Skip to main content

Paesaggi mozzafiato e cuore in gola, non c’è bisogno di andare in un altro Paese per vivere un’avventura. In non molti sanno infatti che ci sono diversi ponti tibetani in Italia, alcuni dei quali sono conosciuti in tutto il mondo.

Vediamo allora quali sono i ponti tibetani più memorabili d’Italia, così che tu possa scegliere la prossima gita nella natura nelle località più avventurose del nostro Paese.

Prima di tutto: come sono i ponti tibetani?

Facciamo anzitutto chiarezza, cercando di capire come siano fatti i ponti tibetani e perché vengano chiamati così.

Cosa sono i ponti tibetani? In Italia ce ne sono diversi, molti "da record"

Cosa sono i ponti tibetani? In Italia ce ne sono diversi, molti “da record

Un ponte tibetano (come il ponte di Verona) è costituito da tre corde intrecciate, di cui due fatte per tenersi con le mani, mentre un’altra si trova ai piedi. Queste funi sono poi ulteriormente attaccate a dei collegamenti verticali laterali.

I ponti tibetani si chiamano così perché, secondo i racconti, il monaco tibetano Thang Tong Gyalpo nel 1400 realizzò 58 ponti tra Tibet e Bhutan. Si tratta di strutture importanti nel corso delle escursioni in montagna, in particolare in aree come quella dell’Himalaya.

Il ponte tibetano più lungo al mondo: Castelsaraceno

Dove si trova il ponte tibetano più lungo in Italia? La risposta è: è nella località di Castelsaraceno, ma c’è di più. In Basilicata, infatti, non si trova soltanto il ponte tibetano più lungo d’Italia (586 metri), ma proprio di tutto il mondo (o almeno così si dice).

Questo ponte, a 80 metri di altezza tra il Parco nazionale dell’Appennino Lucano e il Parco del Pollino, permette di godere da un punto spettacolare il brivido della grandiosità e il fascino della vallata del Racanello.

Per accedervi bisogna pagare un biglietto, che varia tra i 25 e i 30 euro a seconda di dove si sceglie di acquistarlo. L’attraversamento dura circa un’ora e richiede l’utilizzo di un’imbragatura con moschettone per ragioni di sicurezza.



Ponte alla Luna, l’esperienza da cuore in gola in Basilicata

Sempre in Basilicata si trova ancora uno dei ponti tibetani più da cuore in gola di tutta Italia. Si chiama Ponte alla Luna, e lo si trova in provincia di Potenza, proprio come quello di Castelsaraceno.

Partendo dal centro storico di Sasso di Castalda si possono percorrere due ponti: il primo, lungo 95 metri e alto 70, porta poi al sentiero per arrivare al secondo, appunto il Ponte alla Luna.

Si tratta di una passeggiata sospesa a 120 metri sul torrente del Fosso Arenazzo. Dopo aver camminato per 300 metri si arriva poi al rudere del castello di Sasso di Castalda, potendo così godere del paesaggio degli Appennini lucani tutt’attorno.

Ma quanto costa fare il ponte della Luna? Il biglietto è tra i 15 e 20 euro, ma comprende il noleggio dell’attrezzatura necessaria per la propria sicurezza.

Attraversare le gole su tre ponti a Cesana Claviere

Anche il ponte tibetano che si trova a Cesana Claviere, in Piemonte, per diverso tempo è stato detto fosse il più lungo al mondo. Si trova a 30 metri di altezza e ne è lungo 544, e fa parte di un percorso che attraversa le Gorge di San Gervasio.

Così, attraverso il susseguirsi di tre ponti in cavi, si può visitare una località dalla bellezza spettacolare. Per i più esperti, inoltre, è possibile optare per la via ferrata per passare dal secondo al terzo ponte, allungando così il tempo di percorrenza di un’ora.

Cesana Claviere, inoltre, ha la particolarità di trovarsi in un’area comoda se si viene dalla città di Torino.

Un ponte da Guinness dei primati tra Procida e Vivara

Il primo ponte tibetano che, però, si è giocato il record per la lunghezza, è quello che si trova in Campania, nello specifico tra Santa Margherita di Procida (che tra l’altro va visitata perché Capitale della cultura 2022) e l’isolotto di Vivara.

Si tratta di una struttura realizzata nel 2001 e lunga 362 metri, che è stata in seguito riconosciuta dalla giuria del Guinness dei primati come la più lunga al mondo.

Chiaramente di tempo ne è passato oggi come oggi, ma la particolarità e l’adrenalina di uno dei ponti tibetani più spettacolari d’Italia resta la stessa di sempre. D’altronde, chi non tremerebbe all’idea di avventurarsi su un ponte di corda direttamente sul mare?

Il record in Valtellina: il ponte tibetano più alto d’Europa

Se vi siete appassionati all’idea di tutti questi ponti tibetani da record, sappiate che ne abbiamo un altro ancora. in Italia, infatti, nello specifico in Valtellina, si trova anche il ponte in corda più alto d’Europa.

Il Ponte nel Cielo, come dice anche il suo nome, è il ponte tibetano più alto d'Europa, fornendo un'esperienza emozionante

Il Ponte nel Cielo, come dice anche il suo nome, è il ponte tibetano più alto d’Europa, fornendo un’esperienza emozionante

A 140 metri di altezza, infatti, il Ponte nel Cielo collega i due versanti della Val Tartano. Nello specifico Campo Tartano e il maggengo Frasnino.

A differenza degli altri ponti tibetani, questo è visitabile anche nel corso di escursioni con i bambini, e il suo costo è quasi irrisorio: 5 euro per tutta la giornata. In mezzo allo splendore dell’avventura, è possibile perciò vivere una fantastica avventura anche in compagnia dei più piccoli.

Attraversare un ponte tibetano è già di suo un'esperienza grandiosa, ma farlo in compagnia e con una guida esperta è ancora meglio

Attraversare un ponte tibetano è già di suo un’esperienza grandiosa, ma farlo in compagnia e con una guida esperta è ancora meglio

I ponti tibetani in Italia più belli: tra valli e panorami in compagnia

Alla domanda su dove si trovano i ponti tibetani in Italia c’è allora da rispondere dicendo che sono un po’ ovunque. Ma la cosa più particolare è proprio che abbiamo una quantità di strutture da record non indifferente, che arricchisce ancora di più il valore delle gite nella natura in Italia.

Con Meeters, poi, c’è la fortuna di poter intraprendere questo genere di avventure e attività nella natura in compagnia di nuovi amici e di guide esperte. In questo modo si potrà aggiungere a un itinerario già dal valore unico al mondo l’opportunità fornita da nuove conoscenze e un viaggio in totale sicurezza per tutti, dai più grandi ai piccini.