Palermo cosa vedere in giornata

Offerta Viaggio Ponte 25 Aprile
5/5 - (1 vote)

Palermo, il capoluogo della Sicilia, è una città che rispecchia in pieno l’animo della sua regione. Fiera, artistica, ricca di storia e con una cultura pervasa di influenze romane, greche, fenice, arabe e normanne. Una passeggiata tra le sue vie significa immergersi in un passato che è quanto mai presente e aspetta di essere vissuto. Venite con noi in un viaggio per scoprire cosa vedere in giornata a Palermo!

Visita al centro storico tra chiese, piazze e palazzi

Il punto di partenza per esplorare Palermo in un giorno è sicuramente il suo centro storico e le tante chiese che ci raccontano una storia fatta di conquiste, popoli e influenze. Alcune di queste rientrano nella lista di opere patrimonio dell’Unesco protette tra Palermo, Cefalù e Monreale.

Il centro storico di Palermo è molto vasto e ricco di opere d’arte. Tuttavia non avrete bisogno di mezzi per gli spostamenti, ma potrete muovervi a piedi, senza bisogno di una guida, ma semplicemente di una mappa o con Google Maps alla mano!

La Chiesa della Martorana

palermo cosa vedere in giornata 1

La chiesa di Santa Maria dell’Ammiraglio, meglio conosciuta come chiesa della Martorana, fu costruita a partire dal 1143 su volere dell’ammiraglio di Ruggero II, Giorgio d’Antiochia. Il suo nome cambiò quando, oltre tre secoli più tardi, fu ceduta al convento delle monache benedettine, fondato da Eloisa Martorana.

Come ci si aspetta a Palermo, il suo stile è una fusione unica e perfettamente equilibrata di tanti stili. La facciata è barocca, ma gli interni e la volta sono ricchi di decorazioni arabo-normanne e caratterizzati da mosaici bizantini, ritenuti i più antichi in Sicilia.

La chiesa della Martorana sorge in Piazza Bellini, proprio affianco alla Chiesa di San Cataldo, riconoscibile per le sue cupole rosse arabeggianti.

La Cattedrale di Palermo

palermo cosa vedere in giornata 3

La Cattedrale di Palermo, o della Santa Vergine Maria Assunta, rappresenta un sunto delle vicissitudini di Palermo e dalla Sicilia. Nata come basilica cristiana, divenne una moschea all’epoca dei saraceni, per tornare ad essere una chiesa con la conquista normanna.

Lo stile principale che emerge all’esterno è il gotico catalano, con qualche inserto barocco, come la cupola, dovute all’intervento nel ‘700 di Ferdinando Fuga, l’architetto di Carlo di Borbone.

All’interno sono custodite le tombe reali e soprattutto quella di Santa Rosalia, patrona della città. Si possono poi visitare anche le Stanze del Tesoro dove ammirare alcuni dei gioielli rinvenuti nelle sepolture reali, tra cui la tiara della Regina Costanza d’Aragona.

Chiesa di Santa Maria dello Spasimo

La chiesa di Santa Maria dello Spasimo non può mancare nell’itinerario delle cose da vedere a Palermo in un giorno. Pur essendo incompiuta, è un luogo di immenso fascino e interesse e merita senza dubbio una visita.

Nel corso del ‘500, alla morte della moglie, Jacopo de Basilicò avviò la costruzione di una chiesa in onore del dolore provato da Maria per la morte di Cristo, da qui quindi “spasimo”. Le incursioni turche impedirono la fine dei lavori della chiesa e l’inizio di quelli dell’annesso monastero.

Nel frattempo giunse però l’Andata al Calvario, il quadro di Raffaello che doveva essere esposto sopra l’altare. Oggi il quadro si trova a Madrid e nella chiesa, recuperata e adibita a sala per concerti, ne è esposta una copia.

WEEKEND E VIAGGI

Casa Professa o la Chiesa del Gesù

La Chiesa del Gesù, in Piazza Casa Professa, è uno di luoghi di maggiore bellezza in città e considerato trionfo del barocco siciliano.

Anche la sua storia va rintracciata indietro nel tempo sino al 884, quando venne documentato un convento sul sito in cui sorge. Tra le tante modifiche che subì, è fondamentale riconoscere l’intervento dei gesuiti che parteciparono alla costruzione e alla decorazione delle navate, con stucchi, marmi e affreschi.

Il Palazzo dei Normanni

Palermo cosa vedere in giornata scaled

Il Palazzo dei Normanni, anche conosciuto come Palazzo Reale, si trova a pochissimi passi dalla Cattedrale di Palermo. Anch’esso nacque come fortezza araba e subì numerose modifiche nel corso dei secoli sino a diventare la sede del potere dei Normanni.

