Orridi di Uriezzo: viaggio al centro della Terra!

Offerta Viaggio Ponte 25 Aprile
5/5 - (1 vote)

Hanno un nome che può quasi far paura, ma in realtà non c’è niente da temere: gli Orridi di Uriezzo sono una delle località più affascinanti e particolari di tutta Italia. Si trovano in Piemonte, nella provincia di Verbania-Cusio-Ossola, e ogni anno attirano curiosi escursionisti da tutto il mondo.

Oggi potrete visitarli anche grazie alla guida di Meeters, che ogni settimana offre a tutti una scelta sempre originale di attività nella natura uniche nel loro genere. Perché anche una passeggiata va pensata.

Cosa sono gli Orridi di Uriezzo?

Gli Orridi di Uriezzo sono un canyon, ovvero delle gole scavate nel granito della valle Antigorio. Qui, infatti, scorrevano i torrenti del Ghiacciaio del Toce, che col passare degli anni hanno scavato la roccia fino a creare questo paesaggio unico nel suo genere.

Dove c’era il ghiacciaio, dunque, oggi fluisce il Toce, che oggi però ha deviato il proprio percorso. Anche per questo è possibile visitare gli orridi a piedi, in quanto non c’è più il corso d’acqua in buona parte delle insenature.

Gli orridi di uriezzo sono uno dei posti più affascinanti d'Italia
Gli orridi di Uriezzo sono uno dei posti più affascinanti d’Italia

Visita al centro della terra e la bellezza del panorama piemontese

Visitare gli Orridi di Uriezzo vuol dire trovarsi di fronte a un canyon di bellezza unica. Ed anche dal fascino unico: questo perché in alcuni punti le gole sono così strette da creare l’oscurità, e al loro interno sembra quasi di essere al centro della terra.

A livello paesaggistico, si tratta di un luogo davvero particolare. Immerso in un bosco, infatti, è però caratterizzato dalle rocce color granito. Così questo grigiore trova una nuova anima nel confronto con il verde e i tantissimi colori dei fiori e dei pascoli che circondano gli orridi.

Un altro posto da visitare sicuramente mentre si è in zona, come nel caso dello splendido tour dedicato, sono le Marmitte dei Giganti. Questa località è stata a sua volta creata dal processo di erosione del ghiacciaio, e lì si trova ancora il Toce, che ne continua l’azione. Dal borgo di Crego, invece, soprastante quest’area, potrete vedere un panorama meraviglioso sulla vallata.

Informazioni sulla divisione degli orridi

A livello informativo, ci sono una serie di dettagli che gli escursionisti interessati a visitare quest’area potrebbero essere interessati a conoscere. La prima tra tutte è quella riguardante la divisione degli Orridi di Uriezzo. Ad oggi, infatti, si parla di Orrido Sud, Nord-Est e Ovest. Vediamo insieme le loro caratteristiche.

L’Orrido Sud, che in genere viene riconosciuto come il più affasciannte e spettacolare, è profondo da 20 a 30 metri ed è lungo circa 200. Si tratta perciò di una località molto particolare, caratterizzata da grandi altezze e sensazioni di chi la visita.


 


Per quanto riguarda l’Orrido Nord-Est, si tratta di un canyon a tratti molto spesso, lungo 100 metri e profondo “soltanto” 10. Visitarlo può essere un po’ più difficile a causa della sua larghezza inferiore.

Infine c’è l’Orrido Ovest, che viene visitato soltanto dai più esperti. Si trova a lato della mulattiera tra Uriezzo e la strada Baceno-Premia, e la sua visita è un po’ meno agevole.

Dove accedere agli orridi piemontesi?

Per quanto riguarda i punti di accesso, in generale sono tre. Ma è anche vero che il più utilizzato è sostanzialmente uno: quello di Premia. Per raggiungerlo bisogna partire dal paese verso Crego e Uriezzo, fino a raggiungere la parete di Balmafredda. Da lì si procede verso Uriezzo, dove si può lasciare la macchina al termine della strada asfaltata. I percorsi escursionistici più facili (in particolare per coloro che hanno figli o non sono particolarmente esperti) partono tutti da lì.