Skip to main content
4.2/5 - (10 votes)

Con le loro alte pareti di marmo bianco, le Alpi Apuane segnano il confine naturale tra i romantici lidi della Versilia e i rigogliosi boschi della Garfagnana. Inoltrarsi in questa zona significa quindi riempirsi gli occhi di tutto il meglio che la Toscana ha da offrire. Le Apuane rappresentano infatti un’importante bacino per la biodiversità di flora e fauna in Italia e grazie ai sentieri escursionisti, alle cavità carsiche e alle vie ferrate e d’arrampicata che le attraversano sono diventate una meta imprescindibile per tutti gli amanti degli sport all’aria aperta. Scoprite con noi i 5 migliori percorsi di trekking sulle Alpi Apuane per innamorarvi di questo affascinante parco naturale!

L’anello del Monte Forato

Il primo percorso che i proponiamo è il trekking ad anello intorno al Monte Forato. Costituito da due alti picchi collegati tra loro da un ponte di roccia, il Monte Forato è famoso proprio per questo arco naturale che regala viste uniche in ogni momento della giornata, a seconda della posizione del sole.

Il percorso parte dal borgo di Fornovolasco, seguendo le indicazioni per la Grotta del vento, una cavità carsica di grande fascino, con un laghetto sotterraneo che può costituire un’interessante prima tappa del vostro viaggio. Il cammino prosegue poi in direzione della Tana che urla, un’altra cavità carsica che purtroppo è accessibile solo agli speleologi.

Il sentiero si inerpica poi tra i boschi, salendo a poco a poco in quota e biforcandosi in più punti. Tutte le strade sono ben segnalate da i cartelli del CAI, quindi potete decidere in tutta sicurezza di fare delle deviazioni. Il punto d’arrivo finale è proprio la famosa arcata del Monte Forato, che i più coraggiosi possono anche attraversare a piedi. Il sentiero infatti è molto largo e sicuro e non manca chi decide addirittura di scalarlo.

Il percorso ha una durata di circa cinque ora tra andata e ritorno e presenta un dislivello di 700 metri, perciò si consiglia a chi ha già un minimo di preparazione ed esperienza.

Il sentiero dei Ducati

Il Sentiero dei Ducati è un itinerario lungo e impegnativo, che prevede ben 160 km da percorrere a piedi o in bicicletta, con 11 tappe, all’interno del Parco Naturale dell’Appennino Tosco-Emiliano. Questa via si snoda infatti lungo i confini Estensi che per oltre tre secoli hanno diviso e collegato i tanti ducati della zona.

Ad oggi è un trekking ancora poco conosciuto, forse proprio a causa della sua lunghezza, ma che vale assolutamente la pena di percorrere in virtù dei tanti punti di interesse sia storico che naturalistico.

Punto di partenza è il borgo di Quattro Castella, in provincia di Reggio Emilia. La prima tappa del percorso è poi costituita dal Passo del Lagastrello, l’antica linea di confine che segna l’ingresso in Toscana.

Si prosegue poi alla scoperta di Sassalbo e della sua cava di gesso, dell’Alta Valle dell’Aulella, di Pieve San Lorenzo nel cuore della Garfagnana e verso il Geo-Archeo-Adventure Park delle Grotte, un complesso geologico che non si può non visitare nel borgo di Equi Terme, dove sostare anche per un rigenerante bagno termale.

Si arriva infine ai piedi delle Alpi Apuane, al borgo di Fosdinovo e al suo Castello Malaspina per poi proseguire verso la Lunigiana e la Liguria.

Trekking alla Grotta dell’Onda

Passiamo ora ad un percorso sì suggestivo, ma molto semplice e quindi adatto ai principianti che vogliono esplorare le Alpi Apuane. Il percorso attraversa la zona di Camaiore, partendo proprio dalla frazione di Casoli. Da qui si segue il ripido sentiero 106 che tocca Foce San Rocchino, Foce Grattaculo a quota 860 metri e poi Foce del Pallone a 1080 metri.

Si abbandona quindi il 106 per prendere il 105 sino a Foce del Crocione, da dove si intraprende il sentiero numero 2 che ci porta infine alla Grotta dell’Onda, ai piedi del Monte Matanna. All’interno di questa cavità carsica, ampia ben 40 metri per 60, sono state ritrovate le tracce di una lunghissima frequentazione umana e tanti reperti risalenti anche al Paleolitico e oggi conservati al Museo Civico Archeologico di Camaiore.


 


La Via Vandelli

Un altro storico percorso di trekking lungo le Alpi Apuane è la Via Vandelli. Anche questo percorso è parecchio lungo e impegnativo e può costituire un’ottima idea per una vacanza tra storia e natura.

La nascita di questa strada si deve a Domenico Vandelli, un architetto che nel 700 progettò questo sentiero per permettere ai commercianti di attraversare in tutta sicurezza i territori Estiensi per portare le loro merci tra i ducati di Modena e Massa-Carrara.

Lungo i 150 km della Via Vandelli attraverserete gli splendidi panorami della Garfagnana, facendo tappa nei borghi di San Pellegrino in Alpe, Castiglione di Garfagnana, Castelnuovo con la sua Rocca Ariostesca, Vagli di Sotto e il lago di Vagli, sino al borgo fantasma di Fabbriche di Careggine.

Vera attrazione del percorso è pero il Monte Tambura, che si può aggiungere seguendo una piccola deviazione. Dalla sua cima 1895 metri d’altezza si può dominare l’intero paesaggio delle Alpi Apuane, le verdi vallate e i boschi.

La via del Volto Santo

La nostra ultima idea per scoprire le Alpi Apuane è ancora una volta un sentiero molto lungo, ma di grande rilevanza storica. La Via del Volto Santo attraversa la Toscana per 150 km, toccando non solo le Alpi Apuane, ma anche la Garfagnana, la Media Valle del Serchio e la Lunigiana.

Il punto di partenza è la cittadina di Pontremoli, nella provincia di Massa Carrara. Prima di iniziare il vostro lungo cammino vi consigliamo però di visitare il Museo delle Statue Stele, ospitato presso il Castello del Piagnaro, per osservare le affascinanti statue di arenaria che dopo secoli rimangono ancora un mistero.

Tappa ultima del percorso è Lucca e il Duomo di San Martino, dove potrete ammirare il Volto Santo che da il nome all’escursione. Il crocifisso alto oltre due metri è considerata per tradizione un opera divina, non realizzata da mano umana. Attorno a quest’opera si annidano tantissime leggende e miracoli che vale senza dubbio la pena scoprire!

Siamo così giunti alla fine del nostro itinerario tra i percorsi di trekking delle Alpi Apuane. Sentieri di grandissimo fascino in cui l’esplorazione della natura ci riporta indietro nel tempo per scoprire momenti della nostra storia nazionale ancora poco conosciuti.

Se le nostre idee ti sono piaciute, dai uno sguardo agli eventi che Meeters organizza in tutta Italia e nel mondo per trovare quello più adatto a te!

 

Lascia un commento