Passeggiate in montagna, un toccasana per il corpo e lo spirito

Da un voto a questo post

Le escursioni in montagna sono tra le attività preferite da chi ama le ambientazioni naturali e vuole evadere dal caos cittadino. Il trekking consente di unire l’esplorazione agli aspetti più significativi come quelli della salute. Con le passeggiate in montagna, infatti, si possono ottenere diversi benefici che abbracciano non solo la componente fisica ma anche quella psicologica.

Nelle prossime righe esamineremo i vantaggi di questa attività.

Le passeggiate in montagna: un’attività salutare per corpo e spirito

Sebbene nella gran parte dei casi siano gli adulti a praticare un’attività come l’escursionismo in montagna, grazie agli accessori dedicati e ai percorsi sempre più sicuri in natura, anche i bambini possono avvicinarsi in completa sicurezza a questa attività.

Purtroppo, gli ultimi decenni hanno inciso in modo significativo sulla sedentarietà delle persone, costringendoli quasi ad evadere dalla quotidianità immergendosi nella natura per ricavarne un supporto fisico e mentale. Le escursioni in natura, infatti, aiutano muscoli e articolazioni e contribuiscono a mantenerci in forma, aggiungendo quell’estraneazione mentale di cui spesso si ha bisogno per ricaricare le energie.

Passeggiate in montagnaI benefici del trekking in montagna

Tralasciando gli aspetti filosofici è curioso osservare più da vicino quelli che sono i benefici concreti derivanti dalle attività di trekking in montagna. Scopriamo quindi insieme quali sono quelli più rilevanti.

Riduce notevolmente l’ansia

Non vi è alcun dubbio sul fatto che praticare trekking aiuti psicologicamente. Lo studio pubblicato sul Journal of Epidemiology and Community Health rileva che passeggiare in montagna abbassa notevolmente i livelli di ansia. .

Permette di fare scorta di Vitamina D

L’importanza della vitamina del sole è risaputa, essa può naturalmente generare energia e migliorare le reazioni del corpo agli agenti avversi come influenza e malanni. L’esposizione al sole durante le escursioni permette di sintetizzare questa vitamina e di assumerne tutti i vantaggi. Purtroppo, in Italia sempre più persone necessitano di assumere vitamina D da prodotti sintetici per stare bene tutto l’anno; grazie alle passeggiate in montagna è possibile fare naturalmente scorta di questa importante vitamina e stare bene per i mesi a seguire.

Passeggiata montagnaDiminuisce l’insonnia

Tra i benefici più importanti c’è sicuramente quello di combattere l’insonnia. Le lunghe passeggiate aiutano non solo il proprio corpo a stancarsi e di conseguenza a sentire la necessità di dormire, ma soprattutto riequilibrano il ciclo veglia/sonno. La gran parte delle persone vivono in città, tale condizione costringe loro a subire traffico, rumore costante e stimoli esterni che squilibrano il corretto ciclo del sonno. Le attività di trekking, data la loro capacità di immergere le persone nel quasi silenzio assoluto, aiutano il corpo a regolare il suo orologio biologico, ristabilendo l’equilibrio perfetto tra mente e corpo.

Rafforza il sistema immunitario

Tale beneficio è dovuto in parte già dalla vitamina D, quest’ultima migliora in modo significativo la resistenza del proprio corpo alle infezioni e alle influenze stagionali. Si aggiunge però la componente terapeutica data dal verde e dalla natura stessa, non è difficile, infatti, riscontrare nella cultura orientale un legame terapeutico tra psiche, corpo e foresta. Il contatto con la natura e gli elementi che la compongono migliorano notevolmente le risposte immunitarie e consentono di stare bene nel corso dell’anno. Nella cultura orientale esiste un’attività terapeutica chiamata Shinrin-yoku (bagno nella foresta) che viene prescritta a tutti coloro che hanno forti stati depressivi o di stress.

Stimola la fantasia e il pensiero creativo

Un altro curioso vantaggio derivante dal praticare trekking è la capacità di migliorare l’aspetto creativo. Inoltrarsi nella natura, confrontarsi con altre persone durante il percorso e lasciare che i pensieri si liberino facendo spazio alla fantasia è fondamentale per generare idee nuove. Il caos cittadino in molti casi comprime le idee e le imprigiona, mentre essere liberi nella natura consente un vero e proprio esporsi all’apertura, garantendo una stimolazione per pensieri e idee nuove.