Guida essenziale: Viaggio in Antartide

Da un voto a questo post

Un viaggio in Antartide non è esattamente la prima idea che viene in mente quando si programmano le prossime vacanze. Eppure il continente bianco è da oltre un secolo l’ossessione di tantissimi viaggiatori. Sembra, e per tanti versi è, un viaggio quasi impossibile da fare, ma questa terra non è inaccessibile come crediamo!

Certo, non è un viaggio che si può programmare dall’oggi al domani. Sono necessari documenti, attrezzatture, particolari mezzi di trasporto e soprattutto un fitto programma di viaggio che potrebbe portarvi a visitare più continenti in un unico viaggio!

Ma non lasciatevi intimorire da questa premessa! Se sin da piccoli sognavate di prender parte come esploratori in una spedizione verso il Polo Sud, il momento è finalmente arrivato! Con la nostra guida di viaggio, i nostri consigli e le nostre informazioni sarete pronti a salpare per il Circolo Polare Antartico in men che non si dica!

Cose da sapere sull’Antartide

viaggio in antartide 7

L’Antartide, o settimo continente come è spesso chiamato, è il luogo più estremo del pianeta. Questa è infatti a tutti gli effetti la terra di nessuno: non appartiene a nessuno e, almeno ufficialmente, è abitato soltanto da pinguini, foche, orche e albatros.

In base al trattato antartico del 1959, firmato da 46 paesi, l’Antartide non appartiene a nessuna nazione e qui possono essere condotte solo attività con scopi pacifici, come le ricerche scientifiche, ed è assolutamente vietato sfruttare questa terra per fini economici o militari.

Per quanto riguarda la popolazione invece, l’Antartide non è ufficialmente abitato da nessun popolo, ma ogni anno vi risiedono tra le 1000 e le 4000 persone, dislocate tra le basi scientifiche di tutto il continente. Insomma, in tutto il pianeta non potrete trovare davvero un altro ambiente altrettanto pacifico e incontaminato.

Avrete quindi capito che il viaggio in Antartide è davvero un esperienza estrema, ma che vale la pena di fare almeno una volta nella vita. Queste informazioni preliminari però vi avranno fatto sorgere numerose domande: come si può raggiungere l’Antartide? Come si può visitarlo e dove si può soggiornare? Sono necessari documenti in particolare? Vediamo quindi insieme tutto ciò che serve per organizzare il viaggio in Antartide!

Come raggiungere il Polo Sud

viaggio in antartide 1 scaled

Se avevate in mente di partire in solitaria per il Polo Sud, e non siete miliardari, purtroppo dovrete ricredervi. Infatti, se non fatte parte di una spedizione scientifica, non avete un lavoro come cuoco, medico o scienziato, o non avete una nave rompighiaccio di proprietà, dovrete per forza unirvi ad un viaggio di gruppo organizzato (non avete mai partecipato ad uno? Scoprite quali sono tutti i vantaggi!).

Per raggiungere l’Antartide non potrete avvalervi di un aereo. Infatti, qui non esistono aeroporti e quindi non potrete semplicemente salire su un aereo di linea e atterrare dopo 16 ore al Polo Sud.

Esistono voli charter e voli panoramici che partendo da Punta Arenas o dall’Australia vi permettono di sorvolare il continente in circa 12 ore, ma i prezzi non sono poi così accessibili. I voli charter costano due occhi della testa anche se siete seduti lontano dai finestrini!

Non è possibile quindi andare direttamente in Antartide, ma è necessario raggiungere in aereo un altro continente da cui partire poi alla volta del Polo Sud. Dall’Italia potrete quindi raggiungere prima la Nuova Zelanda, l’Australia, il Sudafrica o il sud America, quindi l’Argentina o il Cile.

Fare una crociera in Antartide: dalla Terra del Fuoco o dal Sudafrica?

viaggio in antartide 5 scaled

Dai paesi sopra elencati potrete poi intraprendere una crociera in Antartide che, a seconda del punto di partenza, può durare dai 10 giorni alle tre settimane. Potrete imbarcarvi da Hobart in Australia, Christchurch in Nuova Zelanda, Città del Capo in Sudafrica, Port Stanley nelle Isole Falkland e Puntas Arenas in Cile.

