Skip to main content
5/5 - (1 vote)

Il Giappone è una terra di contrasti, un angolo di mondo in cui la modernità hi tech si muove di pari passo alle tradizioni. Un impero composto da oltre 6000 isole, in cui villaggi remoti e templi shintoisti si affiancano in perfetta armonia a metropoli di grattacieli all’avanguardia.

Insomma, il Giappone affascina da secoli tutti i viaggiatori, ma partire alla volta di questa terra lontana può sembrare una vera e propria impresa. Leggete quindi la nostra guida per scoprire come i viaggi di gruppo in Giappone possono aiutarvi a gestire meglio le partenze, quali sono i loro vantaggi e, soprattutto, quali sono le tappe che non potete assolutamente saltare nella vostra avventura nella mitica terra del Sol Levante!

Cosa sapere prima di organizzare un viaggio in Giappone

Visitare il Giappone significa letteralmente andare dall’altro capo del mondo e per quanto la voglia di partire sia tanta, è naturale avere delle paure a riguardo.

Innanzitutto il Giappone non è una nazione in cui organizzare un tour di pochi giorni, ma richiede almeno una decina di giorni di viaggio se si vogliono esplorare per bene non soltanto le più grandi città, ma anche i villaggi e le zone dell’ interno.

Inoltre, può essere dura scontrarsi con una realtà in cui tutto sembra diametralmente opposto rispetto alla nostra, dalla lingua alla moneta.

Organizzare da sé un tour in Giappone è sì dura, ma questo non dovrebbe convincervi a rinunciare a partire. La soluzione è molto semplice: prendere parte ad un viaggio di gruppo.

Perché partire con un tour operator

I vantaggi legati alle partenze organizzate sono davvero tanti, ne abbiamo già parlato in un articolo a cui vi rimandiamo, ma vediamo qui brevemente quali sono.

I pacchetti di viaggio includono generalmente nel loro prezzo la maggior parte delle spese che dovrete affrontare quindi quelli delle escursioni giornaliere, le visite a monumenti e musei, l’alloggio in albergo o ryokan, ma anche i voli. In Italia sono due gli aeroporti che offrono voli diretti della durata di circa 12-13 ore e sono Milano Malpensa e Roma Fiumicino.

Scegliendo un viaggio di gruppo, quindi, vi ritroverete a risparmiare notevolmente sul prezzo finale della vacanza poiché le agenzie di viaggio offrono tariffe scontate sia per i piccoli gruppi che per quelli più numerosi. In questo modo, potrete quindi partire più leggeri e affidarvi magari al solo utilizzo delle carte di credito, accettate in tutti i negozi, senza bisogno di cambiare la moneta e di girare con il portafoglio gonfio.

Inoltre, scegliendo questo tipo di esperienza, potrete dire davvero addio allo stress organizzativo, sia prima della partenza che durante il viaggio. A guidarvi ci sarà infatti sempre un tour leader, un esperto della lingua giapponese e delle tradizioni che riuscirà non solo a mettervi a vostro agio con i vostri compagni d’avventura, ma anche con la nuova cultura, i suoi rituali e norme di comportamento.

Infatti, i contrasti in Giappone sono davvero tanti: si può passare dalla serietà di persone in giacca e cravatta a gruppi di uomini e donne vestiti come personaggi di manga e anime. Il pregiudizio però non deve essere ammesso. Il Giappone stesso è un esperienza da vivere con la mente e il cuore aperti a cogliere ogni suggestione.


 


Quando partire

Un altro modo per risparmiare è prenotare il viaggio con largo anticipo. Il Giappone è una destinazione molto popolare tra i viaggiatori e i tour di gruppo vanno davvero a ruba. Se avete deciso di partire quindi, prenotate subito senza indugi, perché i prezzi sono destinati solo a salire.

Il miglior periodo per vistare il Giappone è considerata la primavera, e non è certo un mistero il perché. Tra la fine di marzo e gli inizi di aprile la natura si accende infatti grazie alla fioritura del fiore del ciliegio (sakura in giapponese). È quindi l’occasione perfetta per vivere l’hanami, letteralmente l’usanza di guardare i fiori. Nel corso di questa grade festa nazionale, ci si reca nei giardini e nei parchi di tutto il paese per dei picnic all’ombra dei ciliegi.

Quella dell’hanami è una cerimonia molto sentita in tutto il Giappone, poiché il fiore, con la sua bellezza e delicatezza, è destinato a durare per brevissimo tempo, ed è quindi considerato un simbolo della fragilità umana. Allo stesso tempo simboleggia anche la bellezza della vita e la speranza in una rinascita.

WEEKEND E VIAGGI

Cosa vedere nella terra del Sol Levante

Prima di scegliere un tour, il consiglio principale è quello di valutare attentamente la durata del viaggio e il tipo di esperienze incluse. Come già detto, infatti, il Giappone è una nazione costituita da zone molto diverse tra di loro e scegliere di visitarne solo una parte è quasi come non partire affatto.

