Skip to main content

Un’esperienza unica, che ti farà trattenere il fiato: ecco, questo è il tour della Sicilia Occidentale. In quest’area dell’isola più grande del Mediterraneo possiamo trovare alcuni dei luoghi più affascinanti di tutta Italia, tra spiagge, borghi e montagne.

A tutto ciò si unisce la cultura di questi luoghi, sia quella culinaria dello street food che artistica e antropologica. E ancora le infinite opportunità, che tu sia in auto o con i mezzi, per esperienze che non riuscirai mai a fare tutte nel corso delle tue vacanze. Perché questo è il segreto della Sicilia: costringerti sempre a dire un “arrivederci” invece di un “addio”.

Cosa vedere in Sicilia Occidentale in una settimana

Insomma, mettiamo caso che tu sia in Sicilia Occidentale per una settimana: chiaramente vuoi sapere cosa vedere e su cosa basare un tuo itinerario. In questo articolo trovi esattamente quello che cerchi: una serie di spunti per le varie tappe da fare nel corso del tuo viaggio.

Il punto di partenza ipotetico è il nord ovest della Sicilia, costituito da Palermo, dove c’è l’aeroporto ma anche il porto, in caso si decidesse di viaggiare in mare. Sarà questo il nostro punto sia di partenza che di ritorno, e corrisponde anche a quello dei viaggi organizzati da Meeters. E ora cominciamo!

Palermo: la bellezza arabo-normanna del capoluogo siciliano

La città di Palermo è sicuramente tra le più suggestive di tutta la Sicilia e la Sicilia occidentale nello specifico. Si trova sulla costa tirrenica dell’isola, ed è caratterizzata da un centro storico abbastanza ampio, distribuito principalmente lungo la via principale, via Maqueda.

Tra i punti più caratteristici che si incontreranno mentre si passeggia per questa via ci sono sicuramente i Quattro canti, ovvero la piazza ottagonale che fa da punto d’incontro tra via Maqueda e via Vittorio Emanuele (“il Cassaro”).

Splendido scorcio a Palermo, capoluogo della Sicilia occidentale

Splendido scorcio a Palermo

Camminando per via Maqueda, inoltre, si passa davanti al Teatro Massimo, una delle attrazioni più conosciute di Palermo, ma anche in altre zone. Ad esempio, nel centro storico si trova il fantastico duomo arabo-normanno ed anche Palazzo dei normanni, dove ha sede il Parlamento siciliano.

Se, invece, si preferisce andare a mare, ci si può sempre dirigere verso alcune delle spiagge più spettacolari di Palermo, come ad esempio quella di Mondello.

Visita a Trapani, città del sale e del vento

Trapani, una delle città più “isolate” da certi punti di vista della Sicilia, mantiene sicuramente rispetto ad altri luoghi un suo fascino molto particolare. Si tratta di una delle città della via del sale siciliana, in quanto qui si produce un sale marino venduto in tutta Italia. Anche per questo sarà facile trovare questo prodotto a prezzi davvero molto bassi. Dove c’è il suo mare, inoltre, si potranno vedere appunto le saline, riconoscibili proprio per le montagne di sale che vi si trovano.

Le tipiche saline dell'area tra Trapani e Marsala

Le tipiche saline dell’area tra Trapani e Marsala

Tra i luoghi da vedere assolutamente a Marsala ci sono il Castello della Colombaia, particolare soprattutto per la sua collocazione all’interno di un isolotto nel porto. E ancora la torre di Ligny, all’interno della quale c’è un museo antropologico, Porta oscura e il suo orologio astronomico, il Palazzo della Giudecca e le sue chiese.

La bellezza del borgo di Erice, “arroccato” su una montagna

Molto vicina a Trapani c’è Erice, un borgo splendido a 751 metri dal livello del mare. Qui si trova anche un castello molto famoso, ma soprattutto un paesaggio mozzafiato sia sul lato del mare che quello dell’entroterra.

Veduta da Erice, tra i luoghi più suggestivi del trapanese

Veduta da Erice, tra i luoghi più suggestivi del trapanese

Andare a fare un’escursione ad Erice, quindi, è un must, soprattutto per chi ama le attività nella natura. E, una volta finito il giro, si potrà tornare in città, stavolta però per una opzione di relax: un bel bagno nel mare di Trapani!

La città di Marsala, dove al sale si unisce il vino

Marsala, in provincia di Trapani, è un altro importantissimo polo, che si lega proprio al capoluogo della Sicilia occidentale perché parte della via del sale. Anche qui si trovano splendide saline nello stagnone di Marsala. Ma non solo. Nella Riserva dello Stagnone si trova una isola famosissima (insieme ad altre), quella di Mozia, dove si può arrivare in barca e si può visitare uno splendido museo archeologico con ritrovamenti dell’area.

