Scoprire l’Egitto in crociera sul Nilo: tra storia, cultura e paesaggi mozzafiato

5/5 - (1 vote)

Scoprire l’Egitto in crociera sul Nilo è un’esperienza incredibile, che tutti noi abbiamo sognato di vivere almeno una volta anche grazie a centinaia di film e libri. La storia e la cultura di una civiltà millenaria come quella egizia non ha infatti mai smesso di ammaliarci con il suo corposo catalogo di leggende, faraoni, templi, piramidi, tombe e maledizioni e la crociera sul Nilo è il miglior modo in assoluto per esplorarne tutti i segreti.

Il fiume Nilo, il secondo più lungo al mondo, ha permesso alla civiltà egizia di svilupparsi e sarebbe quindi corretto affermare che senza di esso oggi non avremmo i capolavori che contraddistinguono questa terra. Lungo le sue sponde si ergono i monumenti più importanti del paese e nel corso della navigazione c’è quindi la possibilità di visitare tutte le attrazioni principali.

La classica crociera sul Nilo si articola lungo quattro giorni di viaggio e porta da Luxor ad Assuan. In questo articolo vogliamo offrivi una preview del percorso e delle meraviglie che potrete ammirare in questa splendida avventura.

Se vi piacerebbe vivere l’esperienza in gruppo in compagnia di altre persone, noi di Meeters abbiamo proprio in programma delle crociere su Nilo. Il nostro è un viaggio completo nel cui prezzo sono compresi anche i voli di andata e ritorno, i trasferimenti con guida locale parlante italiano, il costo della nave, i servizi a bordo, alcuni pasti e l’ingresso alle principali attrazioni visitate. Per l’itinerario completo e tutte le altre informazioni cliccate su questo link!

Luxor

scoprire legitto in crociera sul nilo scaled

Il punto di partenza per la maggior parte delle crociere sul Nilo non può che essere Luxor. La grande città sorge oggi sui resti di Tebe, l’antica capitale del Medio Regno. Nei suoi territori si trovano infatti alcuni dei siti archeologici più importanti del paese e non a caso è definita il museo a cielo aperto più esteso al mondo.

Nel corso della vostra crociera sul Nilo questa sarà la tappa più lunga ed intensa e vi consigliamo di unirvi ad un tour con guida per essere sicuri di non perdere nulla. Vediamo quali sono le attrazioni più importanti!

La Valle dei Re

scoprire l egitto in crociera sul nilo 6 scaled

La Valle dei Re è la necropoli principale dell’antico Egitto, dove per oltre 500 anni furono sepolti i faraoni, dal 1552 a.C. al 1069 a.C.. Il sito si estende tra il fiume Nilo e il deserto ed è circondato da migliaia di leggende che non si possono più scindere dalla storia reale.

Sicuramente la tomba più famosa è quella di Tutankhamon, scoperta nel 1922 da Howard Carter e dentro la quale furono rinvenute numerose meraviglie, come la sua maschera funeraria, oggi conservata al Museo Egizio de Il Cairo.

WEEKEND E VIAGGI

La Valle delle Regine

Se c’è una Valle dei Re, deve esserci necessariamente anche una Valle delle Regine e questa infatti si trova vicinissima rispetto alla prima. Qui venivano sepolte le consorti dei faraoni, le regine e tutte le più importanti donne di corte.

A scoprirla fu un italiano, Ernesto Schiaparelli, nel 1901. Oggi il sito non verte in ottime condizioni e per questo delle 60 sepolture scoperte, solo alcune sono visitabili. Tra queste però figura quella della regina Nefertari, la sposa di Ramses II, una delle donne più intelligenti ed influenti della storia egizia.

Colossi di Memnone

scoprire l egitto in crociera sul nilo 7 scaled

I Colossi di Memnone non sono tra le attrazioni più note dell’Egitto, ma godono di una certa fama tra i turisti in vacanza per la loro vicinanza agli altri siti. Il nostro consiglio è di non lasciarseli assolutamente scappare perché sono qualcosa di davvero curioso e unico.

Le due statue, costruite intorno al 1350 a.C., rappresentano entrambe il faraone Amenhotep III, sono alte più di 18 metri e avrebbero un peso di oltre 300 tonnellate. Tra le gambe sono poi visibili delle figure più piccole che rappresentano la moglie e la madre del sovrano.

Il loro scopo era quello di proteggere l’ingresso al tempio funerario del faraone, che è stato però distrutto dal susseguirsi di terremoti e inondazioni. Gli stessi eventi hanno causato anche il degrado delle statue che però, al passaggio del vento, emettono strani suoni che le sono valse la nomea di “statue parlanti“.


 


Tempio di Karnak

scoprire l egitto in crociera sul nilo 5 scaled

Sull’altra sponda del fiume Nilo, vicino all’odierna città di Luxor, raggiungibile con una breve navigazione, si trova il grande Complesso Templare di Karnak. Già a bordo dell’imbarcazione potrete avvistarlo in tutta la sua magnificenza.

