Skip to main content
5/5 - (1 vote)

I colori caldi di una terra che non conosci, l’odore delle spezie, il sapore di piatti di una lunga tradizione. Luoghi magnifici, città dai toni sgargianti tutte da scoprire, il deserto. Scegliere un tour Marocco 4 giorni è come decidere di voler cambiare la propria vita per sempre. E con una buona ragione.

Viaggi in Marocco come quello proposto da Meeters diventano delle occasioni per scoprire una cultura diversa, passare dei giorni meravigliosi e conoscere persone nuove. Tutto questo realizzando uno dei sogni della tua vita: visitare un posto così speciale. Capiamo insieme perché scegliere questo viaggio e quali sono le splendide tappe incluse.

città più belle del maroccoPerché andare per 4 giorni in Marocco

Fare un viaggio in alcune tra le città più belle del Marocco è un ottimo modo per fuggire dalla tristezza della quotidianità, del tran tran lavorativo. In circa una settimana avrai l’occasione di visitare posti eccezionali, come ad esempio la famosissima città blu di Chefchaouen.

C’è sempre una buona ragione per fare un viaggio di questo tipo. Per alcuni può essere la realizzazione di un sogno, per altri il modo per sfuggire a un periodo di stress. Per altri ancora, un’occasione per scoprire il piacere di viaggiare, che magari solitamente non si prova.

Ma cosa si può visitare in un tour Marocco 4 giorni? Vediamo insieme.

tour marocco 4 giorni in cammelloTappa a Marrakech, una delle grandi città imperiali

Un posto vivo come pochi al mondo: così viene descritta la città di Marrakech, da cui deriva il nostro modo di chiamare questo Paese. Si tratta di una delle città imperiali, ma ha origini berbere. In molti la conoscono come luogo costante d’incontro tra mondi e popoli diversi, e proprio per questa ragione l’idea che tutti ne hanno è quella di una città nelle cui stradine passano sempre persone, e i cui suq sono coloratissimi e ricchissimi.



Bisogna sicuramente visitare i giardini Majorelle, se si passa di qui. Si tratta di un parco meraviglioso inventato da un artista francese, ricco di piante rare e ricercatissime e dai colori sgargianti. Ma è nel passato che si troverà il meglio: dunque nel Palazzo El Badi, nelle Tombe dei Saadiani e nella Moschea El Koutoubia.

Vista su Marrakech, conosciuta da molti come la "città rossa"

Vista su Marrakech, conosciuta da molti come la “città rossa”

Il centro culturale marocchino: Fes

In molti la definiscono il centro culturale del Regno del Marocco. Ed è sicuramente vero: d’altronde, Fes possiede una delle medine più antiche, che è persino patrimonio UNESCO. Ma, come racconteranno tanti tra i viaggiatori che hanno fatto queste esperienze in gruppo, in posti come questi bisogna avere sempre il supporto di una guida esperta, perché sembrano quasi dei labirinti.

Tra le attrazioni da visitare a Fes c’è il Palazzo Reale, conosciuto soprattutto per la sua splendida porta blu. Si tratta di un edificio grandissimo, che ha al suo interno moschee, sepolcri e splendidi giardini.

Fes è anche conosciuta come uno dei centri con la più antica tradizione di lavorazione delle pelli. Proprio per questo motivo si consiglia sempre di visitare le tantissime concerie presenti nella città, dove si vedranno gli artigiani all’opera.

La bellezza di Fes, il centro culturale del Marocco

La bellezza di Fes, il centro culturale del Marocco

Gita nel deserto del Sahara

La possibilità di fare delle escursioni nel corso delle proprie vacanze nel Paese è qualcosa di eccezionale. Ma la meraviglia di una esperienza come una notte nel deserto, in uno dei paesaggi più particolari al mondo, è sicuramente impagabile.

Tra le proposte di Meeters c’è una gita su cammello o con altro mezzo di trasporto in un percorso del deserto del Sahara, che rende questo Marocco tour qualcosa di davvero unico nel suo genere perché coniuga la bellezza delle città imperiali e dei monumenti a dei paesaggi spettacolari visibili solo in questa parte del mondo.

Nel corso del proprio itinerario, quindi, sarà bellissimo poter inserire anche questa gita nel deserto, che lascerà alcune delle più belle cartoline impresse nella mente di ciascuno dei viaggiatori anche una volta tornati in Italia.

città più belle del maroccoLa leggendaria Ait Ben Haddou

Ultima ma non per importanza, l’antichissima Ait BenHaddou. Questo luogo si trova a Ouarzazate, una città nata come oasi nel deserto ma che oggi è la capitale marocchina del cinema. D’altronde è proprio qui che nel corso della storia si sono girati film come La mummia, l’Edipo Re di Pasolini, Lawrence d’Arabia e persino Il Gladiatore.

All’interno di Ouarzazate, appunto, si trova Ait Ben Haddou, un villaggio fortificato – o Ksar – che è tra i 9 siti marocchini riconosciuti dall’UNESCO. Si trova tra le montagne e il deserto, lungo la strada del commercio delle antiche carovane che per trasportare i beni passavano lungo il deserto del Sahara nella tratta tra Sudan e Marocco.

Questo tipo di villaggio è formato in materiali organici, da cui deriva il suo color fango rosso, che vanno a formare un gruppo di edifici con diverse torri angolari e vicoli stretti. Ed è proprio per questo che non si può rinunciare a inserire questi posti nel proprio tour in Marocco: è davvero una visione unica al mondo!

Ait Ben Haddou tra sedi tour Marocco 4 giorniScegliere Meeters per il proprio tour Marocco 4 giorni

Quando si parla di vacanze importanti, bisogna sempre affidarsi ai migliori. Se si viaggia da soli a maggior ragione: perché solo con le persone giuste si può godere al meglio di certe esperienze.

Lo stesso vale per il tour Marocco 4 giorni, un viaggio che può offrire davvero tanto a chiunque decida di intraprenderlo, ma che richiede anche la giusta guida per non ritrovarsi a fare sempre il solito tour che non tiene in considerazione le necessità e la voglia di esplorare di ciascuno.

Un itinerario come quello proposto da Meeters, quindi, è la scelta migliore. In 4 giorni in Marocco, con persino una tappa nel deserto, avrai modo di vedere dei luoghi che solitamente non è possibile visitare senza i giusti consigli e le informazioni più esatte.

Alla fine, però, ti resterà la voglia di tornare, così come per tutti i grandi viaggi in un Paese come questo: e sarà un bene, perché la voglia di viaggiare non sarà ancora finita.

Lascia un commento