Skip to main content

Viaggiare in Islanda è un’esperienza completamente diversa da tutte le altre che avete fatto e farete nella vita. Definita la terra del fuoco e del ghiaccio, l’Islanda è un paese in larga parte selvaggio e incontaminato dalla presenza umana. Se siete alla ricerca di una meta dove vivere una vacanza di lusso, divertimenti, musei e ristoranti, non fa decisamente per voi. Se invece avete bisogno di avventure a stretto contatto con la natura, lontano dal caos e dalla vita mondana, allora non esistono destinazioni migliori di questa! Preparatevi quindi a scoprire il viaggio di gruppo in Islanda organizzato da Meeters.

8 giorni 7 notti alla scoperta dell’Islanda

viaggio di gruppo in islanda

Il viaggio in Islanda organizzato da Meeters (per informazioni e prenotazioni cliccate qui) ha una durata di 8 giorni e 7 notti ed è un vero e proprio tuffo nella natura. Ghiacciai, montagne, fiordi, vulcani, cascate e geyser: non manca nulla all’appello. Senza tralasciare nemmeno la bellissima capitale Reykjavik per un po’ di vita sociale e culturale.

Se non avete familiarità con i viaggi organizzati, vi rimandiamo alla nostra guida che fugherà tutte le paure e i dubbi che avete. Lasciateci dire però in questa sede che un viaggio di gruppo è un’esperienza davvero completa. Innanzitutto è la migliore occasione che avete per non partire da soli e non rinunciare ad una vacanza. D’altra parte poi vi permetterà di unire l’esplorazione all’amicizia e di stringere importanti legami con i vostri compagni.

I viaggiatori saranno accompagnati sin dalla partenza da guide esperte e preparate, che penseranno non solo a farvi divertire e a conoscere al meglio l’Islanda, ma anche ad ogni altra esigenza.

Senza ulteriori esitazioni, inoltriamoci nell’ itinerario di viaggio di gruppo in Islanda organizzato da Meeters appositamente per voi!

Il Circolo d’oro

viaggio di gruppo in islanda

Tralasciando il primo giorno di viaggio dall’Italia verso l’aeroporto di Keflavik e l’arrivo presso l’hotel di Reykjavik, passiamo direttamente alle tappe del nostro viaggio e alle meraviglie che andremo a scoprire.

Nel primo effettivo giorno di viaggio, andiamo alla scoperta del Circolo d’oro o Golden Circle. Questo percorso, che si estende per circa 300 km, parte non troppo lontano alla capitale islandese e tocca tre delle zone più belle di tutta l’ isola.

Si parte dalla visita al Parco Nazionale di Þingvellir. Patrimonio dell’umanità dell’Unesco, primo parco nazionale islandese e teatro di alcuni dei momenti storici più importanti del paese.

Si narra infatti che qui nel 930 d.C i vichinghi abbino fondato il primo parlamento democratico del mondo. È risaputo poi che qui l’Islanda ha dichiarato il Cristianesimo religione di stato e che sempre qui sia stata proclamata l’ indipendenza dalla Danimarca.

Il Þingvellir è poi uno dei luoghi più sensazionali al mondo, l’unico in cui si può chiaramente vedere lo scontro tra due placche tettoniche, quella euroasiatica e quella nord americana.

Gullfoss e Geysir

viaggio di gruppo in islanda

Seconda tappa imperdibile all’interno del Circolo d’oro è la cascata Gullfoss, un vero e proprio gioiello naturale. La cascata d’oro, traduzione letterale del suo nome, si esibisce in un doppio salto di 32 metri, per riversarsi poi in una stretta gola. Si può ammirare sia dal basso che dall’alto, seguendo un breve e semplice percorso.

Terza e ultima tappa del Circolo d’oro è il Geysir. Situato nella zona termale Haukadalur, ricca di sorgenti d’acqua calda, Geysir è appunto il geyser più antico del mondo. Fino ad alcuni decenni fa era solito eruttare alti getti d’acqua sino a 80 metri d’altezza. La consuetudine dei turisti di lanciarvi pietre dentro per stimolare l’eruzione lo ha però reso praticamente inattivo.

Tuttavia a breve distanza si può ammirare Stokkur che erutta fino a 30 metri ogni dieci minuti circa.

I fiordi di Borgarfjordur

viaggio di gruppo in islanda

Il viaggio prosegue poi verso l’Islanda occidentale, nella regione di Borgarfjordur, caratterizzata da uno dei fiordi più belli del paese. Qua visiteremo le cascate di Hraunfossar e Barnarfoss.

La loro fama non è dovuta né alla particolare altezza, né tantomeno alla potenza delle loro acque. Piuttosto Hraunfossar sembra emergere direttamente dalla terra, dal campo lavico che ricopre la vallata, originato dalle eruzioni dei vicini vulcani. L’ cqua sgorga così dalla terra, scendendo lungo un pendio di straordinaria bellezza.

Poco più in alto si trova invece Barnarfoss, la cui fama è legata ad una leggenda locale. Si narra che un tempo la cascata fosse sormontata da un ponte da cui caddero, trovando la morte, due bambini. Disperata, la madre convinse la popolazione locale a distruggere il ponte per evitare che la tragedia si ripetesse.

Penisola di Snaefelness

viaggio di gruppo in islanda

Prosegue il nostro viaggio di gruppo in Islanda occidentale e da Borgarfjordur ci spostiamo verso la Penisola di Snaefelness. Considerata un’Islanda in miniatura, la penisola riassume tutte le meraviglie che si possono ammirare in questa splendida terra: fiordi e spiagge dorate, vulcani e campi di lava, splendidi fari e una grande varietà di animali, dalle balene alle foche.

