Skip to main content

Lombardia, terra di laghi: dal famosissimo lago di Como al meno conosciuto ma altrettanto suggestivo lago d’Idro, questa regione offre bellezze lacustri nel suo territorio come poche altre sanno fare. I laghi da visitare in Lombardia sono diversi, ognuno con le sue imperdibili località e borghi caratteristici. In particolare in primavera, i laghi lombardi sono una meta perfetta per delle gite e dei weekend di puro relax: gli alberi sono carichi di germogli, pronti a spuntare e a dipingere la terra con una moltitudine di fiori. Insomma, è tempo di pensare alle passeggiate intorno alle montagne e ai laghi, picnic al sole e pranzi all’aperto.

Ecco allora i nostri consigli per i più bei laghi della Lombardia da visitare, per tutti gli amanti di storia e natura!

laghi-da-visitare-in-lombardia-lago-di-comoI laghi più belli in Lombardia

La regione con più laghi in assoluto nel nostro Paese offre davvero degli specchi d’ acqua di una bellezza rara. Non solo luoghi in cui fare un giro in barca o andare in mountain bike lungo i sentieri, ma anche delle mete in cui rilassarsi e ammirare il territorio con le sue curiosità, gli antichi borghi

Ecco alcune delle località più belle da scoprire sui laghi lombardi:

Lago di Como

Iniziamo con il Lago di Como, la stella di tutti i laghi della Lombardia, e forse il più visitato. Il lago è uno spettacolo tutto l’anno, sia in inverno quando le montagne circostanti sono coperte di neve, sia in estate quando il sole splende luminoso e le acque blu profondo del lago ti invitano a fare un tuffo.

Ma forse è in primavera che il lago offre il meglio di sé. Non è ancora pieno di turisti, gli alberi nei giardini delle ville di lusso sono in fiore e si può apprezzare l’atmosfera “mediterranea” della zona, con palme, ulivi e agrumi.

Se dai un’occhiata al Lago di Como su una mappa, vedrai subito che ha la forma di una Y rovesciata. All’estremità dei due rami meridionali si trovano Como e Lecco, le due città principali del lago. Como è un ottimo posto per una gita di un giorno da Milano, e forse il posto più facile e migliore per godersi l’atmosfera dei laghi lombardi anche se non si ha una macchina o si preferisce viaggiare in treno.

In una giornata di sole, Como è perfetta per una passeggiata pomeridiana: si può camminare prima per il centro storico, poi fare un giro sul lungolago verso nord.

Ci sono molte attrazioni che meritano una sosta a Como, tra cui il Duomo e il Tempietto Voltiano, un museo scientifico dedicato ad Alessando Volta, inventore della batteria elettrica. Ciò che rende Como speciale è l’atmosfera: i motoscafi e le barche attraversano la distesa turchese del lago mentre i cigni galleggiano pigramente, il sole splende e ci si sente come se si fosse saltati in una cartolina.

Se cammini sul lungolago di Como, noterai una funicolare che si dirige verso la cima della montagna sulla destra. Prendila e arriverai a Brunate, un piccolo villaggio che offre una vista mozzafiato sul lago (e non molti turisti in vista). Ma se vuoi essere veramente avere una vista del lago unica e privata, cammina per altri due chilometri fino al Faro Voltiano.

Un altro luogo da visitare sul lago di Como è la magica villa che compare nei film di Star Wars, dove Anakin Skywalker e Padme Amidala si sposano. Sì, perché questa è in realtà la Villa del Balbianello, una villa storica che si trova vicino a Lenno, circa mezz’ora di macchina a nord di Como.

E per tutti gli scalatori, alpinisti e appassionati di trekking c’è Lecco, un ottimo posto per una passeggiata domenicale, proprio come Como, ma anche uno dei migliori punti di arrampicata del Nord Italia.