È però l’Argentina il punto di partenza più consigliato, sia perché è più vicina, sia perché è possibile unirsi ad una crociera anche last minute con offerte e prezzi abbastanza contenuti. Potrete imbarcarvi da Buenos Aires, Puerto Madryn o Ushuaia nella Terra del Fuoco. Tra tutti questi è il porto scelto dalla maggior parte degli esploratori è Ushuaia, proprio per la vicinanza e per i prezzi economici.

La nave da crociera sarà la vostra casa e il vostro punto di riferimento durante tutto il viaggio. Secondo un itinerario stabilito vi porterà nei maggiori punti di interesse e vi fornirà una guida esperta, con cui scenderete a terra in gommone per esplorare la zona in sicurezza.

WEEKEND E VIAGGI

Il passaggio di Drake

Merita un paragrafo a parte quella che sarà la parte più dura e difficile del vostro viaggio, il passaggio o stretto di Drake.

Questo tratto di mare, 1000 km di acque che si estendono tra Capo Horn e le Isole Shetland, è il più agitato al mondo. Per superarlo sono necessari almeno due giorni per tratta, in cui vostra nave andrà ad una velocità di circa 25km/h!

Il passaggio di Drake, scosso da onde alte anche 15 metri, potrebbe davvero mettervi a dura prova anche se non soffrite di mal di mare. Il consiglio è quello di stare il più possibile nella vostra cabina perché potrebbe essere pericoloso anche solo camminare per i corridoi della nave. Lo stretto di Drake sarò però anche essere la causa di notti e sogni molto agitati!

Quali sono i documenti necessari per partire

viaggio in antartide scaled

Come abbiamo detto, il viaggio in Antartide vi porterà nella terra di nessuno, quindi la domanda sorge spontanea: sono necessari dei documenti?

La risposta è sì, anche se non ci sarà alcun ufficio nel continente bianco a controllarveli. I documenti servono infatti quando si arriva nel paese che si è scelto come tappa intermedia prima di inoltrarsi nel circolo polare antartico. Ecco i dettagli:

  • Australia: serve un passaporto in corso di validità ed è necessario anche un visto turistico d’ingresso che si può scaricare e compilare dal sito del governo australiano.
  • Nuova Zelanda: è necessario il passaporto con validità residua di almeno tre mesi. Non è necessario invece il visto, anche se potrebbero chiedervi la garanzia della vostra ripartenza entro 90 giorni (quindi il biglietto di ritorno).
  • Sudafrica: è necessario sia il passaporto con un validità residua di almeno 30 giorni, sia il visto d’ingresso che, per soggiorni inferiori ai 90 giorni, potrete ottenere direttamente alla frontiera non appena arrivati.
  • Cile: vi servirà il passaporto con validità residua di almeno 6 mesi, ma per soggiorni inferiori ai 3 mesi non è necessario il visto. Arrivati in Cile vi verrà consegnato un foglio di immigrazione che dovrete compilare e conservare per lasciare poi il paese.
  • Argentina: è necessario il passaporto con validità residua di almeno 6 mesi e non vi servirà il visto d’ingresso se soggiornerete meno di tre mesi.

In tutti i casi, anche i minori devono possedere il proprio passaporto individuale.

Assicurazione sanitaria

Per andare in Antartide sarà necessario anche stipulare un’assicurazione di viaggio e un’assicurazione sanitaria. Infatti, né in Antartide, né nei paesi in cui farete tappa, è valida la tessera sanitaria italiana.

Informatevi quindi con le varie compagnie assicurative e scegliete con cura una polizza che comprenda sia l’Antartide che l’altro paese visitato, e che sia valida per tutta la durata del viaggio.

Questo è un requisito fondamentale perché senza assicurazione non vi faranno imbarcare.


 


Cosa vedere in Antartide

Arriviamo ora al cuore del vostro viaggio in Antartide. La spedizione nella penisola antartica sarà davvero un’esperienza unica ed estrema. State infatti andando all’esplorazione di una terra in parte ancora sconosciuta e di cui non esistono mappe estremamente dettagliate.

Non è perciò possibile vedere tutto, ma dovrete necessariamente fare una scelta. Scegliete quindi il tour operator e la crociera che tocca la maggior parte dei punti che vi interessano. Ecco qualche consiglio!