Vicinissima al Circolo Polare Artico, la penisola è dominata dal ghiacciaio Snæfellsjökull, secondo Jules Verne l’ingresso verso il centro della Terra. Ma la vera attrazione di questo territorio è Kirkjufell, la montagna alta “appena” 463 metri, che ricorda il campanile di una chiesa o il cappello di un mago, a seconda della fantasia di chi guarda.

È il momento poi di fare una sosta culturale e vistare uno dei musei più strani dell’Islanda: il Museo dello Squalo. La piccola struttura raccoglie informazioni sulla flora e la fauna del luogo, insieme a reperti e attrezzature che raccontano la storia dei pescatori locali.

La particolarità del museo è però la possibilità di degustare la carne di squalo “marcia”. Tranquilli, l’intento non è quello di far sentire male tutti i visitatori del museo! Si tratta in realtà di una preparazione che serve a purificare la carne dalle sostanza che proteggono lo squalo dal gelo, ma che risultano tossiche per l’uomo.


 


Le cascate di Seljalandsfoss e Skogafoss

viaggio di gruppo in islanda

Nel quinto giorno di tour ci spostiamo verso il sud lungo un tratto di Ring Road, la strada circolare che collega l’intera isola. Andiamo ora alla scoperta di altre due meravigliose cascate, tra le più famose di questa terra.

Seljalandsfoss raggiunge un salto di 65 metri d’altezza e nasconde un segreto. A differenza della altre cascate islandesi infatti è possibile ammirare la sua potenza dall’interno! Tramite un sentiero scivoloso, ma perfettamente sicuro, si può passare dietro il suo sipario di acque e ammirarle da una posizione privilegiata!

Leggermente più bassa è Skogafoss, la cascata degli arcobaleni. Una leggenda vuole che il primo vichingo a stabilirsi qui abbia nascosto dietro la cascata un forziere ricolmo d’oro. Mentre un’altra credenza dice che chiunque si bagni in queste acque ritroverà un oggetto perduto e cercato a lungo.

In questa giornata ci recheremo poi a Reynisfjara, la spiaggia nera che sembra uscita davvero da una leggenda nordica. Da qui potete ammirare la forza del mare islandese, le alte colonne di basalto, lo straordinario colore nero della sabbia di origine vulcanica e i faraglioni, due alti troll trasformati in pietra dal sole mentre si accingevano a rubare una nave.

Nel pomeriggio i viaggiatori avranno la possibilità di esplorare Fjadrarglijufur, un imponente canyon lungo 2 km e profondo 100 metri che costituisce uno dei paesaggi più belli del paese. Le alte pareti a strapiombo, ricoperte di muschio e licheni, sembrano infatti uscite direttamente da un dipinto.

Iceberg, trekking e aurora boreale a Vatnajokull

viaggio di gruppo in islanda

La sesta giornata del nostro viaggio i gruppo in Islanda sarà dedicata al trekking presso il Parco Nazionale di Vatnajokull. Potremo chiamarlo il parco dei record visto che per la sua estensione, ben 12.000 km², è il parco più vasto d’Europa.

Inoltre, tra le tante meraviglie che si possono ammirare al suo interno spicca Vatnajokull, a sua volta il ghiacciaio più grande d’Europa, con una superficie di 8.100 km², sotto la quale si nascondono diversi vulcani attivi.

A sud del ghiacciaio si estende poi Jokulsarlon, la laguna degli iceberg più grande e profonda dell’Islanda. Un luogo magico in cui ammirare i grossi pezzi di ghiaccio, dai colori che virano dal turchese al giallo, dovuto alle polveri sulfuree. Il luogo preferito da tutti i fotografi che si recano in Islanda per immortalare l’ aurora boreale.

Seguendo il percorso verso il mare di questi iceberg approdiamo a Diamond Beach, la spiaggia dei diamanti. Un’immensa distesa di iceberg di tutte le dimensioni che, spiccando sulla sabbia nera, brillano come pietre preziose ricche di sfumature colorate.

La penisola di Reykjanes

viaggio di gruppo in islanda

Il tour continua poi nella penisola di Reykjanes, vicinissima alla capitale Reykjavik. Questo lembo di terra si caratterizza per la forte attività vulcanica che fa si che la vegetazione sia praticamente assente.

Le vaste distese di lava lasciando però spazio a numerosi villaggi di pescatori e ad aree in cui l’energia geotermica di fa sentire particolarmente, dando vita anche a incredibili sorgenti termali.

Monumento simbolo di questa zona è il Reykjanesviti, il faro più antico dell’isola, risalente al 1878.

Un tuffo nella Blue Lagoon

viaggio di gruppo in islanda

Per l’ultimo giorno in Islanda, dopo tanto camminare ed esplorare, ai viaggiatori spetta una giornata di relax in una cornice unica: la Blue Lagoon, il centro termale più famoso del paese. L’enorme struttura non è naturale, ma costruita dall’uomo. Tuttavia le acque in cui si fa il bagno sono incanalate nel sottosuolo dal vicino impianto geotermico di Svartsengi.

La temperatura è di 37-39 gradi e le acque sono ricche di sostanze benefiche per il corpo, mentre il colore azzurrino è dovuto alla presenza di alghe, silice, calcare e zolfo.

Termina così il nostro viaggio di gruppo in Islanda. Un tour intenso ed emozionante che tocca panorami da sogno, che sembrano fuoriusciti direttamente dai nostri desideri. Dimenticare l’Islanda sarà davvero difficile, ma per prima cosa prepariamoci a partire e a scoprire questa antica terra di miti e leggende. E non dimenticatevi di iscrivervi a Meeters per non perdere nessuno dei nostri eventi, in Italia e nel mondo!