Ci sono diverse falesie vicino a Lecco, ma Galbiate e le Placche di San Martino sono forse le più note. Quindi, che tu sia un arrampicatore esperto o che tu voglia imparare le tue mosse sulle rocce, Lecco è il posto che fa per te.

laghi-da-visitare-in-lombardia-lago-maggioreLago Maggiore

Il Lago Maggiore è il più occidentale tra i laghi lombardi, a cavallo del confine tra Lombardia e Piemonte. La maggior parte dei luoghi famosi si trova sulla sponda piemontese, comprese le sognanti Isole Borromee e il Mottarone.

Eppure, anche la sponda lombarda ha alcune attrazioni degne di nota. Varese, che in realtà non è sul Lago Maggiore, è la città principale più vicina e ultimamente ora sta vivendo una sorta di ‘rinascimento’ grazie a un’attiva scena artistica di strada. Da Varese, puoi facilmente dirigerti verso le due attrazioni che ti consigliamo sul lato lombardo del Lago Maggiore: la Rocca di Angera e l’Eremo di Santa Caterina.

La Rocca di Angera è un castello del XIII secolo che domina il Lago Maggiore e la città omonima. È anche conosciuto come Castello Borromeo, dal nome della ricca famiglia milanese che ancora lo possiede.

Il castello è una bella vista in una giornata di primavera, ed è un ottimo posto per conoscere l’architettura medievale e la storia militare della zona. Ospita anche i Giardini Medievali e un museo delle bambole.

L’Eremo di Santa Caterina, invece, è un monastero benedettino funzionante, risalente al XII secolo. È stato restaurato ed esteso nel corso dei secoli, e ha alcuni interessanti affreschi all’interno. Ma la vista è ciò per cui davvero vi consigliamo di andare: così bella che vale da sola tutta l’escursione.

laghi-da-visitare-in-lombardia-lago-di-gardaLago di Garda

Il lago di Garda è il lago più grande e vario d’Italia. Offre storia, natura, attività all’aperto, spiagge e persino i suoi parchi divertimenti, come Gardaland (solo per citare il più famoso). Le rive del Lago di Garda sono divise tra tre regioni, ma sulla sponda Lombarda troverai alcune località deliziose e imperdibili.

Una di queste è Sirmione, sulla sponda meridionale del lago, proprio sulla punta di una penisola vicino al confine con il Veneto. Luogo di vacanza preferito fin dai tempi dell’antica Roma, Sirmione era anche sede della villa del poeta latino Catullo. In seguito, il fascino mediterraneo di Sirmione ha stregato molti altri poeti, come Tennyson e Joyce, e molti vacanzieri che la visitano ogni anno.

Eppure, in primavera il posto è ancora meravigliosamente tranquillo. Visita il grazioso castello scaligero sulla riva del lago, vai alle terme o cammina verso una delle spiagge di Sirmione per un picnic da ricordare, soprattutto se sei abbastanza fortunato da essere solo.

Tremosine è una piccola città vicino a Brescia, nella parte settentrionale della costa lombarda. Se ti piace l’avventura, a Tremosine avrai l’imbarazzo della scelta: parapendio, equitazione, canyoning e kitesurf sono alcune delle avventure offerte, ed è il punto di partenza per passeggiate in montagna visitando le trincee e i campi di battaglia della prima guerra mondiale.

Poi c’è l’imperdibile Vittoriale degli Italiani: la casa sul lago del poeta Gabriele d’Annunzio, eccentrica e unica al mondo. Ci troverai perfino un aereo appeso a una cupola, una nave da guerra nei giardini e la riproduzione di un teatro classico.

laghi-da-visitare-in-lombardia-lago-di-iseoLago d’Iseo

Il lago d’Iseo è il lago più piccolo tra i grandi laghi lombardi, ma ha l’isola più grande, Montisola, che misura 12,4 chilometri quadrati.

Il lago d’Iseo è una grande opzione per immergersi nella vita tradizionale locale e se ti piace il trekking è un’ottima destinazione. I sentieri non sono sovraffollati e potrai godere di una vista spettacolare sul lago quando arrivi in cima. I villaggi di Presso e Marone sono vicini ai punti di partenza di alcune spettacolari escursioni.

