Skip to main content

Se c’è un luogo in Italia da visitare quando scende la neve quello è sicuramente il lago dal color verde smeraldo del Trentino Alto Adige. Il lago di Braies in inverno infatti è una perla unica, una delle meraviglie naturalistiche più stupefacenti delle Dolomiti. Qualcosa da aggiungere alle vostre vacanze in montagna oppure una metà perfetta per una fugace gita fuori porta.

Circondato dalla montagna Croda del Becco, all’interno del Parco naturale Fanes, il lago fa parte del piccolo comune di Braies, situato a 97 km da Bolzano.

Negli ultimi anni è diventato un luogo molto conosciuto per via della fiction Rai Un passo dal cielo con Terence Hill, ambientata proprio sulle sue sponde. Il lago però era già famoso non solo per via della sua location incantata tra le montagne e del suo anello di acqua limpida, ma anche per la sua trasformazione dovuta proprio al clima rigido dell’inverno.

La trasformazione del lago di Braies in inverno: da paradiso di smeraldo a distesa di ghiaccio e neve

Lago di Braies in inverno

Durante la stagione fredda il lago di Braies diventa un luogo magico fuori dal tempo, mutando del tutto il suo aspetto da quello che si può ammirare nella bella stagione. Le sue acque ghiacciano completamente e le sponde accolgono grandi quantità di neve, così come le cime del Croda del Becco e quelle degli alberi.

L’inverno diventa così il momento preferito per chi vuole rilassarsi, fare nuove amicizie o semplicemente stabilire un rapporto la natura, lontano dallo stress quotidiano. Le sfumature cromatiche che si posso apprezzare in questi mesi sono diverse da quelle estive, ma altrettanto suggestive.

Cosa fare sul lago in inverno e come arrivarci

Cosa fare sul lago di BraiesPrima di intraprendere il viaggio è necessario dare un’occhiata alla strada (qui tutte le info per arrivare al lago con ogni mezzo e in ogni stagione) e al meteo.

La visita al lago di Braies può infatti diventare pericolosa in condizioni di freddo eccessivo e prolungato o quando le nevicate diventano troppo abbondanti. In questi casi il lago viene chiuso. Ma anche nei periodi di apertura, bisogna prestare attenzione. La visita al lago, le passeggiate e le escursioni non sono semplici come in assenza di neve e molti sentieri possono ghiacciare e diventare impraticabili. Se non siete pratici potete dare un’occhiata a questi consigli per una gita in montagna, ma anche a tutti gli eventi disponibili per passeggiare in natura sicuri e accompagnati.

Chi ama fare trekking può stare comunque tranquillo: quando il clima lo permette e con il giusto equipaggiamento, le escursioni sono il modo migliore per immergersi in questo meraviglioso paesaggio. Sono molti infatti i sentieri che vengono curati e sgomberati dalla neve di continuo. Inoltre, un’alternativa valida e divertente alle classiche passeggiate possono essere le ciaspolate organizzate: calzando le tradizionali racchette per camminare senza timori nella morbida neve.

Con una superficie ghiacciata così estesa, poi, è praticamente impossibile resistere all’impulso di passeggiare letteralmente sopra il lago di Braies. Un’attività che può essere svolta senza problemi e che i più piccoli apprezzeranno sicuramente vista la possibilità anche di pattinare sul ghiaccio e, soprattutto, quella di ingaggiare infinite battaglie di palle di neve in questa splendida cornice ghiacciata.

Il suono del ghiaccio a memoria

Braies innevato

Camminare all’interno di uno scenario del genere potrebbe anche trasformarsi in una vacanza fatta di suoni e bellezza. Uno dei motivi per cui fare il giro del lago in inverno è infatti la possibilità di ascoltare i suoni che i vostri passi generano sul ghiaccio. È qualcosa dal fascino unico, per chi cerca la pace dai limiti imposti dalla quotidianità.

La distesa gelata e i monti intorno generano un eco capace di rimanere impresso nel vostro cuore. Un riverbero che corre per tutta la zona e che nonostante il freddo intenso e sarà la colonna sonora perfetta delle vostre avventure.

Non solo il lago

Il lago di Braies è naturalmente il centro di questa location invernale, ma intorno ad essa ci sono tutta una serie di attività da non sottovalutare. Nel vicino altopiano di Prato Piazza ci sono numerosi complessi e piste in cui sciare in maniera classica o, per chi preferisce, praticare lo sci di fondo nella cittadina di Dobbiaco e nella Val di Casies.

Chi vuole rilassarsi invece di fare sport può invece puntare sulle escursioni. Numerosissime e tutte diverse come quella che si può fare sul Monte Specie, alto 2300 metri, da ammirare il lago e tutta la vallata dall’alto. Scoprire il magico Drago Vaia di Lavarone, un’installazione artistica collocata sulle Cime di Lavaredo. E se vi piacciono i laghi potete anche spostarvi a sud dove a poco meno di due ore vi attende anche il bellissimo lago di Molveno, per scoprire l’altopiano della Paganella e bere qualcosa in compagnia.

Il lago di Braies in inverno: la tappa più suggestiva per chi ama i mercatini di Natale

Una simile ambientazione, che sembra quasi rubata ad una palla di vetro piena di neve, è anche il sogno di chiunque ami il Natale e desideri festeggiarlo nel migliore dei modi.

Natale sul lago di Braies

Dai primi di dicembre, infatti, le sponde del lago di Braies si accendono delle luci, dei profumi e dei sapori del tradizionale mercatino di Natale di Braies. Un mercatino piccolo, ma d’effetto, incastonate nella natura con le sue decine di casette di legno imbiancate. Un’ottima occasione questa per conoscere meglio il luogo tramite le specialità culinarie dell’Alto Adige. Calde tisane, vin brulé, panpepato e lo Zelten, un dolce tipico a base di frutta secca e canditi.

Non solo dolci però, perché Braies è rinomata anche per l’artigianato locale, come i giocattoli realizzati in vetro, corno e legno, tutti intagliati a mano. I romantici del Natale, saranno poi felici di sapere che si può trovare una magnifica slitta trainata da cavalli. Questa porta i suoi passeggeri in una gita unica nella natura per fare la conoscenza di vari animali che si possono persino accarezzare.

Insomma, il Natale sul lago di Braies è un Natale diverso e unico che vi consigliamo di provare almeno una volta nella vita. Quando un mercatino solo non basta, questo può diventare una tappa di un percorso ad hoc che va a toccare le maggiori località della regione. Bolzano, Trento, Bressanone e Vipiteno sono infatti tutti luoghi unici ognuno con il suo mercatino.

E se volete prenotare in tutta sicurezza ascoltando i consigli di altri appassionati come voi, iscrivetevi a Meeters, la nostra community vi aspetta!