Le splendide saline dello stagnone di Marsala, in Sicilia occidentale

Le splendide saline dello stagnone di Marsala

In questo luogo, inoltre, un itinerario da fare assolutamente – oltre che quello culturale, considerando le influenze arabe della zona – è quello dei vini. Qui ci sono tantissimi vigneti in cui si produce un vino dal nome un po’ autoreferenziale: il Marsala, appunto.

Molte sono le cantine e i centri produttivi che permettono di fare viaggi spettacolari al loro interno, scoprendo anche le difficoltà nel produrre i vini di quest’area. Un altro da assaggiare assolutamente è infatti il Passito di Pantelleria, prodotto su un’isola tutta montagna, dove si fa quella che si chiama “agricoltura eroica”.

Isole della Sicilia occidentale: le Egadi, visita a Favignana e Levanzo

Non ci si ferma assolutamente qui. Ovunque si vada in Sicilia, che sia quella orientale oppure occidentale, oltre all’isola grande ce ne sono anche di più piccole. E tutte affascinanti come poche. Nel territorio trapanese troviamo un arcipelago particolare, che prende il nome di isole Egadi.

Isola di Levanzo, la più "selvaggia" tra le Egadi

Isola di Levanzo, la più “selvaggia” tra le Egadi

Vi si arriva attraverso barche ed aliscafi che partono sia da Trapani che da Marsala. La più famosa tra le isole è quella di Favignana, piena di grotte e cavità, ma anche di spiagge dall’acqua splendida.

Altra località meravigliosa è Levanzo, più selvaggia e piccola di Favignana, luogo in cui il tempo si ferma per permettere a noi… Di fare un tuffo!

Giornata relax sulle spiagge nella splendida Riserva naturale dello Zingaro

Di fatto di ritorno da Trapani, si può decidere di fare una tappa in una delle località più famose di tutta la Sicilia occidentale: la Riserva dello Zingaro. Si tratta di un pezzo di costa simbolo della bellezza marina dell’isola, e che non si può evitare di visitare se si fa un viaggio nell’ovest siciliano.


 


Si trova tra due località celeberrime, San Vito lo Capo e Castellammare del Golfo. Tra di esse c’è più di un borgo marinaro, tutti luoghi splendidi sia per il mare cristallino che per la delizia dei prodotti.

Proprio qui, in particolare a San Vito lo Capo, ogni anno viene infatti organizzata una sagra eccezionale, quella del couscous. Famosissimo e delizioso, infatti, il couscous di pesce che si fa in questa zona. E così il viaggio culinario si arricchirà ancora ulteriormente.

Di ritorno: opzioni pre-partenza come Isola delle Femmine e Monreale

Se prima dell’aereo, magari di ritorno da San Vito lo Capo c’è un po’ di tempo e lo vuoi sfruttare al meglio, ci sono dei posti in cui devi assolutamente andare prima di concludere il tuo viaggio! Puoi optare, ad esempio, per Isola delle Femmine, un isolotto che si trova di fronte alla costa a ovest di Palermo. Un luogo magico che, dietro al proprio nome, ha una serie di fantasiose leggende… Sta a te scoprire qual è quella vera!

Duomo di Monreale

Il celeberrimo Duomo di Monreale

Monreale, invece, è un comune che si trova in montagna, e fa parte insieme a Palermo e Cefalù del percorso arabo-normanno. Questo è un borgo splendido, con una cattedrale davvero unica al mondo che sembra quasi un castello, proprio come quella di Palermo. Tant’è che è considerata Patrimonio UNESCO! Insieme ad essa, ci sono diversi altri palazzi importanti da vedere, ma soprattutto un belvedere splendido proprio sulla costa palermitana. Ma stavolta con il favore dell’altezza.

Sicilia occidentale cosa vedere: parti con Meeters oggi!

Insomma, la Sicilia occidentale ha davvero tanto da offrire a chiunque la voglia visitare. Meeters, proprio per questo, propone un viaggio in quest’isola unico nel suo genere, in quanto si tratta di un viaggio di gruppo fatto per stringere amicizie e rapporti sinceri.

In Sicilia, se si viaggia con Meeters, potrai non soltanto vedere dei posti splendidi, ma anche avere una guida capace di guidarti in tutto e per tutto lungo questi percorsi sul territorio siciliano. E così tornerai a casa e saprai per certo di aver fatto la migliore gita in Sicilia occidentale di sempre.