Gli interni sono a dir poco sensazionali e le ricche decorazioni raggiungono il massimo in quel capolavoro che è la Cappella Palatina. Dedicata a San Pietro Apostolo, la cappella Palatina fu costruita su ordine di Ruggero II. I soffitti lignei sono decorati con splendidi mosaici bizantini, tra cui spicca il motivo del Cristo Pantocratore.

Il Palazzo dei Normanni continuò ad essere utilizzato a più riprese come sede reale, soprattutto dai viceré spagnoli, e oggi è sede dell’Assemblea Regionale Siciliana.

Piazza Pretoria e Fontana Pretoria

palermo cosa vedere in giornata 4

Nel cuore del quartiere della Kalsa, sorge Piazza Pretoria, una magnifica piazza chiusa tra il Palazzo Pretorio, la Chiesa di Santa Caterina d’Alessandria, il Palazzo Bonocore e il Palazzo Bordonaro.

Figura d’obbligo tra cosa vedere a Palermo in un giorno, perché di passaggio tra i principali monumenti d’interesse, ma anche per la splendida Fontana Pretoria che sorge al centro.

La Fontana Pretoria, infatti, è una meraviglia in stile rinascimentale, progettata dallo scultore Camilliani per essere destinata al giardino fiorentina del nobile don Pietro di Toledo. Fu in seguito acquistata dal senato di Palermo e posiziona nel centro cittadino, a disposizione dei palermitani.

Fontana Pretoria è però solo uno dei suoi nomi, dato che spesso è più nota come “fontana della vergogna”. Tra le tante leggende a riguardo, una delle più diffuse è che le monache di clausura presenti nelle vicinanze trovassero le nudità delle statue talmente scandalose da ordinare di sfregiarle per riparare al danno morale!


 


I Quattro Canti

palermo cosa vedere in giornata 5

Nel cuore di Palermo, a pochi passi dalla precedente, tra via Maqueda e via Vittorio Emanuele, sorge un altro dei luoghi iconici della città, la piazza dei Quattro Canti. Aprendosi su due delle vie principali è un vero e proprio punto di riferimento e luogo del cuore per tutti i palermitani.

A forma ottagonale, la piazza nacque quando fu costruita via Maqueda nel ‘600. La strada divise la città in quattro mandamenti, segnalati dalle quattro case cantoniere che sorgono intono alla piazza. Questi quattro canti, quindi, sono ognuno decorato da quattro ordini di statue in stile ionico, dorico e composito. Più in basso troviamo le fontane che rappresentano i fiumi cittadini, seguono le allegorie delle stagioni, i sovrani spagnoli e le sante di Palermo.

I Quattro Canti sono anche denominati “teatro del sole”, poiché a tutte le ore del giorno, almeno una delle case è pienamente illuminata dal sole. Non a caso è uno dei luoghi in cui vengono scattate più foto in tutta la città!

Teatro Massimo

Il Teatro Massimo, in Piazza Giuseppe Verdi, è un altro luogo simbolo di Palermo. Si tratta infatti del teatro lirico più grande in Italia e terzo in Europa. Se la vostra giornata a Palermo ve lo permette, aggiungete all’ itinerario anche un evento live, per assistere ad un’opera lirica in questo tempio della musica. Altrimenti ritagliatevi qualche minuto per una rapida visita.

Il Teatro Massimo fu costruito nel 1866 con uno stile misto, tra classico e liberty. Il luogo era occupato precedentemente da tre chiese e tre monasteri. Una leggenda diffusa in città vuole che una suora, a cui fu distrutta la tomba, si aggiri per le sue sale ad infestarlo.

Un altro teatro molto importante di Palermo è poi il Teatro Politeama Garibaldi, sede della Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana.

Mercato di Ballarò

palermo cosa vedere in giornata 6 scaled

Il nostro itinerario termina nel più celebre dei tanti mercati rionali di Palermo: il mercato di Ballarò. Visitarli significa non soltanto fare il pieno dei profumi e dei sapori della cucina tradizionale della Sicilia e del migliore degli street food, ma in qualche modo anche della sua cultura e delle sue tante influenze.

Nel quartiere omonimo in cui sorge il mercato di Ballarò è anche possibile ammirare la street art che si può trovare un po’ ovunque a Palermo e che rendere le sue vie quasi dei musei a cielo aperto.

Questo era il nostro itinerario a Palermo tra cosa vedere in giornata. Se l’articolo vi è piaciuto, continuate a seguirci per ulteriori guide di viaggio. E se vi piace l’idea di partire in compagnia di nuovi amici, scoprite tutti gli eventi di Meeters in programma in Italia e nel mondo!

Partecipa all'Orange Party
[social_buttons nectar_love="true" facebook="true" twitter="true" pinterest="true" linkedin="true" style="default"]
Lascia un commento