I tempi per visitarlo sono abbastanza lunghi e dovete mettere in conto almeno mezza giornata. Il sito è infatti una vera e propria città, suddivisa in più zone: quella Montu, quella di Mut e quella di Amon.

È proprio in onore alla divinità Amon che il Tempio di Karnak fu costruito e le sue statue possono essere ammirate nel corso della visita. Di notevole interesse anche il magnifico viale di sfingi e le enormi colonne decorate di geroglifici che si trovano un po’ in tutto il complesso.

Tempio di Luxor

scoprire l egitto in crociera sul nilo 2 scaled

Il Tempio di Luxor fu costruito in onore della divinità Amun-Ra su volere di Amenhotep III. Alla sua morte, per secoli i sovrani che si susseguirono continuarono ad ampliarlo, aggiungendo sempre nuove statue e nuovi templi.

L’importanza del sito è testimoniata anche dai lavori di recupero e restauro che intrapreso figure quali Alessandro Magno e l’imperatore Tiberio. Oltre al fatto poi che per la sua posizione strategica sulle rive del Nilo, quando l’Egitto fu conquistato dagli arabi qui vi edificarono una moschea.

Un consiglio è quello di percorre a piedi il Viale di Sfingi che collega il Tempio di Luxor al Tempio di Karnak. Solo così potrete apprezzare a pieno la magnificenza del luogo e immaginare come poteva apparire all’ epoca dei faraoni!

Tempio di Edfu

scoprire l egitto in crociera sul nilo 4 scaled

Da Luxor la navigazione prosegue verso sud e ha come successiva tappa il Tempio di Edfu. Questa maestosa struttura fu costruita per venerare Horus, il figlio di Osiride e Iside, nel corso dell’ antico regno. La sua importanza però gli permise di essere restaurato anche nei domini successi e, dopo essere stato sommerso dalla sabbia per secoli, è arrivato praticamente intatto sino a noi.

Il complesso è molto interessante poiché accanto alle simbologie e agli stilemi tipici dell’arte egizia, troviamo elementi desunti invece dalla cultura greca e romana. All’inizio fu costruito come insediamento, ma divenne poi una grande necropoli.

Tempio di Kom Ombo

scoprire l egitto in crociera sul nilo 8 scaled

Il tempio di Kom Ombo è uno dei templi più importanti dell’antico Egitto, costruito nel corso della dinastia tolemaica. La sua gande particolarità è che non è dedicato ad una divinità specifica, ma a due triadi diverse. Inizialmente fu edificato per svolgere il culto del dio coccodrillo Sobek e di Hathor e Khonsu. In seguito fu convertito al culto di Horus, Tasenet-nofret e Panebtani.

Il tempio ha subito numerosi danneggiamenti nei secoli, ma è oggi ben conservato. Al suo interno si possono ammirare splendidi geroglifici e bassorilievi. Dopo la visita al tempio vi consigliamo di fare anche un salto al Museo dei Coccodrilli. Qui sono ospitati gli alligatori mummificati rinvenuti all’interno di Kom Ombo.

Abu Simbel

scoprire l egitto in crociera sul nilo 1 scaled

Abu Simbel è a sua volta uno dei siti meglio conservati e riceve ogni anno migliaia di visite da turisti di tutto il mondo. La sua fama è legata non solo all’indubbia bellezza del tempio, ma anche alla grande operazione di conservazione e spostamento che lo ebbe come protagonista negli anni ’60.

Con la costruzione della diga di Assuan e del lago di Nasser, infatti, si rese necessario lo spostamento del complesso. Un’operazione epica volta ad evitare che venisse sommerso e cancellato per sempre dalle acque. La struttura fu così suddivisa in 4000 blocchi e spostata 65 metri più in alto rispetto alla posizione originaria.

Il complesso di Abu Simbel è suddiviso in due parti. Il grande tempio è dedicato a Ramses II, che ne volle la costruzione, e il tempio minore dedicato a sua moglie Nefertari.

Insomma, già da questo breve itinerario è chiaro che scoprire l’Egitto in crociera sul Nilo è uno dei modi in assoluto migliori per vivere la magia di questa terra. È un’ esperienza che è rimasta nel cuore di tutti i viaggiatori che l’hanno vissuta e che vale la pena provare almeno una volta nella vita. Vivere per giorni a bordo di un mezzo di trasporto come la nave su un fiume antico ed importante come il Nilo, vedere le stelle scivolando sulle sue acque ed essere circondati da nient’altro che natura e arcani misteri è un emozione davvero unica: non lasciatevela sfuggire per nulla al mondo!

Che ne pensi di questo contenuto?

Grazie per il tuo feedback!
[social_buttons nectar_love="true" facebook="true" twitter="true" pinterest="true" linkedin="true" style="default"]
Lascia un commento