al 2007 era usata come prigione, ora è un museo dedicato alla storia di Spoleto.

Città di Castello

Questa bella città medievale sul Tevere è considerata da alcuni il luogo di nascita del Rinascimento (ma non vogliamo certamente offendere Firenze!). Quel che possiamo dire è che Città diCastello, nel nord dell’Umbria, vicino al confine con le Marche e la Toscana, è certamente un’opera d’arte.

Il centro storico è un labirinto di strade acciottolate e chiese nascoste. Il centro è il Palazzo Vitelli alla Cannoniera, un palazzo del XVI secolo trasformato in galleria d’arte, che contiene straordinari esempi di opere di artisti rinascimentali come Raffaello, Luca Signorelli e Andrea della Robbia.

Spello

Alle pendici del Monte Subasio, la città murata di Spello conquista gli amanti dell’architettura e gli appassionati di fotografia con le sue tortuose strade medievali e le vecchie chiese in rovina. La cittadina ha una storia antica alle spalle: fondata dal popolo pre-etrusco degli Umbri, divenne una colonia romana nel primo secolo a.C., e quell’eredità è ancora visibile oggi.

Tra le splendide attrazioni, troverai la Porta Venere, una porta della città di epoca augustea splendidamente conservata. Spello è particolarmente bella da visitare in estate, quando le strade e le case color miele si animano con vivaci composizioni floreali, curate dai residenti con orgoglio e attenzione meticolosa.

posti-da-visitare-in-umbria-spello Todi

In cima a una collina sopra il Tevere, la graziosa città di Todi è veramente un posto da fiaba. Le strade strette e acciottolate serpeggiano in pendenza e conducono a monumenti medievali splendidamente conservati.

Cerca il Palazzo del Popolo, costruito nel 1213, uno degli edifici pubblici più antichi d’Italia, ora a suo agio tra graziosi caffè e boutique.

Al riparo dal turismo di massa, la tranquilla Todi è perfetta per chi cerca autenticità e costumi locali. Mentre sei qui, fai un lungo pranzo o una cena: le prelibatezze culinarie includono il piccione cotto lentamente e aromatizzato con le erbe, perfetto con il Grechetto di Todi, un vino bianco secco che viene prodotto nella zona da secoli.

Torgiano

La Torgiano medievale si staglia contro orizzonti di oliveti e vigneti: il paese, infatti, è celebre per la produzione di olio d’oliva e vino. Se vuoi scoprire di più sulla sua ricca storia gastronomica, fai un salto al Museo del Vino e al Museo dell’Olivo e dell’Olio. Un paradiso per i buongustai, ma anche per gli appassionati di storia, con luoghi degni di nota come la Torre Baglioni, una bella torre imponente ai margini della città, risalente al 1274.

Norcia

Con una storia movimentata, una cucina deliziosa e uno scenario singolare ai piedi dei Monti Sibillini, Norcia è una meta perfetta per gli amanti della natura, gli appassionati di storia e chiunque sia una buona forchetta.

Nel cuore di questa pittoresca cittadina c’è la piazza principale, Piazza San Benedetto, che ospita alcuni degli edifici più antichi di Norcia: in particolare la Castellina, una fortezza del XVI secolo progettata dall’architetto rinascimentale Vignola, e la bellissima Basilica di San Benedetto con la sua facciata gotica del XIV secolo.

E per mangiare? Innanzitutto qualche tartufo Nero Norcia e tanti salumi locali.

Arrone

Fondata come fortezza nel X secolo da un nobile romano, Arrone è un delizioso borgo su una collina nel sud dell’Umbria.

È diviso in due parti distinte: intorno alla base c’è il più recente quartiere di Santa Maria, che ospita la Chiesa di Santa Maria Assunta, del XV secolo, con affreschi di artisti come Vincenzo Tamagni e Giovanni da Spoleto.

Salendo per le strade ripide e tortuose di Arrone arriverai alla sua parte più antica, dove la storia riverbera sulle mura di cinta di questo villaggio medievale splendidamente conservato.

posti-da-visitare-in-umbria-assisiAssisi

A pochi chilometri a est della capitale dell’Umbria, Perugia, si trova la città di Assisi, una città collinare dalla fotogenia struggente. È il famoso luogo di nascita di San Francesco d’Assisi (1181-1226), patrono degli animali e dell’ambiente. La Basilica di San Francesco, costruita in suo onore tra il 1228 e il 1253, è da vedere mentre sei qui, e rimane un importante luogo di pellegrinaggio cristiano dall’antichità fino a oggi.

Altre attrazioni includono il Tempio romano di Minerva, costruito nel I secolo e perfettamente conservato – testimonianza del rispetto di Assisi per la sua ricca storia. Se il tempo lo permette, il bellissimo Parco Regionale del Monte Subasio è un paradiso per gli amanti della natura.

Bevagna

Nel cuore dell’Umbria, Bevagna è una cittadina di valle tra due fiumi. La sua posizione sull’antica Via Flaminia, la strada romana che portava da Roma all’odierna Rimini, l’ha impregnata di storia.

La piazza della città, Piazza Silvestri, ha due sensazionali chiese romaniche. Una è la piccola San Silvestro e l’altra è l’imponente San Michele Arcangelo, sovrastata da un maestoso campanile.

Gli enofili e gli amanti del design hanno una sorpresa in serbo per loro a breve distanza dalla città, a nord-ovest: La Tenuta Castelbuono ha una cantina favolosa, simile a un carapace, per gentile concessione dello scultore milanese Arnaldo Pomodoro.

Amelia

Questo paesino in cima alle colline, tutto oliveti terrazzati, muri di pietra fatiscenti e campanili, è situato nell’angolo sud-occidentale dell’Umbria.

Si tratta di un villaggio delizioso, non lontano dalla città di Terni. Secondo alcuni studiosi, potrebbe anche essere la città più antica della regione, risalente al 1000 a.C. circa.

Si pensa che la muratura poligonale delle sue mura di pietra risalga alla fondazione della città, mentre sezioni originali di strada romana la attraversano. A questo proposito, non perdere il suo Museo Archeologico!

Fossato di Vico

Al confine occidentale dell’Umbria, sulle pendici del Monte Mutali, questo piccolo villaggio è tutto stradine in salita.

Troverai scale di pietra consumate che scompaiono attraverso archi e dietro gli angoli e finestre inaspettate di vista sulla campagna sottostante. I vicoli bui sono ravvivati da scatole di finestre piene di gerani, e bellissimi cortili a terrazze appaiono come per magia.

Consigliamo di restare nei paraggi e goderti questo posto in pace, lontano dai sentieri battuti.

Umbertide

Alcuni dei suoi edifici storici sono così ben conservati che quasi giureresti di essere stato teletrasportato indietro nel tempo. Per esempio, il simbolo ufficiale della città, l’immacolata Rocca di Umbertide, è un castello medievale che formava l’ingresso di guardia alla cittadella.

Altri punti salienti sono la chiesa di Santa Maria della Reggia, un edificio non convenzionalmente ottagonale che ospita dipinti di Niccolò Circignani e, appena fuori città, la Fondazione Civitella Ranieri, un bellissimo castello che è anche una residenza di artisti.