Affidatevi perciò ad un tour di gruppo che include più proposte all’interno del pacchetto e assicuratevi che tocchi alcune tappe fondamentali tra le varie isole. Per quanto riguarda gli spostamenti e la loro durata non c’è da preoccuparsi. Il Giappone vanta una rete di treni davvero all’avanguardia, gli shinkansen, i treni ad alta velocità, rapidi ed economici!

Vediamo ora alcune delle mete che non possono mancare in nessuno dei viaggi di gruppo in Giappone!

Tokyo

Tokyo è la capitale del Giappone, una metropoli che vanta oltre 13 milioni di abitanti in cui l’anima della nazione si esprime al meglio, un contrasto dopo l’altro. Situata nell’isola principale dell’arcipelago giapponese, Honshū, Tokyo è una città fortemente proiettata nel futuro, dove però non è affatto raro imbattersi nella tradizione.

È così quindi che l’itinerario nella capitale giapponese vi porterà prima nel quartiere di Shibuya, famoso per il suo incrocio trafficato, e in quello di Ginza, il regno dello shopping di lusso. Dopodiché vi ritroverete a percorrere paesaggi che non pensavate di incontrare in una città così avanzata tecnologicamente.

Come per esempio il bellissimo parco Yoyogi, il vicino santuario di Meiji Jingu o i templi del parco Ueno. Da non lasciarsi sfuggire anche la visita al Palazzo Imperiale di Tokyo. Durante l’anno è possibile accedere alla residenza solo in due occasioni, il 2 gennaio e il 23 febbraio. Nel resto dei giorni è possibile visitare solo gli splendidi giardini esterni.

Kyoto

Kyoto è l’antica capitale del Giappone e rispetto a Tokyo si presenta come una città più a misura d’uomo dove la tradizione ha ancora un ruolo molto importante, a discapito dei grattacieli e della modernità.

Il centro di Kyoto è ancora per lo più costituito da basse casette tradizionali e sono numerosi i templi che potrete visitare. Il più celebre? Quello di Kiyomizu-dera, fondato nel 700 d.C., dalla cui terrazza si può godere di una vista senza paragoni soprattutto nel periodo della fioritura dei ciliegi.

Monte Fuji

Partecipare a dei viaggi di gruppo in Giappone senza recarsi ai piedi del Monte Fuji è impensabile! Il vulcano, inattivo dal 1707, è uno dei simboli nazionali, considerato una montagna sacra e meta di pellegrinaggio per gli shintoisti.

Lo scenario in cui il Monte Fuji si inserisce è a dir poco maestoso. Infatti, ci troviamo nella regione dei Cinque Laghi e tutt’intorno si estendono specchi d’acqua, cascate e grotte. Questo luogo è ideale per organizzare una giornata di trekking ed escursioni all’aria aperta, per ritrovare un po’ di relax in un viaggio che è certamente frenetico.

Osaka

Un tour nel paese del Sol Levante non può non toccare anche Osaka. Anche in questa cittadina la tradizioni si scontrano con il nuovo e dopo una visita al Museo di Storia è più che naturale recarsi agli Universal Studios Japan, un enorme parco di divertimenti con attrazioni che spaziano da Harry Potter a Jurassic Park.

Osaka è nota però anche per la sua vita notturna e per i negozi, i locali e i ristoranti che popolano il quartiere di Namba, uno dei luoghi preferiti dai viaggiatori.

Miyajima

L’isola di Miyajima è uno dei luoghi più spirituali di tutto il Giappone. Nonostante le grandi folle che vi si recano ogni giorno, è ancora un tesoro naturale incontaminato votato alla riflessione e alla scoperta di sé.

L’isola è famosa per il tempio rosso sommerso dalle acque, una meta di pellegrinaggio che risulta essere ancora più suggestiva nelle ore serali. Non è però l’unica attrazione di Miyajima, isola molto amata dagli escursionisti che vorranno senza dubbio avventurarsi sino alla cima del Monte Misen e lasciar correre lo sguardo sulle minuscole isolette circostanti.

Himeji

Un viaggio in Giappone che si rispetti non può poi saltare la città di Himeji. Qui si trova il castello omonimo, un edificio che sembra prelevato a piene mani dalle favole.

Il castello aveva una funzione puramente militare e fu costruito nel periodo Sengoku, tra il 1400 e il 1600, ed è uno dei pochi esemplari dell’epoca giunto quasi intatto sino a noi.

Da Himeji si può inoltre prendere la funivia sino al monte Shosha, per visitare il bellissimo tempio Engoyo-Ji.

Questi erano i nostri consigli su come scegliere i migliori viaggi di gruppo in Giappone. Sarà questa un’esperienza che vi cambierà davvero la vita, quindi scegliete con cura il vostro tour e preparatevi a partire per vivere un’avventura unica al mondo!

Lascia un commento