Tra le isole di Loreto, Monte Isola è un’altra scelta eccellente per una gita di un giorno. C’è un sentiero di 9 km che le gira intorno, attraverso il villaggio di pescatori di Peschiera Marengo, e altre frazioni dove sembra che il tempo si sia fermato.

laghi-da-visitare-in-lombardia-lago-di-vareseLago di Varese

Quasi completamente in pianura, qui troverai una pista ciclabile adatta a tutti che corre proprio intorno al Lago di Varese.

Con il suo paesaggio molto vario, il percorso alterna scorci di prati e boschi, acqua e montagne. Il massiccio del Campo dei Fiori scende verso le rive del lago e le Alpi si vedono in lontananza. E il Monte Rosa spicca visibilmente nelle giornate limpide!

Boschi di castagni e faggi, piante rupestri e paludi ricche di fauna. Il parco di Campo dei Fiori è un paradiso per gli amanti della natura, attraversato da sentieri, alcuni dei quali sono a tema. Il sentiero Giubileo, per esempio, ripercorre le antiche vie percorse dai pellegrini in viaggio dal Nord Europa a Roma, mentre il Verde Varesina è un sentiero da percorrere a piedi per più giorni che si snoda tra i laghi e le Prealpi varesine.

Un’altra passeggiata porta i visitatori fino al monte Sacro Monte, patrimonio mondiale dell’Unesco. Coloro che amano visitare chiese e palazzi apprezzeranno le ville Liberty, Badia di Ganna e Rocca di Orino nel parco.

Troverai qui percorsi romantici e bucolici con fontane, giardini e frutteti. Il parco dell’eclettica Villa Toeplitz di Varese di inizio Novecento si estende per otto ettari e offre una serie costante di esperienze diverse. Un gran numero di sentieri e percorsi si snodano attraverso il parco, permettendo ai visitatori di ammirare una varietà di piante che spazia dalle specie locali a quelle esotiche.

A pochi chilometri dalla sponda occidentale del Lago di Varese, l’Isolino Virginia è un esempio meravigliosamente conservato di uno dei più importanti siti palafitticoli del Neolitico, risalente addirittura al 3500 a.C.

laghi-da-visitare-in-lombardia-lago-di-idroLago d’Idro

Il piccolo lago oggi chiamato Lago d’Idro, noto ai romani come Eridio, è circondato da pendii montani boscosi che raggiungono i mille metri di altezza.

Questo ambiente incontaminato rende piacevole qualsiasi attività. Relax sulle rive ciottolose e sassose del lago, sport acquatici come vela e windsurf, ciclismo, escursioni e arrampicate, sci invernale sulle pendici del Monte Maniva. Quest’ultimo accoglie i visitatori anche in estate con passeggiate e l’indimenticabile scenario delle Piccole Dolomiti bresciane.

Tutti i paesi che si affacciano sul lago meritano una visita, a cominciare da Idro. Esso si divide nelle sette frazioni di Pieve Vecchia, Lemprato, Crone, Vesta, Vantone e Tre Capitelli.

Annidato tra le montagne sopra il lago, troverai Bagolino, un villaggio medievale. Le sue case sono strettamente incastonate e decorate con dettagli come ringhiere in ferro battuto ed elementi architettonici come portici, balconi e tetti in terracotta o ardesia. Strette strade acciottolate si alternano a scalinate. La chiesa di San Giorgio, del XVII secolo, si trova al centro del villaggio. La sua volta è stata affrescata da Tommaso Sandrini. Questi ha creato un’illusione ottica che sembra raddoppiare l’altezza della navata.

Sulle rive del lago, dove il fiume Chiese si allontana per scorrere a valle, si trova la chiesa di Santa Maria ad Undas. Questa ha un’abside romanica, successivamente assorbita nell’architettura trecentesca che rimane ancora oggi.