Skip to main content

Le Pozze Smeraldine sono una delle maggiori attrazioni turistiche del Friuli Venezia Giulia. Si trovano nella Val Tramontina, all’interno del Parco Naturale delle Dolomiti Friulane e offrono ai visitatori uno spettacolo unico e suggestivo, tra le loro acque verde intenso e i resti dell’antico borgo di Frassaneit.

Si tratta di un luogo molto amato dagli appassionati di trekking ed escursioni, perché offre diversi itinerari e destinazioni dove stare a contatto diretto con la natura più selvaggia e incontaminata. I suoi sentieri sono adatti sia agli esperti camminatori sia alle famiglie con bambini che, arrivati in loco, godranno di uno scenario davvero spettacolare.

pozze smeraldine

Dove si trovano e come raggiungerle

Nel 2014, il quotidiano “The Guardian” ha inserito le cosiddette “Emerald Pools”, ovvero le Pozze Smeraldine, al quarto posto tra le piscine naturali più belle d’Italia, contribuendo ad aumentarne la popolarità in tutto il mondo.

Come detto, le Pozze Smeraldine si trovano in Val Tramontina e più precisamente in località Tramonti di Sopra. La Val Tramontina è una delle sette Valli che compongono il Parco Naturale delle Dolomiti Friulane. È accessibile da diversi punti, tra i quali Meduno, in provincia di Pordenone e Monte Rest, vicino a Udine.

Ogni anno, le Pozze Smeraldine sono meta di migliaia di turisti, attratti dalla bellezza unica e singolare del luogo, sito in mezzo alla Natura e in una zona di pace e tranquillità. Se fino a qualche anno fa, era un luogo adatto per meditare e rilassarsi, con il trascorrere del tempo la sua bellezza ha attirato sempre più persone provenienti da ogni parte d’Italia e d’Europa.

Raggiungere le Pozze Smeraldine non è difficile, grazie ai tanti cartelli segnaletici disposti lungo le strade. L’ideale punto di arrivo è il parcheggio a Tramonti di Sopra chiamato proprio “Parcheggio Pozze Smeraldine”, dove si può lasciare l’auto e proseguire a piedi. Il percorso che porta fino alle Pozze dura tra i 20 e i 30 minuti. Tuttavia, non ha particolari dislivelli, perché è abbastanza tranquillo e agevole, anche grazie alla presenza di tratti di strada asfaltata.

Tuttavia, è bene equipaggiarsi nel modo più adeguato, sia per affrontare la passeggiata sia per le caratteristiche del luogo. Dunque, sarà necessario un paio di scarpe comode, da tennis o da trekking, un abbigliamento adatto, magari sempre da escursionismo e una scorta di acqua.

Pozze smeraldine: un po’ di storia

Le Pozze Smeraldine devono il loro nome al singolare colore delle loro acque, reso tale dagli spettacolari giochi di luce e sfumature che la Natura attorno regala ogni giorno ai visitatori.

Questo straordinario luogo è nato grazie al torrente Meduna, il principale affluente del Livenza. Scorrendo lungo le rocce, ha scavato una sorta di canyon, all’interno del quale si sono formate delle piccole cascate naturali di diverse dimensioni e che creano, a seconda della luce del sole, degli effetti straordinari.

Tale caratteristica unica al mondo, ha reso celebre la zona che è diventata presto meta di curiosi e visitatori, attirati proprio dallo splendido spettacolo naturale offerto dalle cascate, dai salti e dalle piccole anse del canyon.

pozze smeraldine

Qualche consiglio per un’escursione alle Pozze Smeraldine

Un’escursione alle Pozze Smeraldine è un’attività molto amata dagli appassionati. Ogni giorno, i sentieri che portano fino a questa oasi naturale si affollano di persone che vogliono fare un bagno e rilassarsi al sole.

L’itinerario ideale è quello che parte da Tramonti di Sopra, dove si può lasciare l’auto e continuare a piedi, percorrendo sentieri suggestivi e affascinanti. Questa località si trova a circa un’ora da Pordenone. Pertant0, si tratta di una gita da poter organizzare anche in giornata, soprattutto durante la primavera o l’estate.

Lungo tutto il cammino verso le Pozze Smeraldine, troverai tantissimi cartelli segnaletici che renderanno agile e veloce il tragitto. In particolare, costeggerai il fiume Meduna e seguirai un percorso abbastanza comodo, in cui il cemento si alterna con lo sterrato.

Dopo circa mezz’ora, arriverai a un ponte da cui potrai già ammirare le cascate che alimentano le Pozze e lo stesso fiume Meduna. Da qui, puoi scendere sotto il ponte e seguire il corso del fiume. Oppure, proseguire lungo il sentiero del pescatore, con il quale salirai ancora di qualche metro e poi ridiscenderai verso le Pozze.

Ti troverai davanti a uno spettacolo incredibile, grazie alle acque cristalline e all’atmosfera magica che pervade la zona. Il periodo migliore per un tuffo nelle Pozze Smeraldine è, naturalmente, l’estate, perché in altre stagioni rischieresti di trovare le acque davvero fredde.

Se anche tu vuoi scoprire la magia delle Pozze Smeraldine, unisciti a Meeters e partecipa a una gita organizzata, ti divertirai e farai nuove amicizie.