Penisola Antartica

viaggio in antartide 6 scaled

La Penisola Antartica si trova all’estremità settentrionale del continente ed è l’unica parte a superare i confini del circolo polare antartico. È un luogo incantato, dove potrete ammirare non solo ghiaccio e iceberg, ma anche la straordinaria varietà faunistica della zona.

Qui infatti vivono tantissime specie di pinguini, orche, foche e balene. Inoltre da qui potrete ammirare i più bei panorami in assoluto del continente: Paradise Bay, il Canale di Lemire, quello di Errera, quello di Neumayer e lo stretto di Gerlache.

South Orkney Islands

A nord est della Penisola Antartica si trova questo gruppo di isole, scoperta quasi per caso nei primi anni dell’800 da alcuni cacciatori di foche.

Oggi qui si trova la più antica stazione meteorologica dell’Antartide, che fa capo all’Argentina. Ma la parte più interessante di questo arcipelago è Coronation Island, dove si riproduce la procellaria bianca.

South Shetland Island

viaggio in antartide 4 scaled

Anche queste isole sono estremamente interessanti sia dal punto di vista della flora che della fauna. Durante la vostra crociera, comodamente a bordo dalla vostra nave, non vi sarà difficile scorgere gli elefanti marini e gli immancabili pinguini!

Mare di Weddell

Il Mare di Weddell è il tratto dell’Oceano Atlantico considerato il mare più pulito al mondo. La storia di questa zona è strettamente legata a quella delle esplorazioni geografiche, tanto che ancora oggi ci si può imbattere nei resti delle capanne usate dagli equipaggi di Weddell e Shackleton che vi rimasero imprigionati per mesi.

Mare di Ross

Scoperto nel 1841 da James Clark Ross, il Mare di Ross è una vasta baia ricoperta quasi per intero da spesse lastre di ghiaccio.

Qui potrete ammirare numerose specie di pinguini di Adélie, la stazione americana McMurdo (la più grande in Antartide) e il Monte Erebus, un vulcano circondato dai ghiacci ma ancora in attività!

Dove dormire in Antartide

viaggio in antartide 3 scaled

In una terra che, come abbiamo già detto, non ha né città né abitati, dove si potrà mai dormire? La soluzione migliore è dormire a bordo della nave da crociera con cui siete arrivati e che vi porterà da un punto all’altro del continente.

Le varie compagnie di viaggio che organizzano le crociere in Antartide spesso e volentieri offrono anche la possibilità di fare un campeggio sul continente, con il pagamento di un sovraprezzo.

Altrimenti, potreste soggiornare nel Whichaway Camp, all’interno di un igloo di vetroresina isolante, per la modica cifra di 15,ooo euro a notte!

Quando partire

viaggio in antartide 8 scaled

L’unico periodo adatto per andare in Antartide è nel corso dei nostri mesi invernali, quindi durante l’estate australe, da novembre a marzo. Sono questi infatti gli unici mesi in cui vengono organizzate le crociere in Antartide, altrimenti impossibili in una terra dove le condizioni climatiche sono davvero estreme e dove vengono registrate temperature anche di -98°!

Novembre è il periodo più economico per partire. Le giornate offrono anche più di quindici ore di luce, ma alcune basi visitabili sono ancora chiuse, è più difficile avvistare gli animali e il mare potrebbe essere ancora invaso di ghiaccio e iceberg.

Dicembre e gennaio sono i mesi migliori per partire, dato che le ore di luce sono 20, le temperature sono più alte ed è più facile avvistare pinguini e foche. Proprio per questo però i prezzi sono più alti e l’afflusso di turisti è abbastanza consistente.

Infine, tra febbraio e marzo è possibile imbattersi in buone offerte con prezzi vantaggiosi, ma a causa delle ore di luce ridotte e delle temperature più fredde potrebbe diventare difficoltoso svolgere qualche escursione.

Abbiamo quindi visto che un viaggio in Antartide richiede cura e un’attenta programmazione, ma che non è certo impossibile organizzarlo. Esperienze come queste andrebbero fatte almeno una volta nella vita. Certo, il costo finale sarà abbastanza importante, ma ne vale sicuramente la pena per vivere una grande emozione agli estremi confini della Terra!

Che ne pensi di questo contenuto?

Grazie per il tuo feedback!
[social_buttons nectar_love="true" facebook="true" twitter="true" pinterest="true" linkedin="true" style="default"]
Lascia un commento